Stava rientrando a casa dopo una serata trascorsa a Bologna insieme alla sua fidanzata, con la quale si sarebbe trattenuto un po’ troppo e avrebbe fatto poi tardi a rientrare a casa.

I Carabinieri lo hanno trovato in giro in macchina alle 23.30, un’ora e mezza dopo lo scattare del ‘coprifuoco’ imposto dall’ultimo Dpcm.

Il ritardo è costato una multa. Si tratterebbe
probabilmente di uno dei primi sanzionati nel Bolognese per avere violato le restrizioni sugli orari degli spostamenti.

L’uomo, 43 anni, è incappato in un controllo dei Carabinieri ieri sera a Crespellano, mentre stava tornando verso la propria abitazione. La spiegazione fornita da lui, ai militari che lo hanno fermato, per giustificare la sua presenza fuori casa, non rientrava tra quelle ammesse dalla normativa. Nei servizi per verificare il rispetto delle misure anti Covid, ieri nel Bolognese l’Arma ha identificato 656 persone e controllato 490 veicoli e 96 esercizi pubblici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.