Con delibera di Agcom si stabilisce che Poste Italiane provvederà alla riduzione del numero delle tradizionali buche delle lettere, facendole passare dalle attuali 46.500 a 29mila, e alla sostituzione con quelle digitali.

Saranno tutelate, però, le esigenze dei piccoli Comuni e aree rurali, e con le nuove che arriveranno si vuole puntare sul futuro e l’introduzione di cassette di nuova generazione denominate smart letter box, utili a contribuire al processo di modernizzazione ed efficientamento della rete, se non peseranno sui costi del servizio universale e se verrà garantita la raccolta delle posta anche “qualora risulti la presenza di almeno un invio al loro interno” (saranno digitali, anche per poter verificare a distanza se e quante lettere sono state imbucate).

foto crediti italia 4.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.