Dal 1 febbraio sarà obbligatorio il Green pass per tabaccherie e librerie, deroghe per alimentari ed edicole.

Per entrare nei negozi non è necessario essere vaccinati o guariti, basterà avere semplicemente il green pass base che si ottiene con un tampone antigenico negativo (valido 48 ore) oppure molecolare (valido 72 ore).

Negozi alimentari
Non servirà la certificazione verde per acquistare generi alimentari sia nei negozi al dettaglio che nei supermercati. Ingresso libero anche per i negozi che vendono surgelati e bevande, pescherie, grossisti di prodotti ittici e di carne.

Mercati all’aperto
Niente green pass base per fare shopping nei mercati all’aperto. Il governo è orientato a consentire gli acquisti anche a chi non ha alcuna certificazione.

Farmaci e cosmetici
Nelle farmacie e nelle parafarmacie non bisognerà esibire il green pass e dunque si potranno acquistare medicinali e prodotti per la cura e l’igiene della persona, deodoranti, bagnoschiuma, creme e shampoo. Nella lista di chi ha ottenuto la deroga ci sono anche gli ottici. Esclusi invece i negozi che vendono cosmetici, dove si potrà entrare solo mostrando il certificato.

Edicole no, librerie sì
Niente certificato base per acquisti di giornali e periodici nelle edicole all’aperto (chioschi), mentre servirà nei negozi al chiuso che vendono giornali o articoli di cartoleria. Green pass base obbligatorio anche per entrare nelle librerie.

Tabaccai
Non servirà il green pass base. Durante il lockdown del 2020 questi negozi erano rimasti aperti perché avevano ottenuto la deroga. Adesso il governo ritiene invece che non possano essere inseriti nella lista degli esercizi commerciali esenti perché gli articoli in vendita non rientrano tra quelli «essenziali per la cura della persona», ma anche perché in molti di questi negozi ci sono slot machine e altri apparecchi per il gioco.

Prodotti per animali
Niente pass anche nei negozi che vendono generi alimentari e per la cura degli animali.

Carburanti
Per fare rifornimento di carburante per moto, auto e altri veicoli presso le pompe di benzina, ma anche per comprare combustibili per la casa — compresa la legna, il pellet oppure il cherosene e gli altri prodotti per stufe e camini — non sarà necessario avere alcuna certificazione verde.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.