Anticorpi impazziti possono causare formazione di trombi

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 07 Nov 2020 alle ore 6:49am

E’ stata scoperta una importante causa di complicazioni in pazienti che presentano il Covid. La formazione di coaguli di sangue (trombi), specifici ‘auto-anticorpi’ (anticorpi impazziti che attaccano il paziente stesso) ed innescano la formazione dei trombi, presenti nella metà dei pazienti ricoverati per questa patologia.

Resa nota sulla rivista scientifica Science Translational Medicine, la scoperta in questione è di Yogen Kanthi, del Michigan Medicine Frankel Cardiovascular Center e del National Institutes of Health’s National Heart, Lung, and Blood Institute.

La patologia è frequente con la formazione di coaguli di sangue in grandi e piccoli vasi, specie nei polmoni dove compromette gli scambi gassosi. Gli esperti hanno studiato il sangue di 172 pazienti ricoverati per Covid e individuato in almeno la metà dei pazienti la presenza degli autoanticorpi ‘anti-fosfolipidi’. Già noti perché si tratta di una grave malattia autoimmunitaria chiamata appunto ‘sindrome degli anticorpi anti-fosfolipidi’, caratterizzata proprio dalla formazione di trombi.

“In pazienti COVID-19, continuiamo a vedere un incessante ciclo di infiammazione e formazione di trombi” – a spiegarlo Kanthi.

“Adesso stiamo capendo che gli autoanticorpi potrebbero essere i colpevoli di questo circolo vizioso di infiammazione e trombi che aggrava la malattia”