Usato anche dagli antichi, l’aceto di mele aiuta a dimagrire.

Il “padre della medicina” riteneva che l’aceto di mele fosse alleato preziosissimo per curare soprattutto ferite e piaghe. Ma non solo.

L’aceto di mele ha al suo interno soltanto 20 kcal per 100 gr, e ancora, minerali, oligoelementi naturali, vitamine, acido acetico e beta carotene.

E’ in grado di svolgere un’azione rimineralizzante, e per questo motivo, può essere utilizzato come un integratore alimentare salino dopo aver praticato attività fisica o aver sudato tanto, anche in estate.

Consente inoltre, di eliminare tossine, agendo su fegato e facilitando la metabolizzazione dei grassi;

ha un effetto diuretico, in quanto aiuta ad eliminare i liquidi che sono in eccesso, cellulite, su gambe, braccia e ventre;

accelera il metabolismo, aiutando ad eliminando grassi in eccesso;

migliora la flora batterica, e aiuta a combattere la stitichezza;

in più, è anche in grado di prevenire infezioni urinarie;

curare infiammazioni gengivali;

contrastare la formazione di catarro

prevenire la secchezza oculare;

alleviare tosse e proteggere dal raffreddore;

riduce il rischio di calcoli renali.

Come assumerlo?

L’aceto di mele può essere assunto come dose, un cucchiaio circa 30 minuti prima di ogni pasto, accompagnato da un bicchiere d’acqua (o anche due) tiepida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.