Ha girato solo in quest’anno tre film: «Prove mortali», remake della pellicola del 1997 con Hilary Swank e Mark-Paul Gosselaar, «List of a Lifetime», l’ultimo presentato solo pochi giorni fa.

Il racconto è quello di una donna, che proprio come lei, lotta contro il cancro al seno.

L’attrice americana è anche protagonista del thriller d’azione «Fortress», insieme a Bruce Willis e Chad Michael Murray (nelle sale dal prossimo anno). Ma ciò su cui Shannen Doherty, l’ex Brenda Walsh di «Beverly Hills 90210» si sta concentrando non è solo lavorare, ma dimostrare a Hollywood che le persone con il cancro possono lavorare.

«Il miglior esempio che posso continuare a dare agli altri malati di cancro e al mondo esterno che non ha il cancro — ha detto l’attrice intervistata dalla “bibbia” dello spettacolo Usa “Variety” — è mostrare loro che aspetto ha un malato di tumore. Possiamo lavorare. Per quanto mi riguarda, sto solo cercando di vivere al massimo delle mie possibilità, per essere il miglior esempio in questo momento».

Tuttavia, trovare qualcuno che la facesse lavorare, ha rivelato Doherty, «non è sempre stato facile. Ma cancro al quarto stadio, non significa la fine della vita, al contrario». La malattia di Doherty, che ha compiuto 50 anni pochi mesi fa, è stata diagnosticata nel 2015. Come ha raccontato ella stessa sulle sue pagine social.

Il tumore è ritornato. All’inizio dell’inverno 2019: ora è di tipo metastatico allo stadio 4. Può essere curato ma l’attrice dovrà fare i conti per tutta la vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.