abbuffate natalizie

Come smaltire le abbuffate: il digiuno non serve, ecco perché

Pubblicato il 29 Dic 2018 alle 7:41am

Niente digiuno prima o dopo le abbuffate e durante le feste natalizie. Digiunare non solo non fa dimagrire ma può essere anche pericoloso per la salute, parola di esperti.

Lo spiega infatti Marco Silano, direttore dell’Unità operativa Alimentazione, Nutrizione e Salute dell’Istituto superiore di sanità, che consiglia quali accorgimenti prendere per non ritrovarsi con qualche chilo in più sulla bilancia, dopo le festività natalizie e di Capodanno, ma anche per non incorrere in brutte sorprese, a partire da intossicazioni alimentari.

«Digiunare in previsione di un’abbuffata o dopo un’abbuffata è un comportamento che non solo non serve a nulla, ma è anche dannoso perché peggiora ulteriormente l’assetto ormonale, in particolar modo dell’insulina, e ci fa venire più fame rispetto a quella indotta nel tempo quando si fanno pasti regolari. Per cui – ribadisce Silano – niente digiuno sotto le feste, ma non solo. In generale astenersi completamente dal cibo non è una strategia per perdere peso, e anche quei digiuni per uno, 3 o più giorni, fino a 7, e in diversi cicli, pubblicizzati tanto da diventare quasi una moda, non sono una dieta dimagrante, ma servono a resettare l’assetto ormonale dell’organismo e farci ripartire».

Quanto alla loro efficacia, Silano afferma: «Le evidenze scientifiche su effetti benefici sulla salute, soprattutto a lungo termine, dei digiuni prolungati, non sono così particolarmente forti e condivise. Ma qualora si volesse comunque fare un digiuno a fini salutistici, non dimagranti, è necessario e obbligatorio – ammonisce – rivolgersi prima al proprio medico per verificare che non ci siano condizioni di rischio per la salute».

Il consiglio è dunque quello di mangiare con moderazione, e di tornare alla normalità un po’ alla volta. Mangiando cose salutari e leggere. Molta frutta e verdure, bevendo tanta acqua e tisane per depurarsi, riprendere a camminare, a correre a fare attività fisica, o per chi non l’ha mai fatta a cominciare a farla.

Come tornare in forma dopo le abbuffate natalizie ed essere pronti ad affrontare quelle di Capodanno

Pubblicato il 28 Dic 2017 alle 6:01am

Se volete sentirvi sgonfi dopo le abbuffate natalizie e prepararvi a quelle che vi aspettano a Capodanno, ecco cosa dovete fare. Arriva il decalogo elaborato dall’Osservatorio Nutrizionale. (altro…)

Cosa mangiare durante le festività natalizie e come rimettersi in forma

Pubblicato il 25 Dic 2016 alle 5:00am

Le tavole a Natale sono un tripudio di festa ma anche di carboidrati, grassi e proteine. Di rispetto per le tradizioni, ma anche di aumento di chili. (altro…)

Dopo Natale e Capodanno sono almeno 2 i Kg da smaltire

Pubblicato il 05 Gen 2012 alle 9:54am

Tra i regali che abbiamo ricevuto durante le festività natalizie e quelle di fine anno, rientra sicuramente anche l’aumento di peso, di certo il meno gradito. In molti, infatti sono riusciti a prendere anche due chili, perché non sono riusciti a resistere alle tante tentazioni della tavola. (altro…)

Thè rosso per smaltire le abbuffate delle festività natalizie

Pubblicato il 02 Gen 2012 alle 11:37am

Con il Natale prima e con il Capodanno dopo, abbiamo dato il via alle grandi abbuffate: il cenone, poi il pranzo, il consumo degli avanzi, tante le tentazioni tra dolci, panettoni e quant’altro. Insomma, un vero e proprio attentato per la nostra linea!

Ebbene, per farci rimediare, arriva un’ottimo rimedio naturale, consigliato da parte di uno studio che è stato condotto dai ricercatori dell’INRAN (Istituto Nazionale per la Ricerca degli Alimenti e la Nutrizione), i quali hanno confermato e dimostrato le preziose proprietà del thè rosso, già esaltate in una recente ricerca condotta dai ricercatori del Centre de Recerca Biomedica, dell’Universitatà Rovira i Virgili di Reus, e pubblicata sulla rivista “Phytomedicine”.

Pare, infatti, che questo thè, cresca solo in Sudafrica da una pianta chiamata Rooibos, e che grazie ai suoi principi sarebbe è in grado di favorire la digestione in modo del tutto naturale. Ma non solo.. Il thè rosso, sarebbe anche in grado di proteggere il nostro fegato dall’accumulo di grassi, e aiutarci a prevenire tutti quei disturbi metabolici grazie a 25 differenti polifenoli (ossia antiossidanti vegetali) contenuti al suo interno.

Infine questa speciale bevanda, contribuirebbe a ridurre significativamente il livello di colesterolo, dei trigliceridi e degli acidi grassi liberi contenuti nel nostro sangue, mentre i suoi polifenoli sarebbero in grado di modificare il numero e le dimensioni delle cellule grasse e impedire così, lo sviluppo della steatosi epatica, ossia una patologia legata all’accumulo di grasso nelle cellule del fegato.

Il thè rosso, contribuirebbe inoltre, nell’attivazione dell’AMPK, ossia l’enzima che è poi responsabile dell’appetito e del dimagrimento. Questo thè, contiene tra l’altro, pochissime calorie e sarebbe privo di caffeina, provare per credere!