dicembre, 2020

82enne fa congelare la moglie morta di tumore nella speranza di riportarla in vita per curare la malattia

Pubblicato il 28 Dic 2020 alle 6:15am

Ha fatto congelare il corpo della moglie morta di cancro a 66 anni con la speranza che le nuove tecnologie e la ricerca possano riportarla in vita in futuro. Si chiama Alan, ha 82 anni, e ha firmato per lo stesso programma per essere riunito alla moglie deceduta in un futuro prossimo in cui, secondo lui, sarà possibile sconfiggere la morte.

Questa storia arriva dall’istituto no-profit Cryonics Institute.

Una scommessa della tecnologia che Alan sa benissimo. Non ha potuto fare a meno di restare colpito dal progetto e ha deciso così di iscriversi con la speranza di un risveglio futuro. L’obiettivo della sospensione nel liquido di azoto a -196° C è la conservazione di tessuti, organi e cervello dopo che il cuore smette di battere. Prima, il sangue del paziente viene sostituito con crioprotettori, il cui processo è noto con il termine di vetrificazione.

“Io penso che questa sia una possibilità – ha affermato Alan – e che è comunque meglio sperare che essere mangiati dai vermi, quindi mi sono detto perché no. Gli scienziati fanno progressi continuamente, non c’è motivo per cui non dovrebbero riuscire a fare una cosa del genere. Hanno rianimato vermi di milioni di anni fa, perché non è possibile immaginare una cosa del genere con noi? Bisogna solo riparare il danno che ci ha fatto morire”.

Sylvia è morta dopo sei settimane dalla diagnosi di cancro ai polmoni nel 2013. Alan ha pagato 28.000 sterline per la conservazione del corpo della donna e per il trasporto dall’Inghilterra all’Usa. La nanotecnologia è forse la promessa più importante per la “rinascita” della coppia. Gli oppositori di questi studi considerano la crionica una pseudoscienza fantasiosa, ma Alan ci crede e intanto dichiara “Mi godo la vita, nonostante io sia invecchiato, e di certo se mi chiedessero di morire domani rifiuterei. Non vedo nulla di male nella speranza di un risveglio” spiega ancora Alan. Con questa speranza, Sylvia non ha ricevuto un funerale, ma solo una targa commemorativa che la famiglia usa per occasioni speciali come il suo compleanno.

Lui spera di ricongiungersi alla moglie Sylvia dopo la morte, ma non in un’altra vita. La sua speranza è che, dopo essere stata congelata in seguito al decesso avvenuto a 66 anni per il cancro, il suo corpo possa essere poi riportato in vita per curare la malattia che l’ha portata alla morte.

Lombardia, vaccino antiCovid-19: sarà vaccinato l’80% di medici, infermieri e oss

Pubblicato il 28 Dic 2020 alle 6:00am

Contro il Covid-19 in arrivo 1.620 dosi destinate ai professionisti della salute. (altro…)

Doxa, 7 italiani su 10 hanno fatto second hand. E per la moda arriva Vinted in Italia

Pubblicato il 28 Dic 2020 alle 6:00am

Sono tanti, coloro che a causa della crisi e del covid vendono oggetti che non servivano più e ne cercano altri più adatti alle loro esigenze, in entrambi i casi con un risparmio e un guadagno per 7 italiani su 10.

E’ quanto emerge da un’indagine chiamata La Second Hand ai tempi di Covid-19 a novembre 2020 da BVA Doxa per Subito, piattaforma per vendere e comprare con oltre 13 milioni di utenti unici mensili, che ha evidenziato come il 67% degli italiani abbia acquistato o venduto almeno un oggetto usato da marzo in poi, un dato questo che è in forte aumento rispetto al 49% del 2019. E a dicembre 2020 è stata lanciata in Italia ‘Vinted’, la più grande piattaforma online C2C europea dedicata alla moda second hand, un’app gratuita che da l’opportunità a tutti di vendere e comprare vestiti e accessori dando così loro una seconda chance di vita.

Individuati 6 casi di variante virus Covid 19 in Campania e 3 in Veneto, di pazienti di ritorno dal Regno Unito

Pubblicato il 27 Dic 2020 alle 6:31am

Sono stati riscontrati sei casi di ‘variante inglese’ Covid-19 dai ricercatori del gruppo di sequenziamento genomico coordinato da Davide Cacchiarelli presso l’istituto Telethon di Genetica e Medicina di Pozzuoli, il Tigem. I sei tamponi provenivano da viaggiatori di ritorno da Londra, controllati nei giorni scorsi nell’aeroporto di Capodichino prima della sospensione dei voli dal Regno Unito. (altro…)

Prima vaccinata in Italia ha 29 anni, è infermiera che cura a casa anziani

Pubblicato il 27 Dic 2020 alle 6:07am

Ha 29 anni ed è romana e lavora presso il reparto malattie infettive dello Spallanzani, ma in questi mesi di emergernza Covid ha anche curato presso il loro domicilio molti anziani.

Si chiama Claudia Alivernini ed è la prima infermiera che sarà vaccinata all’Istituto Nazionale di Malattie Infettiva Lazzaro Spallanzani, oggi 27 dicembre 2020 in occasione del V-Day.

