abbuffate

Abbuffate, come smaltire chili in eccesso, anche 5, in più, in modo naturale

Pubblicato il 06 Gen 2020 alle 7:44am

Dopo le abbuffate delle feste c’è chi ha messo fino a 5 chili in più: ecco i consigli detox del nutrizionista. (altro…)

Come depurarsi e ritornare in forma dopo le abbuffate natalizie

Pubblicato il 29 Dic 2019 alle 7:42am

Giacinto Abele Donato Miggiano, direttore dell’Unità di Nutrizione Clinica della Fondazione Policlinico Gemelli Irccs di Roma, sostiene che per trascorrere in buona salute il post feste e “depurarsi” dalle abbuffate bisogna evitare il digiuno, ma fare astinenza di alcol e bevande zuccherate. Limitare i dolci e bere un litro e mezzo o due di acqua al giorno.

“Per riprendersi da queste feste – aggiunge – occorrono almeno 10-15 giorni, qualche piccolo sacrificio e un po’ di attività fisica in più”. Dice l’esperto.

E chiarisce subito…”Il digiuno, non serve a niente e oltre a essere inutile, fa anche male al nostro metabolismo – continua ancora Miggiano- difficilmente si riesce a rimanere digiuni per più di un paio di giorni. Meglio quindi seguire una dieta ipocalorica”. Altro suggerimento è quello di procrastinare il consumo di alcolici e bevande zuccherate. “Anche se sono avanzati, non sono prodotti che vanno a male – sottolinea Miggiano – e nel post-feste, l’ideale sarebbe non consumarne neanche un goccio”.

Nello stesso periodo è bene limitare o evitare del tutto il consumo di dolci. “L’ideale sarebbe quello di non toccarli – spiega Miggiano – ma se proprio non si riesce a farne a meno, quantomeno bisognerebbe ridurre significativamente le porzioni”. Si raccomanda di bere acqua e, “se il freddo ne abbassa la voglia – dice ancora lo specialista – potrebbe essere utile ricorrere anche ad altre bevande, magari più calde come le tisane, la camomilla, il finocchio, ecc. Purché non si aggiunga dello zucchero”.

Secondo l’esperto, bisogna fare attenzione ai condimenti: “Niente burro, ma al massimo due cucchiai di olio extravergine al giorno”, precisa. “Se proprio non si riesce a rimanere in questi limiti – aggiunge – in alternativa si possono usare anche aceto e limone per insaporire il cibo”. Qualche piccola accortezza anche con il sale: “Meglio – spiega – ridurne la quantità. In questo modo si evita la ritenzione idrica e ci si sgonfia più facilmente”. Altra regola importante è sempre quella secondo cui bisogna evitare di consumare pasta e pane insieme: “Per i giorni post-feste – dice Miggiano – non mangiare pane e pasta nello stesso pasto. Se a pranzo si mangia la pasta, meglio se con i legumi, non si deve toccare il pane. E a cena viceversa”.

Scoperto il freno naturale contro le abbuffate

Pubblicato il 27 Ago 2018 alle 6:04am

Scoperto il meccanismo molecolare dell’abbuffata: quello che fa mangiare senza controllo perché cancella il senso di sazietà. Pubblicata sulla rivista Science Translational Medicine, la scoperta potrebbe aprire la strada a future cure anti-obesità grazie ai ricercatori coordinati da Rafi Mazor, dell’università della California a San Diego. (altro…)

Pasqua: attenti ad abbuffate e digiuno, non fanno bene a nessuno

Pubblicato il 12 Apr 2017 alle 8:37am

Mancano pochi giorni alle Festività Pasquali e anche ai pasti consumati in compagnia di amici e parenti che a Pasqua e Pasquetta sono, di solito, abbondanti e costituiti, principalmente da pietanze ricche di grassi ed elaborate.

Festeggiare in compagnia fa certamente bene all’umore ma attenzione a non esagerare. Mangiare bene e con gusto, assaporando i sapori della tradizione, non significa necessariamente mettere alla prova stomaco e intestino.

Infatti, basta avere semplicemente qualche accortezza per godersi la tavola anche a Pasqua senza grosse rinunce, soprattutto per chi, con l’arrivo della primavera, ha già preso contromisure per rimettersi in forma.

Una recente indagine condotta da ASSOSALUTE, Associazione Nazionale Farmaci di Automedicazione, ha rivelato che per il 39,1% degli Italiani – e per quasi 1 donna su 2 – l’arrivo della bella stagione fa subito venire l’angoscia della prova costume. E, pertanto, non è certamente saggio, in occasione delle feste, lasciarsi andare e dimenticare le regole di una dieta equilibrata per poi, dopo le feste e grandi abbuffate, complici anche i sensi di colpa, “mettersi a stecchetto”, spesso senza alcun criterio. Le diete del digiuno, si sa, sono pericolosissime. Grandi mangiate alternate a drastiche riduzioni dell’apporto calorico sottopongono a stress il nostro apparato gastrointestinale che può farsi sentire attraverso bruciori e difficoltà digestive, oltre a essere controproducenti per la linea. È un classico saltare la colazione mattutina e sedersi poi a pranzo o a cena mangiando di più. Quel che accade è che il nostro organismo, in deficit energetico, tenderà a immagazzinare tutto quello che riceve.

Come ritornare in forma dopo le feste di Natale con l’acqua detox fai da te

Pubblicato il 27 Dic 2016 alle 11:04am

Dopo gli eccessi delle feste di Natale, in vista del cenone e pranzo di Capodanno, un aiuto per ritornare in forma, depurare l’organismo, bruciare i grassi e accelerare il metabolismo, può arrivare dalla cosiddetta acqua detox. Dalle sue proprietà diuretiche, idratanti e depuranti naturali con le proprietà salutari di alcuni tipi di frutta e erbe lasciate in acqua a riposare.

Eccone alcune ricette fai da te:

Acqua detox alla barbabietola: ad 1 o 2 litri di acqua, aggiungete una barbabietola rossa, il succo di mezzo limone e qualche foglia di menta piperita. Lasciatela riposare in frigo dalle 12 alle 24 ore.

Acqua ai cetrioli, limone e menta: all’acqua aggiungete 10 foglie di menta, un limone e un cetriolo tagliato a fette.

Acqua con zenzero e limone: a mezzo litro di acqua aggiungete qualche fetta di limone e lo zenzero triturato. Lasciate riposare in frigorifero da due a 24 ore.

Acqua alle mele e arance: la preparazione è la stessa delle tre precedenti solo che dovete aggiungere due o tre arance tagliate a cubetti, e due mele. Lasciare riposare per 24 ore.

Evitare di mangiare troppi dolci perché la memoria è a rischio

Pubblicato il 21 Dic 2013 alle 10:52am

Tra pochi giorni è Natale e, con esso, arrivano anche le scorpacciate di cibo e di dolciumi. Ecco allora che arriva un nuovo studio, condotto sui topi dai ricercatori australiani della School of Medical Science della University of New South Wales, a metterci in guardia. (altro…)

Le 10 regole per chi non vuole ingrassare a Natale

Pubblicato il 24 Dic 2011 alle 9:33am

Da oggi diamo il via, a tante abbuffate. Si parte stasera con il Cenone della Vigilia, si prosegue domani con il pranzo di Natale, poi con quello di Santo Stefano per continuare ancora con il cenone di Capodanno, il pranzo del 1° dell’Anno, quello dell’Epifania e tanti altri “momenti infra-festivi”. (altro…)