Possibilità di poter bloccare treni se a bordo c’è qualche caso sospetto per sanificare i vagoni, controllo del green pass “preferibilmente” prima di salire o in alternativa a bordo da parte di personale dedicato, e per taxi e Ncc non più di due passeggeri sul sedile posteriore, se non sono componenti dello stesso nucleo familiare. Sono alcune delle importanti novità previste per il trasporto pubblico, contenute nell’ordinanza firmata dal Ministro della Salute, Roberto Speranza, di concerto con il Ministro Enrico Giovannini per tenere conto dell’evoluzione della pandemia.

L’ordinanza è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale ed entra subito in vigore.

Ebbene si legge ora che per i mezzi pubblici è prevista la possibilità di poter utilizzare anche la porta anteriore con l’installazione di un separatore protettivo dell’area di guida e il riavvio graduale della vendita dei biglietti e delle attività di controllo a bordo.

L’ordinanza conferma poi che per tutti i settori del trasporto pubblico è prevista anche la necessità di adeguate comunicazioni a bordo dei mezzi, aggiornate in relazione all’evoluzione delle regole per contenere la diffusione del virus, anche con cartelli che indichino le corrette modalità di comportamento dell’utenza e con l’avviso che il mancato rispetto potrà comportare l’interruzione del servizio.

E poi previsti anche corsi di formazione, in zona bianca e in zona gialla in presenza, nel rispetto dei protocolli di sicurezza e garantiti anche i corsi relativi a titoli e certificazioni obbligatorie richieste al personale viaggiante.

photo crediti giuseppesimone.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.