Hanno confessato i suoi assassini. Si tratterebbe infatti di Mirto Milani che ha raccontato l’omicidio dell’ex vigilessa di Temù, nel Bresciano. È quanto emergerebbe dagli interrogatori dei presunti responsabili ed è stato riportato ieri da alcuni quotidiani anche locali.

Il medico legale aveva ipotizzato che, una volta stordita, la vittima fosse stata soffocata con un cuscino. Mirto Milani, Paola e Silvia Zani, hanno e ammesso anche di aver tentato di uccidere Laura Ziliani il 16 aprile scorso, quando le hanno somministrato una tisana che la facesse dormire per oltre 48 ore.

“Un episodio che altro non era che il prodromo dell’omicidio” secondo gli inquirenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.