Un tavolo tecnico fra ministero, regioni e Comitato tecnico scientifico dovrà fare il punto della situazione e decidere sul da farsi.

La contesa principale è il numero di persone che possono sedere allo stesso tavolo.

Lo scontro è nato nella giornata di ripartenza, con i ristoranti finalmente aperti anche al chiuso e con la possibilità di riassaporare un caffè al bancone del bar. Invece per ristoranti e bar il 1° giugno è stata la giornata della confusione sul numero dei commensali al tavolo. Da una parte la tesi del ministero della Salute – quattro a tavolo in zona bianca o gialla se non conviventi – , dall’altra quella del ministero degli Affari regionali: quattro tavola solo in zona gialla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.