Decine di donne afgane hanno sfidato il regime dei Talebani in Afghanistan, inscenando una protesta a Kabul per chiedere “pane, lavoro e libertà” e chiedendo il diritto all’istruzione femminile.

Lo constatano fonti giornalistiche sul posto.

“L’istruzione è un mio diritto. Riaprite le scuole”, hanno urlato le manifestanti, molte col volto coperto, come imposto dalle recenti disposizioni dei fondamentalisti tornati al potere lo scorso agosto. Le manifestanti hanno marciato per alcune centinaia di metri.

Miliziani talebani in abiti civili hanno sequestrato loro i telefonini per impedire la ripresa della protesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.