Giusy Ferreri ha eseguito ieri sera, nella serata di martedì 1° febbraio, la prima performance di “Miele” sul palco dell’Ariston, utilizzando in due momenti del brano un megafono vintage per trasformare la sua voce e trasportare da subito gli ascoltatori nel mood retrò del brano. Accanto al direttore d’orchestra, inoltre, è stato posizionato un grammofono d’epoca, altro elemento che ha contribuito a far immergere nell’atmosfera d’altri tempi del brano, scritto da Takagi & Ketra, Federica Abbate e Davide Petrella.

«“Miele” è una parentesi musicale romantica dal sapore retrò – dichiara Giusy Ferreri sul brano in gara a Sanremo – Quando lo canto mi sembra di vivere uno spostamento spazio-temporale, come un magico e dolce viaggio nell’attesa del ritorno di un amore».

A dirigere l’orchestra del Festival è il Maestro Enrico Melozzi.

Sul palco del Teatro Ariston Giusy ha indossato un abito di Philipp Plein.

Il brano di Giusy Ferreri ha un’aria un po’ latina e un po’ retrò, arabeggiante. Trattasi di un pop ben costruito, un “Miele” con una goccia di fiele per un grido disperato d’amore (al megafono).

Nella serata di venerdì 4 febbraio, Giusy Ferreri, accompagnata sul palco da ANDY dei Bluvertigo, interpreterà “Io vivrò (Senza te)”, celebre brano del 1969 di Lucio Battisti.

«”Io vivrò (Senza te)” di Battisti Mogol è un capolavoro – commenta Giusy Ferreri – È un brano molto intenso, che ho scelto di cantare appunto perché ritengo sia tra i brani più belli ed espressivi del repertorio della musica italiana. È una canzone che sento fortemente e l’ho da subito immaginata suonata dai musicisti che mi accompagnano solitamente durante i miei live, contribuendo così alla ricerca del suono con gli arrangiamenti di Enrico Brun. Ho da subito fortemente desiderato la presenza del Maestro Enrico Melozzi per aggiungere e curarne la giusta fusione tra il suono rock della band e la musica classica orchestrale. Ho anche da subito immaginato la presenza di Andy dei Bluvertigo per fondere contemporaneamente la magica atmosfera dei synth e aggiungere un viaggio nel tempo. Andy è un artista e polistrumentista completo, la sua presenza darà un tocco affascinante grazie alla sua consapevolezza e al gusto che lo contraddistingue. Ci lega una forte amicizia e stima reciproca, abbiamo avuto già occasione di condividere il palco insieme. Sarà bellissimo condividere anche quello del Teatro Ariston».

Il video di Miele esce oggi ed è visibile al seguente link: https://youtu.be/gDcxkwwh8ko. Girato in piano sequenza, il video racconta le due facce di una storia d’amore, dove Giusy e il suo alter ego non riescono ad incontrarsi.

Scritto e diretto da Fabrizio Conte per la produzione di Borotalco.tv.

“MIELE” è disponibile su tutte le piattaforme digitali (https://giusyferrei.lnk.to/miele) ed è contenuto nel nuovo album di inediti “CORTOMETRAGGI” (Columbia/Sony Music), in uscita venerdì 18 febbraio.

In conferenza stampa odierna, da Sanremo la Ferreri ha dichiarato a chi Le ha chiesto come stesse vivendo questa esperienza da mamma che: «Con grandissimo entusiasmo. Da mamma, sicuramente immaginare mia figlia di 4 anni e mezzo a casa che mi guarda è molto bello. Ho saputo che è rimasta sveglia per vedermi. L’entusiasmo è legato anche al privilegio di poterci essere su questo palco e arrivare con un progetto che per me è anche l’inizio di un nuovo capitolo, rimandato per colpa della pandemia, in verità. Spero che questo 2022 sia più leggero e porti soluzioni a tutto quanto abbiamo vissuto negli ultimi due anni».

Tracklist dell’album “Cortometraggi”:

1. Miele

2. Qualsiasi amore

3. Federico Fellini

4. Gli Oasis di una volta

5. Causa effetto

6. Angoli di mare

7. L’amore è un tiranno

8. La forma del tuo cuore

9. Quello che abbiamo perso

10. Cuore sparso

11. Il diritto di essere felice

12. Ricordo

ph. crediti di Giovanna Manna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.