Il colore delle urine è normalmente giallo, limpido e di una tonalità simile a quella della birra. Problemi di salute o condizioni alimentari possono alterarne le caratteristiche cromatiche, conferendo alle urine un aspetto inusuale.

Se si beve molta acqua è normale osservare un colorito pallido dell’urina, più simile all’acqua, mentre in condizioni di poca sete si può notare un colore giallo ambrato. In questi casi le alterazioni cromatiche dipendono dalla semplice diluizione o concentrazione del pigmento principe dell’urina, chiamato urocromo.
Sempre tra le condizioni non patologiche, il colore delle urine, così come il loro odore, può variare se si consumano alcuni alimenti.

Variazioni di colore urine per patologie

Nessun colore – trasparente. Significa che si sta bevendo molta acqua.

Colore giallo paglierino. Indica uno stato di salute ottimale: l’organismo è sano e ben idratato.

Giallo scuro. Anche in questo caso, l’organismo risulta in buona salute ma è bene bere più acqua.

Ambra o miele. E’ il primo segnale che il corpo non sta assumendo abbastanza acqua: un sintomo a cui rimediare quanto prima.

Marrone. Potrebbe essere la spia di una malattia a carico del fegato o di una grave disidratazione. Se il problema persiste, è bene informare subito il proprio medico di fiducia.

Rosa tendente al rosso. Se si mangiano alcuni alimenti come nel caso delle barbabietole o i mirtilli potrebbe essere anche normale, altrimenti può indicare la presenza di sangue nelle urine, infezioni al tratto urinario o tumori. Il consiglio è quello di informare tempestivamente il proprio medico di base.

Arancia. Anche in questo caso può indicare una scarsa assunzione di acqua ma anche una condizione patologica del fegato o del dotto biliare.

Blu o verde. Esiste una rara malattia genetica che può far apparire l’urina blu o verde, anche se più plausibilmente si tratta di una condizione dovuta a coloranti alimentari.

Consistenza schiumosa. Se occasionale, si tratta di una condizione che non deve assolutamente allarmare. Se il problema persiste, però, potrebbe essere l’effetto di una dieta eccessivamente proteica o di un problema ai reni.

E’ bene però tener presente che esistono agenti esterni che possono influenzare il colore delle urine come ad esempio alcuni farmaci lassativi o chemioterapici.

Photo credits Caffeinamagazine.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.