Spread the love

Sono trascorsi 17 anni dalla loro scomparsa.

Francesco e Salvatore Pappalardi, che allora avevano 13 e 11 anni, scomparvero da casa il 5 giugno 2006. Ma i loro corpi senza vita furono trovati  il 25 febbraio del 2008 nella cisterna del rudere di una vecchia masseria chiamata ‘la casa delle cento stanze’.

La madre aveva chiesto al comune un indennizzo, e alla società proprietaria dell’immobile, perché secondo i parenti non era stato fatto quanto in loro potere per evitare la tragedia, rendendo sicura l’area.

Ebbene, secondo i giudici ora, visto che per entrare nell’area bisognava scavalcare, non è possibile parlare di responsabilità di terzi. Per il tribunale dunque la morte dei due bambini è stata determinata da una fatalità. Eppure nello stesso posto cadde anche un altro bambino.

Dolore che si aggiunge dunque ad altro dolore, per la mamma di Ciccio e Tore, e la sorella, a cui la Cortee dʼAppello di Bari ha negato il risarcimento dei danni alla famiglia.

foto crediti bari.corriere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.