acido ialuronico

Crema contorno occhi, come sceglierla

Pubblicato il 01 Ott 2018 alle 6:58am

La crema per il contorno occhi è il cosmetico più ricercato e apprezzato dalle donne che ben conoscono l’importanza di prendersi cura della zona più delicata del proprio viso.

Creme Contorno Occhi Insieme al contorno labbra, la zona periorbitale è in assoluto la più delicata e soggetta ad attacchi atmosferici, inquinamento ed irritazioni da trucco: per questo motivo, l’area interessata un trattamento particolare e specifico, estremamente delicato, in grado di idratare, nutrire e ammorbidire la pelle in profondità.

I prodotti cosmetici più apprezzati in assoluto per il trattamento cosmetico del contorno occhi sono le creme e i sieri, che in commercio spopolano per le tante tipologie di principi attivi in esso contenuti.

Crema ideale Il contorno occhi richiede una certa costanza nell’applicazione di prodotti idratanti e nutrienti. Le formulazioni più apprezzate sono certamente creme leggere, sieri e gel facilmente assorbibili e non untuosi.

Come si applica La modalità d’applicazione di una crema per il contorno occhi è piuttosto semplice; tuttavia, per sfruttare il massimo del suo effetto benefico, è buona regola prestare una particolare cura nella pulizia del viso, indispensabile per preparare la pelle ad accogliere al meglio gli i principi attivi funzionali contenuti nel prodotto. Prima di applicare una crema per il contorno occhi, si raccomanda dunque di eliminare dal viso ogni traccia di trucco con latti detergenti molto delicati e specifici. Particolare attenzione deve essere posta anche alla rimozione del trucco intorno agli occhi e alle palpebre: il latte detergente non dev’essere troppo acido per evitare di irritare inutilmente la congiuntiva che riveste l’occhio. I prodotti per rimuovere il trucco dal contorno occhi devono inoltre presentare una bassa viscosità per evitare di dover strofinare eccessivamente gli occhi con il dischetto di ovatta o cotone: uno strofinio troppo energico nella zona del contorno occhi potrebbe, infatti causare gonfiore ed arrossamenti palpebrali, fino a predisporre alle occhiaie nel caso portasse alla rottura dei sottili e delicati capillari dell’area perioculare. In alternativa al classico detergente struccante, l’eliminazione del trucco dagli occhi e dal loro contorno può essere effettuata mediante l’uso di acqua micellare specifica per la detersione di quest’area del volto.

Crema Idratante La pelle del contorno occhi dev’essere profondamente idratata per minimizzare il rischio di rughe precoci e zampe di gallina. A tale fine una crema per il contorno occhi ideale dovrebbe avere al suo interno ingredienti attivi ad azione idratante ed elasticizzante.

Ecco allora che un cosmetico molto adatto per il contorno occhi è l’acido ialuronico. Non solo idrata in profondità l’epidermide, ma è anche in grado di restituire alle pelli secche e mature la loro naturale elasticità. Altro prodotto molto efficace è l’Aloe vera gel. Idrata e lenisce la pelle del contorno occhi.

Poi abbiamo le creme che contengono sostanze emollienti eudermiche, come burri vegetali (es. burro di cacao, burro di karité); oli vegetali (olio di mandorle dolci, olio di germe di grano, olio d’oliva); cere liquide (es. olio jojoba). Queste sostanze naturali sono estremamente efficaci per ammorbidire il contorno occhi, ripristinare la funzione/barriera della pelle conferendo un aspetto morbido e levigato.

Menopausa e sessualità: in arrivo il vibratore anti-age consigliato dalla medicina

Pubblicato il 24 Gen 2018 alle 7:16am

Il dott. Paolo Mezzana, chirurgo estetico e specialista di ringiovanimento vaginale e componente della Society of Aestetic Gynecology (Esag), ha messo a punto un vibratore anti-age che aiuterebbe le donne a riattivare i tessuti e a far ripartire la loro sessualità. Lo specialista intervistato da Adnkronos ha spiegato che i primi cinque prototipi sono stati sperimentati da 5 donne insieme a un gel, a base di centella asiatica e acido ialuronico, brevettato e prodotto da una ditta in Italia.

