Il profilo genetico del tumore per la nuova terapia

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 20 Ott 2020 alle ore 6:08am


Oncologia 2.0: la profilazione genomica guida la nuova era della lotta contro i tumori, dal modello istologico al modello mutazionale L’oncologia entra così in una fase nuova: uno studio tissutale del tumore e la profilazione genomica. Il modello istologico si affianca pertanto al “modello mutazionale”, che cambia la governance dei nuovi farmaci oncologici. Il nuovo test Next Generation Sequencing (NGS) analizza sino a 300 mutazioni geniche in una singola analisi.

L’alta complessità di gestione del modello mutazionale prevede Molecular Tumor Board (MTB) altamente integrati. Le mutazioni genetiche nei tumori cambiano l’approccio terapeutico. Il carcinoma del polmone e il carcinoma midollare della tiroide diventano il paradigma di strategiche e opportunità di cura.

In aggiunta, dall’impetuoso sviluppo della genomica scaturiscono nuove esigenze che impongono un continuo adeguamento del quadro di riferimento normativo, che richiede lo sviluppo di politiche orientate sui pazienti e quindi anche la conseguente responsabilizzazione delle Associazioni dei malati e l’integrazione dei loro punti di vista nei processi di regolamentazione. La medicina di precisione rappresenta oggi un salvavita e pertanto ogni ritardo regolamentare, infrastrutturale e organizzativo deve far riflettere Governo, Ministeri competenti e Regioni sulle rispettive responsabilità che vanno assumendosi.