La 23enne, tirocinante in psicologia alla Usl Toscana nord ovest, che domenica ha ricevuto per errore sei dosi di vaccino Pfizer, è stata dimessa ieri mattina, dopo aver trascorso la notte in ospedale monitorata costantemente.

La Usl conferma che non ci sono stati effetti collaterali in seguito al sovradosaggio iniettato alla giovane. La quale ha avuto semplicemente i sintomi del post vaccinazione, febbre, dolori alle ossa e dolore al braccio. Intanto la madre spiega “non abbiamo intenzione di procedere per vie legali. Non vogliamo rovinare la vita a nessuno, è stato un errore umano e visto che mia figlia sta bene e che presto lavorerà proprio nella Usl, desideriamo manifestare fiducia nel sistema sanitario e ringraziare chi ci sta supportando in questa fase delicata. Abbiamo avuto paura questo sì – aggiunge la donna -, perché nessuno sa cosa potrebbe succedere al suo fisico in futuro”.

Photo credits GoNews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.