Al via l’estensione alle donne senza limiti di età, delle agevolazioni previste fino a pochi giorni fa solamente per i giovani imprenditori agricoli con la misura ‘Più impresa’ di Ismea. Lo prevede il decreto Sostegni-Bis convertito in legge, con una modifica destinata a favorire l’imprenditoria femminile in agricoltura che oggi rappresenta circa il 26% del totale.

Si tratta di un contributo a fondo perduto fino al 35% delle spese ammissibili e in un mutuo a tasso zero per la restante parte nei limiti del 60% dell’investimento, di cui possono beneficiare le imprenditrici e le imprese a totale o prevalente partecipazione femminile. Un sostegno importante, fa sapere Ismea, che si aggiunge allo strumento ‘Donne in Campo’ che resta operativo.

A fine 2020 le donne che in agricoltura erano 233 mila su un totale di 912 mila occupati, dove spicca su tutte il Sud.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.