Febbraio 2nd, 2021

L’haute couture SS 2021 di Valentino diventa un film

Pubblicato il 02 Feb 2021 alle 6:00am

La preparazione dell’haute couture SS 2021 di Valentino, che ha debuttato nella Galleria di Palazzo Colonna a Roma, diventa un film.

Un video digitale intitolato “Code Temporal”, girato da Robert Del Naja e Mario Klingemann nell’atelier di Valentino, nei mesi che hanno preceduto la sfilata. Al centro del racconto le mani operose di sarte e ricamatrici.

Immagini “nervose” e ritmate dagli algoritmi di un computer, di braccia vestite da camici candidi, che srotolano con dolcezza infinita sete e chiffon.

In Svizzera, per i bambini lezioni di democrazia

Pubblicato il 02 Feb 2021 alle 6:00am

A lezioni di democrazia. Un ambiziosissimo progetto per i bambini che viene organizzato in Svizzera, nella zona di Losanna a Sauvabelin, creato da tre scuole materne private.

“L’idea è che i bambini imparino la democrazia”, ​​ha detto all’Afp Olivier Delamadeleine, capo del gruppo Educalis che gestisce le scuole materne. “Riteniamo che sia importante imparare i ‘riflessi giusti’ fin dalla tenera età”. C’è stata una crescente spinta in Svizzera a tali sforzi, ma il progetto Educalis si distingue per la giovanissima età dei suoi partecipanti. Una volta alla settimana, circa 35 bambini di tre e quattro anni provenienti dalle tre scuole dell’infanzia si riuniscono nel “villaggio” del gruppo in una zona boschiva alla periferia della città. Come si svolgono le lezioni? Come un gioco di ruolo. Alcuni bambini interpretano ruoli come capo del villaggio, infermiera o agente di polizia, indossando uniformi fatte in casa. “Prendono i loro ruoli molto sul serio”, dice Demadeleine mentre una delle “infermiere”, che indossa una maglietta bianca con una croce rossa sulla tuta da neve, si precipita in aiuto di un bambino che piange caduto faccia a faccia nella neve . Le giornate nel villaggio si trascorrono all’aperto, indipendentemente dal tempo. Infagottati in tute colorate, i bambini si siedono irrequieti sui gradini in attesa del grande evento della giornata: un referendum.

Eve L’Eplattenier, a capo di due scuole dell’infanzia, si inginocchia nella neve dietro un tavolo con un’urna di metallo e indica una bandiera bianca con uno stemma adornato da una grande “E”.

“Questa è la tua nuova bandiera”, ricordando ai bambini della prima votazione svoltasi nel villaggio a novembre, quando è stato chiesto loro di scegliere tra due disegni. Come allora, i bambini hanno ricevuto, ora, di nuovo per posta, una busta con materiale di voto identico a quello che gli adulti ricevono prima di ogni votare.

Questa volta, ai bambini è stato chiesto loro di decidere come preferirebbero votare: mettendo una X accanto ai disegni che illustrano l’attuale sistema di voto a scrutinio segreto, o per alzata di mano. Per aiutare a organizzare il voto, L’Eplattenier chiama dunque due ragazze, Olivia e Layla, che indossano magliette dipinte a mano sopra tute per la neve, identificandole come i capi villaggio. Le due ragazze, distribuiscono le buste sigillate con le schede che i bambini avevano compilato a casa, e ogni bambino inserisce uno dei voti segreti nell’urna con le mani guantate.

Prossimo voto: dovremmo eliminare i sonnellini? – Successivamente, cinque bambini e tre adulti entrano in un piccolo rifugio solitamente utilizzato per i pasti che ora sfoggia un cartellone che lo dichiara “ufficio per il conteggio dei voti”. Seduta intorno a un grande tavolo, L’Eplattenier spiega come aprire ogni busta e disporre le schede in due pile. Quindi contano attentamente ogni pila insieme: 19 voti per alzare la mano e 17 a favore di continuare con il voto segreto. “Alzare la mano ha vinto”, dice Layla ai bambini riuniti fuori.

Crisi e parsimonia per gli acquisti

Pubblicato il 02 Feb 2021 alle 6:00am

Consumatori meno voraci, quasi monastici. I brand dovranno tenerne conto.

Uno shopping più consapevole e responsabile, dunque, anche per il cibo, assicurano gli analisti di Mintel nel Global Consumer Trends 2021. “La pandemia ci ha fatto scontrare con l’imprevisto, l’ignoto e il cambiamento repentino delle nostre vite tarando nuovamente i nostri desideri in termini di acquisti”, spiegano gli autori dello studio che anticipa le principali tendenze che comanderanno i nostri comportamenti di acquisto e che avranno perciò un impatto importante su mercati, brand e consumatori stessi. “Cosa vogliono i consumatori, alla luce dell’imprevisto della pandemia che stanno vivendo? Le previsioni si adattano al momento storico che ci rende consumatori più fluidi, più adattivi e reattivi al cambiamento. Registriamo mutamenti sottili ma profondi nel pensiero dei consumatori e nelle risposte delle imprese”, ha commentato Simon Moriarty, direttore di Mintel Trends, EMEA. Le sette tendenze del consumatore 2021:

– Il benessere mentale e le coccole – Empowerment collettivo – L’essenziale – Desiderio di stare insieme – Spazi urbani sostenibili – Vite virtuali – Nuove applicazioni e mezzi digitali