Sono in corso dalla tarda serata di ieri, domenica 19 giugno, le operazioni di soccorso di una speleologa di 41 anni caduta e ferita a 120 metri di profondità nella grotta Rotolo a Monopoli (Bari).

Al lavoro ci sono più di 40 tra tecnici, medici e operatori sanitari del Soccorso alpino e speleologico provenienti da ogni parte della Puglia, ma anche da Basilicata e Campania.

La donna, a quanto si apprende, è in buone condizioni di salute: dovrebbe essersi fratturata un braccio e su una barella, verso la mezzanotte, sarebbe iniziato il percorso di risalita lungo circa 700 metri.

La speleologa era scesa in grotta all’alba di ieri con un gruppo di dieci persone per una attività di pre-esplorazione e per il trasporto di materiale e attrezzatura, tra cui bombole di ossigeno, in previsione di una futura esplorazione speleosubacquea nella falda sottostante.

Attualmente, a quanto si apprende, il gruppo di soccorso che è giù con lei, composto da 21 persone tra tecnici e sanitari, ha percorso in dieci ore circa la metà del percorso e adesso si troverebbe a 90 metri di profondità, ma hanno già superato i passaggi più critici, perché la parte finale di circa 3-400 metri è tutta verticale. Quando la donna è caduta, gli altri del gruppo sono risaliti e una persona è rimasta con lei fino all’arrivo dei soccoritori che hanno stabilizzato e imbarellato l’infortunata, cominciando la risalita all’interno della grotta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.