ottobre, 2020

Francesco de Gregori, cancellati i concerti di “Off the record” previsti a dicembre al Teatro Dal Verme di Milano!

Pubblicato il 28 Ott 2020 alle 6:00am

A seguito delle recenti normative Covid, i concerti di FRANCESCO DE GREGORI previsti per il mese di dicembre 2020 al Teatro Dal Verme di Milano sono del tutto CANCELLATI. (altro…)

Campania e covid, stop a ricoveri programmati, attività ambulatoriali, differibili e non urgenti

Pubblicato il 28 Ott 2020 alle 6:00am

E’ arrivato lo stop ai ricoveri programmati, nonché alle attività ambulatoriali, “differibili e non urgenti” negli ospedali classificati della Campania. (altro…)

Carenza di vitamina d, in oltre l’80% dei pazienti ricoverati per Covid-19

Pubblicato il 28 Ott 2020 alle 6:00am

Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism e condotto in Spagna, dal gruppo di José Hernández,dell’Università della Cantabria a Santander, oltre l’80% dei pazienti ricoverati per Covid ha una carenza di vitamina D, un nutriente importante anche per il corretto funzionamento del sistema immunitario.

Il dato è rilevante perché conferma precedenti studi epidemiologici secondo cui la carenza di vitamina D è più diffusa nei Paesi dove il coronavirus ha mostrato un’aggressività maggiore, provocando più decessi.

Gli esperti hanno riscontrato che oltre 8 pazienti su 10 ricoverati per Covid nell’ospedale spagnolo durante la prima ondata di contagi erano carenti di vitamina D, soprattutto uomini, che hanno in genere una mortalità maggiore rispetto alle donne. Più marcata era la carenza vitaminica, maggiori erano i marcatori infiammatori legati a grave infezione nel sangue dei pazienti.

Se il ruolo protettivo della vitamina D contro la sindrome Covid 19 fosse confermato (attualmente è in corso in Gran Bretagna un vasto trial clinico per rispondere a questa domanda) un approccio preventivo potrebbe essere quello di curare la carenza di questa vitamina, specialmente negli individui più suscettibili come gli anziani, i pazienti con altre malattie quali il diabete e il personale sanitario specie nei presidi di lunga degenza, ovvero tutte le popolazioni più a rischio di ammalarsi di COVID-19 in forma grave e con complicanze.

Antitrust, compagnie aeree pronte al rimborso dei biglietti a causa del Covid

Pubblicato il 27 Ott 2020 alle 6:15am

Ryanair, EasyJet, Vueling e Blue Panorama offrono il rimborso dei biglietti in caso di cancellazione dei voli e i consumatori potranno scegliere come averli se sotto forma di rimborso vero e proprio o sotto forma di voucher.

E’ quanto ha annunciato alcuni giorni fa l’Antitrust che ha deciso di non adottare alcuna misura a conclusione di quattro sub-procedimenti nei confronti delle compagnie.

Questi erano stati avviati a fine settembre per sospendere la vendita di biglietti per voli poi cancellati unilateralmente, motivata con il Covid, offrendo in cambio ai consumatori soltanto i voucher.

Ligabue, escono il 4 dicembre il disco di inediti “7” e la raccolta discografica “77+7”, una doppia uscita per celebrare 30 anni di una straordinaria carriera musicale

Pubblicato il 27 Ott 2020 alle 6:14am

Il 7, un numero da sempre speciale per LUCIANO LIGABUE, diventa protagonista del suo nuovo progetto musicale che uscirà il 4 dicembre.

Una doppia uscita discografica per celebrare 30 anni di una straordinaria carriera: l’atteso album di inediti “7”, che contiene 7 brani, spunti che Luciano ha ritrovato, riscritto e prodotto ricavandone 7 nuove eccezionali canzoni, e l’imperdibile raccolta “77+7”, con i 77 singoli che hanno fatto la storia del Liga, rimasterizzati nel 2020, oltre ai 7 brani inediti.

