L’Ispra ha fatto sapere che in Italia, la popolazione dei lupi è nettamente aumentata, tanto da poterla stimare intorno ai 3.300 esemplari, 950 nelle regioni alpine e quasi 2.400 lungo il resto della penisola.

A seguito di un monitoraggio condotto tra il 2020 e il 2021, su mandato del ministero della Transizione Ecologica, dice che “Se si calcola che l’estensione delle aree di presenza del lupo (41.600 chilometri quadrati nelle regioni alpine e 108.500 chilometri quadrati nelle regioni peninsulari), si può affermare che la specie occupa la quasi totalità degli ambienti idonei nell’Italia peninsulare.

Ovunque la popolazione di lupo è cresciuta, sulle alpi l’aumento è stato più significativo”.

Nel monitoraggio è stata coinvolta una vasta rete di esperti nella raccolta dei segni di presenza sul territorio nazionale, spiega l’Ispra. Il monitoraggio è stato suddiviso in celle di 10×10 chilometri il territorio nazionale e realizzando due analisi distinte per le Regioni-Province Autonome della zona Alpi e Regioni dell’Italia peninsulare.

La presenza del lupo, fa sapere infine l’Ispra, “è stata documentata da 6.520 avvistamenti fotografici con fototrappola, 491 carcasse di ungulato predate, 1.310 tracce, 171 lupi morti, oltre che da 16.000 escrementi rinvenuti sul terreno. Sono state condotte 1.500 analisi genetiche che hanno permesso di identificare così la specie. Complessivamente sono stati percorsi a piedi 85.000 chilometri per raccogliere dati necessari all’indagine”, monitorare una rete di oltre 3.000 persone, tra operatori volontari formati e personale dei Parchi nazionali e regionali, Regioni e Provincie autonome, università, musei, 5 associazioni nazionali (Aigae, Cai, Legambiente, Lipu, Wwf Italia), 37 associazioni locali, 504 reparti dei Comando Unità Forestali Ambientali e Agroalimentari (Cufaa) dell’Arma dei Carabinieri. La rete di operatori è stata coordinata nella regione alpina dal progetto Life WolfAlps Eu e nella regione dell’Italia peninsulare da 20 tecnici incaricati da Federparchi Europarc Italia (la Federazione Italiana dei Parchi e delle Riserve Naturali).

ph crediti initalia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.