acconciatura

Come abbinare i gioielli all’abito da sposa

Pubblicato il 27 Dic 2018 alle 6:59am

Una donna il giorno delle nozze è già radiosa di per sèé e quindi non deve indossare un gran numero di gioielli. In ogni caso, prima cosa da fare è quella di puntare su di un bell’abito che rispecchi la propria linea e personalità e poi dedicarsi alla scelta di accessori.

Se l’abito è molto lavorato, con inserti in pizzo oppure preziosi, senza parlare di spalline particolari e abiti pomposi è sempre meglio puntare sulla semplicità.

Scegliere di indossare solo orecchini, perle o piccoli punti luce. Se invece l’abito è semplicissimo, lineare, puntare su gioielli più raffinati e particolari, anche un po’ vistosi, collana compresa.

Tra gli orecchini più consigliati ci sono i pendenti, in Swarowski, che servono a dare luminosità al viso ma anche al collo, soprattutto con un acconciatura raccolta o semi raccolta. Lo stesso vale per collane, che possono essere solo un iconico pendente a goccia oppure un insieme di pietre incastonate in un girocollo semplice ma d’effetto assicurato.

Se ad esempio avete ereditato una collana antica da vostra nonna potrete sicuramente indossarla, ma senza orecchini oppure solo con dei piccoli punti luce. Scegliete quindi sempre o l’uno o l’altro.

Le mani poi deve essere libere, devo far esaltare la fede che indosserete dopo il sì. Meglio pertanto, non indossare altri anelli oppure bracciali perché durante la cerimonia tutto deve girare intorno allo scambio di fedi e non accessori ingombranti e fuori luogo.

Se fine, volete puntare su di una acconciatura con un raccolto alto o a lato, o semi raccolto ci sta bene anche una tiara, in perle, fiori o strass, se ne trovano tante in commercio e anche in rete a prezzi molto incoraggianti che partono da 10/15 euro.

In questo caso, potete evitare la collana, indossare solo dei semplici orecchini. Per non sbagliare con l’accostamento ed essere troppo eccessive.

Capelli lunghi, come pettinarli

Pubblicato il 01 Ago 2018 alle 7:27am

Pettinare i capelli lunghi richiede più attenzione. Imparare a farlo nella giusta maniera, significa risparmiare tempo e aiutarli a restare sani.

Ecco allora come seguire delle semplici mosse, per fare prima e non danneggiarli. Vediamo quali sono.

1. Come prima cosa controllate i capelli andando alla ricerca dei nodi più evidenti. 2. Scioglieteli delicatamente con le dita anziché con i duri denti del pettine. 3. Sciogliete questi nodi con gentilezza, senza strappare i capelli, compiendo dei movimenti lunghi ed uniformi per evitare di danneggiare tutte le ciocche. 4. Se avete a disposizione un prodotto districante per capelli meglio ancora. Consigliato anche un balsamo senza risciacquo. 5. Applicatelo in modo uniforme e lasciatelo assorbire dai capelli. 6. Dividete i capelli in sezioni, in base al volume e alla lunghezza. 7. Separate le sezioni di capelli con mollette o beccucci. Selezionate una ciocca da cui poi partire. 8. Iniziate dalle punte e salite gradualmente e lentamente verso l’alto fino a districare e a pettinare l’intera area ciocca. 9. Spostatevi verso una nuova sezione di capelli e proseguite fino a pettinarli tutti. 10. Alla fine, fate scorrere delicatamente le dita tra i capelli ed accertatevi che non ci siano più nodi.

Consigli Non usare mai una spazzola sui capelli umidi o bagnati. Non farà che strattonarli e spezzarli senza riuscire ad eliminare i nodi. Usa un pettine a denti larghi. E’ meglio pettinare i capelli lunghi dopo averli lavati ed idratati con un prodotto districante. Se possibile pettinali distribuendo il balsamo tra i capelli, prima di risciacquarli. Sarà più semplice che pettinare i capelli asciutti. Se hai difficoltà nello spazzolare i capelli, probabilmente hai le doppie punte. Un taglio per accorciarli leggermente potrebbe essere la soluzione più sana e meno dolorosa. Lavati i capelli regolarmente. Avvertenze Pettinando o spazzolando i capelli partendo dalla radice potresti causare la comparsa dei nodi. Inizia sempre dalle punte. Sii delicata!