L’album “7” e la raccolta “77+7” (entrambi pubblicati e distribuiti da Warner Music Italy) sono disponibili in pre-order da oggi, lunedì 26 ottobre, in tutti gli store digitali: https://ligabue.lnk.to/Sette77

Luciano ha scoperto che i singoli che hanno fatto la sua storia musicale sono proprio 77, fatto davvero incredibile per la combinazione che siano esattamente quel numero e per la quantità che ci fa capire quanto in questi trent’anni in media ogni cinque mesi sia uscito un singolo di Ligabue.

I 77 singoli sono stati riassunti dall’artista in un’esclusiva raccolta, unitamente al disco con 7 brani inediti tra cui “LA RAGAZZA DEI TUOI SOGNI” (in radio e disponibile in digitale), il cui video è visibile al seguente link: https://youtu.be/Sn_IVcpjQrc

Questo l’annuncio di Ligabue con un video pubblicato ieri sui suoi social: «Sono arrivate anche le copertine, e sono le copertine di due album che stanno per uscire…come vedete tutte e due hanno a che fare con un numero molto importante per me, chi mi segue sa anche i motivi: uno è un 7 perché mi sono reso conto che nel cassetto avevo 7 spunti di canzoni che avevo voglia di elaborare, quindi le ho riscritte e riarrangiate insieme al buon vecchio Fabrizio Barbacci e questo è un vero e proprio album d’inediti. Poi mi sono anche reso conto che tutti i singoli che sono usciti in questo trentennale sono addirittura 77, quindi facciamo uscire anche questo cofanetto che si chiamerà 77+7 in cui ci sono tutti i singoli usciti durante questi 30 anni più questo nuovo album di inediti. Usciranno il 4 dicembre, non vedo l’ora!»

“7” segna la ritrovata collaborazione tra Ligabue e Fabrizio Barbacci, insieme hanno prodotto l’album e rimasterizzato i 77 singoli che compongono la raccolta.

Queste le 7 canzoni che compongono l’album “7”:

1. La ragazza dei tuoi sogni

2. Mi ci pulisco il cuore

3. Si dice che

4. Un minuto fa

5. Essere umano

6. Oggi ho perso le chiavi di casa

7. Volente o nolente

È inoltre disponibile in libreria e negli store digitali “È ANDATA COSÌ” (Mondadori), l’autobiografia artistica di Luciano Ligabue, scritta a quattro mani con Massimo Cotto, che ripercorre la straordinaria trentennale carriera del “Liga”: canzoni, dischi, concerti, tour, eventi, libri, film e non solo… tra aneddoti, retroscena e dettagli creativi completamente inediti!

www.ligabue.com

Colesterolo, un agrume verde efficace contro quello alto

Pubblicato il 27 Ott 2020 alle 6:00am

C’è un agrume molto speciale, il bergamotto, che promette proprietà terapeutiche per una serie di patologie. (altro…)

Bambina di 6 anni ha diversi tumori, ma i medici non se ne accorgono

Pubblicato il 27 Ott 2020 alle 5:27am

I dottori dicevano ai genitori che la loro figlia mentiva, che non aveva niente, che fingeva di star male. Ma la piccola di 6 anni, invece, aveva ragione di lamentarsi, perché soffriva di un tumore raro.

Elizabeth è una bambina di soli 6 anni che per 7 mesi ha lamentano dolori lancinanti ma che nessuno medico le ha creduto.

Per otto volte i genitori erano andati al pronto soccorso per capire che cosa le stesse accadendo senza ricevere alcuna risposta, dal personale medicosanitario.

Purtroppo la piccola è affetta da un cancro molto raro: la diagnosi è arrivata solo quando i genitori hanno cominciato a insistere.

“Abbiamo scoperto la malattia solo perché ero consapevole che mia figlia non stava bene. – dice la mamma Emma Osborne – È stato un viaggio terribile e spero che nessun altro genitore debba affrontarlo. Pensare che tuo figlio ha il cancro nel corpo per sette mesi senza alcun trattamento è semplicemente orribile”.

La bambina ha un raro tumore del sistema linfatico, il linfoma non hodgkin.

La donna ha scoperto la malattia della figlia in quanto ha trovato nella sua bambina un nodulo che l’ha insospettita. E grazie a una risonanza magnetica è emersa anomalia ossea nella gamba, che ha permesso poi di scoprire la presenza di diversi tumori al viso, al cranio e alla mascella.

