Quarantaquattrenne con precedenti penali è stato arrestato a Latina, per aver seviziato e fatto morire la suocera.

L’uomo, originario della Sicilia, secondo i primi accertamenti fatti dalla polizia, avrebbe prima percosso violentemente la donna, per motivi ancora da chiarire, per poi farla cadere per terra, così da procurandole gravi lesioni cerebrali, che ne avrebbero poi cagionato la morte.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il tutto sarebbe avvenuto all’interno dell’appartamento, alla periferia del capoluogo laziale, dove abitava la vittima. Ieri pomeriggio la figlia, rientrando a casa, aveva trovato la madre agonizzante e con chiari segni di lesioni da trauma. In casa c’era soltanto il compagno.

Soccorsa e trasportata in ospedale, e sottoposta a delicato intervento chirurgico per rimuovere un vasto ematoma cerebrale, è deceduta poche ore dopo. All’esito delle prime indagini sono emersi gravissimi indizi di colpevolezza nei confronti del quarantaquattrenne, il quale avrebbe percosso la donna, per motivi ancora non definiti, sino a farla cadere per terra, procurandole così le gravi lesioni che poi ne avrebbero causato la morte.

ph crediti sergio cavagliano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.