Nel testo finale, arrivato in Gazzetta Ufficiale, del decreto aperture non è più presente il riferimento previsto dalle bozze che prevedeva la possibilità di riaprire i centri commerciali, i parchi commerciali e le strutture analoghe nei fine settimana a partire dal prossimo 15 maggio.

“Prendiamo atto che la riapertura dei centri commerciali durante il fine settimana è stata cancellata, senza alcuna spiegazione dichiara Alberto Frausin, presidente di Federdistribuzione all’Ansa: ” – Non possiamo accettare che le aziende del commercio, che hanno sempre risposto con responsabilità durante tutte le fasi dell’emergenza pandemica, non abbiano una prospettiva certa sulla data di riapertura dei punti vendita, a differenza di tutti gli altri settori”.

“E’ un fatto inspiegabile e altamente preoccupante il dietrofront di cui abbiamo avuto notizia nottetempo a proposito della mancata riapertura dei centri commerciali”, gli fa eco sempre all’ANSA il presidente di Ancc-Coop (Associazione Nazionale Cooperative di Consumatori) e Coop Italia, Marco Pedroni.

“Non conosciamo le ragioni che sottendono a tale decisione”, osserva il presidente.

“I centri commerciali sono luoghi sicuri dove sono state attivate tutte le misure precauzionali richieste, in qualsiasi giorno della settimana inclusi i week end. Chiediamo con forza – conclude Pedroni – la correzione del testo del Decreto che permetta così la riapertura dei centri commerciali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.