Arriva l’obbligo per i professori, rafforzare la campagna sulle terze dosi, oggi riservate solo agli over 60, aprendo nelle prossime settimane anche ai 50enni, per poi valutare a gennaio, sulla base dei numeri, di offrirle a tutti, senza distinzione di età.

A sostenerlo il professore Guido Rasi, ex direttore esecutivo dell’Ema (agenzia europea del farmaco) e consulente del commissario Francesco Figliuolo, in un’intervista al ‘Messaggero’. Sulla proroga dello stato di emergenza anche nel 2022, ipotizzata dal ministro della Salute Roberto Speranza: “È assolutamente logico. Il ministro ha detto una cosa giustissima: vediamo i numeri. Detto questo, bisogna essere pronti alla proroga, perché ogni tentennamento sarebbe un disastro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.