Uomo di 48 anni ha ucciso quattro familiari, tra cui due minori di 15 e 11 anni, e poi si è tolto la vita.

Il fatto è accaduto a Licata, in un appartamento di via Riesi.

Angelo Tardino ha ucciso a colpi di pistola il fratello, la cognata e due nipoti, prima di fuggire. Braccato dai carabinieri, ha deciso di togliersi la vita in una strada distante dal luogo della strage, in contrada Safarello.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti da parte dei carabinieri, basata sulle testimonianze di alcuni vicini, la strage sarebbe stata originata da una lite in famiglia per motivi di interesse legati alla suddivisione di alcuni terreni dove si coltivano carciofi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.