Covid e respirazione nasale per prevenirlo

Pubblicato il 27 Dic 2020 alle 6:00am

Il naso purifica l’aria, la rinfresca e la umidifica. Queste tre condizioni sono indispensabili e fisiologiche soprattutto in tempo di virus come il Covid -19. (altro…)

Le piante di casa che purificano l’aria

Pubblicato il 26 Dic 2020 alle 7:52am

Esistono delle piante che possono rendere i nostri ambienti casalinghi più accoglienti e profumati, in quanto possono anche purificare l’aria e donarci un senso di natura e confort, essere anche un ottimo antistress. Vediamo quali sono:

1. Areca Progettata biologicamente per prendere anidride carbonica e rilasciare ossigeno ha la capacità di purificare anche l’ambiente in cui viene inserito eliminando sostanze chimiche pericolose come formaldeide, xilene e toluene. Produce ossigeno di giorno, ideale per il soggiorno.

2. Sanseveria Considerata altamente efficiente nella produzione di ossigeno, la pianta conosciuta anche come la lingua della suocera, è unica per la sua produzione di ossigeno notturno e la capacità di purificare l’aria attraverso la rimozione di benzene, formaldeide, tricloroetilene, xilene e toluene. Ideale per la camera da letto.

3. Pothos In grado di rimuovere sostanze chimiche e altri inquinanti dall’aria, in particolar modo benzene, formaldeide, xilene e toluene. E’ una delle più tipiche piante da appartamento, il nome latino è Scindapsus, o epipremnum. Piante erbacee rampicanti o prostrate, originarie delle isole del Pacifico. E’ ideale per la cucina e il soggiorno.

4. Gerbera Distinta per la sua capacità di produrre alti livelli di ossigeno durante la notte, pur rimuovendo sostanze chimiche nocive, come il benzene e il tricloroetilene, è efficace per chi soffre di apnea del sonno e disordini respiratori, da posizionare sul comodino per un sonno migliore. Ideale quindi nelle camere da letto.

5. Aglaonema L’aglaonema è una delle piante domestiche più diffuse nel mondo. Emette un alto contenuto di ossigeno purificando spazi interni di sostanze chimiche nocive come il benzene, la formaldeide e altre tossine. Ideale per cucina e soggiorno.

In Italia, le ricerche su Pinterest, motore di scoperta visiva, per “piante invernali” sono aumentate del 75%. Le piante invernali sono in grado di resistere alle basse temperature e non necessitano della luce solare per mantenersi vigorose e sempre verdi. Inoltre, grazie a vasi o apposite griglie, possono essere posizionate a varie altezze e in diversi punti della casa. Di seguito, alcuni consigli da Pinterest per creare un’oasi verde all’interno della propria casa. Si possono trovare paragrafi su:

Colesterolo, l’Abc in un sito

Pubblicato il 26 Dic 2020 alle 6:00am

abcolesterolo.it, è il sito dove è possibile trovare tutto ciò che riguarda il colesterolo. Apre, inoltre, alla campagna di Daiichi Sankyo Italia, in collaborazione con il Gruppo di studio di aterosclerosi, trombosi e biologia vascolare (Atbv) per la prevenzione dell’ipercolesterolemia, tanto più pericolosa perché asintomatica e quindi impercettibile da chi ne soffre, ma che spesso si può gestire attraverso semplici accorgimenti.

In tutta Europa – ricorda una nota – ogni anno muoiono 4 milioni di persone per malattie cardiovascolari, 111 miliardi i soldi spesi per l’assistenza sanitaria legata a queste patologie, e l’ipercolesterolemia nelle donne e negli uomini europei ha una prevalenza del 54%: la percentuale più alta del mondo.

Charlotte Casiraghi è la nuova testimonial Chanel

Pubblicato il 25 Dic 2020 alle 7:22am

Charlotte Casiraghi diventerà ambasciatore e testimonial della casa di altamoda Chanel.

La principessa figlia di Caroline di Monaco incarnerà anche la campagna per la collezione Ready-to-Wear Primavera/Estate 2021 immaginata da Virginie Viard, fotografata a Monaco da Inez van Lamsweerde e Vinoodh Matadin.

Charlotte Casiraghi è sempre stata fedele alla maison, partecipando a numerosi eventi e spettacoli, organizzati dalla casa di moda e indossando regolarmente le sue creazioni.

Photo credit Designescene.it

Eleventy lancia linea Home

Pubblicato il 25 Dic 2020 alle 7:12am

Il gruppo di abbigliamento Eleventy lancia una linea casa. Una capsule collection di complementi d’arredo che comprende tazzine da caffè con palettina in stoneware, vassoi in legno di rovere, vasi in ceramica, supporti per candele e profumatori, tovagliette, cuscini, plaid (in vendita online).

“C’è voglia di bellezza e del ‘bel vivere’, di contornarsi di cose belle anche quando stiamo a casa” spiega Marco Baldassari, fondatore del Gruppo.

Disegnata da Eleventy, in collaborazione con lo studio Parisotto + Formenton Architetti, la collezione è composta da complementi d’arredo e accessori per la casa in legno, pietra, ceramica e tessuti dove l’aspetto caldo e tattile dei materiali naturali si uniscono ad uno stile essenziale e timeless dalle linee nette e pulite. L’estetica rigorosa ed elegante di Eleventy Home, rispecchiano la filosofia del brand, il gusto sofisticato, senza tempo, la cura per i dettagli e il saper fare artigianale.