Il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, che nella relazione sul XXI Rapporto annuale dell’istituto sottolinea che “il 23% dei lavoratori guadagna meno di 780 euro al mese, considerando anche i part-time”, mentre “l’1% dei lavoratori meglio retribuiti ha visto un ulteriore aumento di un punto percentuale della loro quota sulla massa retributiva complessiva”.

Nel 2021, sottolinea ancora il Rapporto dell’Inps, i pensionati che hanno redditi di pensione inferiori a 1.000 euro al mese sono stati il 32% del totale, ossia pari a circa 5 milioni 120mila persone.

Presi in esame anche importi maggiorati delle integrazioni al minimo associate alle prestazioni, delle varie forme d’indennità di accompagnamento, della quattordicesima mensilità e delle maggiorazioni sociali associati alle prestazioni.

L’Inps ha evidenzia poi che la percentuale di pensionati con reddito inferiore a 12.000 euro è del 40% se si considerano solo gli importi delle prestazioni al lordo dell’imposta sul reddito personale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.