Il prossimo 30 maggio sciopererà è indetto uno sciopero per il comparto scuola: a indirlo – da quanto si apprende dall’ANSA – le maggiori sigle sindacali: Cgil, Cisl Uil, Snals e Gilda.

Il decreto del governo sul reclutamento dei docenti è il principale motivo che ha scatenato la proclamazione di questo sciopero.

“La rigidità del ministero rispetto alle questioni sollevate non ha lasciato margini – sottolineano Francesco Sinopoli, Ivana Barbacci, Pino Turi, Elvira Serafini, Rino Di Meglio – per questo abbiamo deciso di avviare un percorso di forte protesta, con diverse forme di mobilitazione, non escluso lo sciopero degli scrutini, e di informazione capillare del personale della scuola”.

Il prossimo appuntamento sarà quello dei direttivi unitari fissato per venerdì 13 maggio. Lo sciopero della scuola, proclamato dai maggiori sigle sindacali del settore – riguarderà l’intera giornata del 30 maggio. La decisione è arrivata al termine della riunione che si è tenuta ieri mattina con il ministro del Lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.