Spread the love

Resta in vigore il divieto di poter utilizzare l’acqua dalla rete acquedottistica, anche per scopi alimentari nel Comune di Torri del Benaco, sulla sponda veronese del Lago di Garda, dove in questi giorni si sono verificati centinai di casi di gastroenterite, si sospetta – almeno per alcuni di essi – dovuti al norovirus, una delle cause più comuni per questa patologia.

Sono cinquanta le  persone che tra giovedì e venerdì scorso si sono rivolte ai Pronto Soccorso degli ospedali di Peschiera del Garda, Villafranca, Bussolengo e Malcesine per sintomi quali nausea, vomito e diarrea. Per nessuno di loro si è reso necessario il ricovero ospedaliero. Altri si sono rivolti ai medici di base, o alle farmacie della zona. Complessivamente si stimano circa 300 i casi di gastroenterite.

Il Comune è in attesa degli esiti delle analisi sui campioni prelevati da diversi punti della rete dell’acquedotto.

ph credit pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.