Febbraio 17th, 2021

Francesco Renga in gara a Sanremo con “Quando trovo te”

Pubblicato il 17 Feb 2021 alle 7:19pm

FRANCESCO RENGA è tra i cantanti protagonisti del 71° Festival di Sanremo, in gara con il brano “QUANDO TROVO TE” (Sony Music).

foto da ufficio stampa artista

“Sto preparando i bagagli per il Festival, e mi porterò molti maglioncini; dato che non farò interviste di persona, ma saranno tutte in videocollegamento, potrò permettermi di stare in mutande, tanto dalla cintola in giù non mi si vedrà”.

Francesco Renga lo rivela in una intervista di gruppo in cui il Covid, il lockdown e il periodo particolare che stiamo vivendo sono state al centro della diretta via Zoom, in conferenza stampa.

“Tornare a Sanremo non ha mai avuto per me un significato più profondo – spiega Renga – non è solo la gioia di tornare su quel palcoscenico, in quel contesto così importante per la musica e per il mio lavoro. Questa volta
significa ricominciare finalmente a farlo, il mio lavoro. Significa ripartire insieme con tutto il Paese. Sanremo diventa così il simbolo stesso di una ripartenza del mondo dello spettacolo e un segnale di speranza: la speranza che questo incubo possa finire il prima possibile».

“QUANDO TROVO TE”, scritto dallo stesso Francesco insieme a Roberto Casalino e Dario Faini, esplora il concetto di “oblio salvifico”: dimenticare come forma di protezione e come riparo da una vita che spesso ci costringe alla fretta. Il brano racconta del momento in cui quel ricordo felice che ognuno di noi tiene nascosto in fondo al proprio cuore come un prezioso tesoro, al riparo dal casino della quotidianità, all’improvviso riaffiora potente nelle nostre esistenze, restituendo loro un senso più profondo e aprendoci gli occhi su una realtà che è migliore di quello che pensiamo.

Dopo Sanremo, Francesco sarà impegnato con un giro di concerti live da maggio prossimo dal titolo “INSIEME TOUR”, che che lo vedrà protagonista nei principali teatri italiani.

Queste la date confermate ad oggi: 14 maggio Teatro Colosseo di Torino, 16 maggio Teatro degli Arcimboldi di Milano, 17 maggio Europauditorium di Bologna, 21 maggio Teatro Dis_Play di Brescia, 24 maggio Teatro Team di Bari, 26 maggio Teatro Augusteo di Napoli, 28 maggio Teatro Brancaccio di Roma, 30 maggio Teatro Verdi di Firenze.
I biglietti per “INSIEME TOUR” sono disponibili in prevendita su Ticketone e nei punti vendita abituali (Per info: www.friendsandpartners.it).

Cioccolato per abbassare la glicemia

Pubblicato il 17 Feb 2021 alle 6:00am

Mangiare un pezzetto di cioccolato fondente al giorno aiuta ad abbassare la glicemia. Parola di esperti.

Mangiare infatti un pezzetto al giorno di cioccolato fondente può essere un buon alleato per prevenire le malattie cardiache e aiutare chi soffre di diabete. Riduce i livelli di zucchero e di insulina nel sangue. Lo hanno annunciato gli scienziati del Centre for Global Cardiometabolic Health della Brown University (Usa), che sull’argomento hanno pubblicato i risultati sulla rivista scientifica ‘Journal of Nutrition’.

Mangiare il cioccolato fondente è molto utile nella lotta al diabete di tipo 2.

Vaccinazioni antiCovid domicilio per ultra-ottantenni che non possono spostarsi

Pubblicato il 17 Feb 2021 alle 6:00am

E’ stato definito oggi l’accordo tra i medici di medicina generale e l’Assessorato alla Salute della Regione Umbria per la vaccinazione anticovid a domicilio degli over 80 che non potranno recarsi nei punti vaccinali distribuiti sul territorio regionale: a comunicarlo è stato l’assessore Luca Coletto, “ringraziando ancora una volta i medici di medicina generale per la grande professionalità che, ancora una volta, hanno manifestato mettendosi a disposizione in un momento in cui la categoria è già gravata da un forte carico di attività”.

“L’accordo raggiunto – ha spiegato l’assessore – assume un importante significato perché, visto che siamo ancora in attesa di un accordo nazionale, accelera i tempi di vaccinazione delle persone anziane nella regione. Considerato il numero esiguo di vaccini, al momento l’accordo prevede che i medici di medicina generale li somministrino solo alle persone di oltre 80 anni che non possono spostarsi dalla loro abitazione”.

Da precisare che, per questi soggetti, non occorre nessun tipo di prenotazione in quanto i medici di base hanno già a disposizione un loro elenco e saranno direttamente loro a contattare i pazienti, anche per raccogliere il consenso alla vaccinazione.