Un report targato CNBC parte dalle parole della psicologa Mary Alvord, direttrice del centro Alvord, Baker & Associates a Rockville, nel Maryland e rivela:

“Penso che le persone fossero semplicemente incredule del fatto che tutto questo stesse accadendo così rapidamente e in modo così drammatico. La prima conseguenza diretta era l’ansia in termini di incertezza quotidiana, ovvero del non sapere cosa sarebbe successo. Il tutto, penso, si è poi trasformato in un’enorme tristezza.”

Ecco perché molti psicologi confermano di aver visto molti più pazienti soffrire di ansia e depressione nell’ultimo periodo e anno.

In più, negli Stati Uniti d’America è stato segnalato anche un aumento simile nella domanda di trattamento per traumi e disturbi legati a stress e disturbi del sonno, attacchi di panico ecc, ecc.

In America la telemedicina è molto più diffusa, con sedute a distanza, mentre in Italia è ancora un’abitudine poco praticata e radicata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.