Pronti soccorso presi d’assalto, situazione drammatica

Pubblicato il 26 Ott 2020 alle 6:16am

“La situazione nei Pronto soccorso (Ps) è drammatica, con fortissime criticità in tutte le Regioni. I Pronto soccorso, in questi giorni, sono presi d’assalto da pazienti con sintomi da Covid-19 e ci sono file di ambulanze in attesa”.

A lanciare l’allarme è il presidente della Società italiana di medicina di emergenza urgenza (Simeu) Salvatore Manca. Interpellato dell’agenzia Ansa, ha infatti riferito che i reparti Covid, “sono pieni ed i Pronto soccorso stanno diventando un ‘parcheggio’ per questi pazienti anche per 3-5 giorni. Stiamo assistendo tutti ma mancano medici e infermieri. Non ce la facciamo più a reggere”.

Covid, nuovo Dpcm in vigore da domani lunedì 26 ottobre fino al prossimo 24 novembre

Pubblicato il 25 Ott 2020 alle 5:01pm

Il presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte ha firmato oggi il Dpcm in vigore da domani lunedì 26 ottobre, fino al prossimo 24 novembre. Fissata alle ore 18 la chiusura dei locali pubblici. La domenica e i giorni festivi bar e ristoranti potranno rimanere aperti (sempre fino alle 18). Su questo ha pesato il parere del Comitato tecnico scientifico consegnato al governo perché secondo gli esperti «l’apertura domenicale dei ristoranti può essere utile per limitare le riunioni familiari». E proprio sulla base di queste considerazioni si è deciso di accettare la richiesta della Regioni.

Gli scienziati hanno espresso la loro perplessità in merito alla raccomandazione di limitare lo spostamento tra Comuni, anche perché i dati dimostrano che i focolai sono soprattutto nelle aree metropolitane. Riserve forti anche rispetto alla scelta di autorizzare le fiere internazionali. Per il resto hanno condiviso il testo del decreto del governo.

Scuola «L’attività didattica ed educativa per il primo ciclo di istruzione e per i servizi educativi per l’infanzia continua a svolgersi in presenza. Per contrastare la diffusione del contagio, le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado adottano forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica ai sensi degli articoli 4 e 5 del decreto del Presidente della Repubblica 8 marzo 1999, n. 275, incrementando il ricorso alla didattica digitale integrata, per una quota pari almeno al 75 per cento delle attività, modulando ulteriormente la gestione degli orari di ingresso e di uscita degli alunni, anche attraverso l’eventuale utilizzo di turni pomeridiani e disponendo che l’ingresso non avvenga in ogni caso prima delle 9».

Bus e metropolitane «È fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi».

Spostamenti tra Regioni Eliminato il riferimento ai movimenti fuori dal Comune e dunque è sempre consentito anche lo spostamento tra Regioni.

Giochi, cinema, teatri «Sono sospese le attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò; Sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto».

Negozi «Le attività commerciali al dettaglio si svolgono a condizione che sia assicurato, oltre alla distanza interpersonale di almeno un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all’interno dei locali più del tempo necessario all’acquisto dei beni; le suddette attività devono svolgersi nel rispetto dei contenuti di protocolli o linee guida idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio».

Bar e ristoranti «Le attività dei servizi di ristorazione (tra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5 fino alle 18; il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi; dopo le ore 18 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico; resta consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati; resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, nonché fino alle ore 24 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze».

Photo Credit quifinanza.it

Coronavirus, chiusura anticipata alle 18 della ristorazione, in ginocchio tutto il settore agroalimentare

Pubblicato il 25 Ott 2020 alle 3:24pm

La chiusura anticipata alle 18 della ristorazione, con il crollo delle attività di bar, gelaterie, pasticcerie, trattorie, ristoranti e pizzerie ha un effetto negativo a cascata su tutto il settore agroalimentare nazionale, con una perdita di fatturato di oltre un miliardo per le mancate vendite di cibo e bevande nel solo mese di applicazione delle misure di contenimento. (altro…)