La Corte Suprema degli Stati Uniti d’America abolisce l’aborto come diritto federale lasciando così ai singoli Stati la possibilità di poter decidere come meglio credono, limitandolo secondo criteri, più opportuni.

Gli Stati più conservatori come già sta facendo il Texas – chiuderanno tutte le procedure per l’aborto libero e specialmente quelle su feti ormai maturi per nascere, ma si vedono in strada e su tutti gli schermi televisivi anche gli attivisti Pro Life, che si sono sempre battuti contro l’aborto che in America rappresenta una questione non soltanto di diritti ma anche razziale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.