Ebbene, spiega lo specialista, “L’apparecchio produce una vibrazione a 100 hrz, una particolare frequenza che stimola la replicazione cellulare e la vascolarizzazione. Ma è una vibrazione che può anche produrre piacere. Ciò permette alle donne in menopausa di riprendere confidenza con il proprio corpo, un’attitudine che in questa fase della vita tendono a perdere, ma che ha un’importanza fondamentale per il benessere generale e per la funzionalità intima”. Inoltre, questo vibratore anti-age, aggiunge ancora Mezzana “emette una luce a bassa intensità, di colore rosso in grado di stimolare il rinnovamento dei tessuti. A questo si aggiunge la ionoforesi che permette il passaggio di un particolare tipo di corrente elettrica in grado di aumentare la permeabilità dei tessuti al gel anti-age a base di acido ialuronico e centella asiatica utilizzato insieme l’apparecchio”.

Ma non solo. Si tratterebbe inoltre del primo sex toy con la certificazione Ce medicale, in vendita proprio come un normale apparecchio di cura medica. Infatti, una volta entrato in commercio il vibratore anti-age, realizzato in silicone medicale, sarà affidato a medici specialisti in patologie del pavimento pelvico che prescriveranno degli esercizi e potranno controllare l’efficienza dell’apparecchio attraverso un sistema bluetooth.

Il suo costo? Circa 500 euro. Ma assicura l’esperto, questo apparecchio permette alle donne che hanno avuto problemi fisiologici o legati a tumori, di ritrovare una funzionalità intima dopo la menopausa.

Estetica: la gluteoplastica con acido ialuronico

Pubblicato il 07 Lug 2017 alle 8:43am

Arriva una nuova tecnica per tutte coloro che desiderano avere glutei belli sodi, senza ricorrere necessariamente alla chirurgia plastica. Ce la spiega il Dottor Mirko Manola, specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva e Chirurgia Estetica.

Tale tecnica, spiega il dottor Manola, è l’ultimo ritrovato nel campo della medicina estetica, e consiste in un trattamento a base di acido ialuronico che permette di alzare e rassodare il lato B, in vista proprio della prova costume.

<>.

È opinione diffusa che il periodo pre-estivo non sia il più indicato per effettuare interventi di chirurgia plastica, a causa dei lunghi tempi di recupero che richiedono cure regolari. Oggi però grazie alle tecnologie più avanzate, come quelle del Dottor Mirko Manola, è possibile ricorrere a molti interventi non chirurgici e pertanto non invasivi, che hanno tempi di recupero velocissimi e danno risultati soddisfacenti, oltre che naturali.

Herpes Labiale, come prevenirlo e curarlo con rimedi naturali

Pubblicato il 22 Mar 2017 alle 8:29am

L’herpes labiale, rappresentato da piccole vesciche non solo antiestetiche ma anche molto dolorose che causano prurito e imbarazzo, possono comparire sulla superficie della pelle intorno alla bocca o sulle labbra, in qualsiasi momento.

Le cause possono essere diverse, ma le più comuni sono: stress, fluttuazioni ormonali, interventi chirurgici, febbre o esposizione solare.

L’herpes labiale scompare anche senza trattamento nell’arco di 7-10 giorni, tuttavia in commercio, nelle farmacie è possibile trovare compresse o creme antivirale che possono alleviare sintomi ed accelerare il processo di guarigione.

Ci sono, però anche dei rimedi naturali, molto efficaci. Uno di questi, è il gel di aloe vera rinfrescante e antisettico. Creme a base di acido ialuronico che accelerano il processo di guarigione, una di queste è la Connettivina, e che vi aiuteranno a non avere macchie, che spesso restano, una volta cadute le crosticine.

Succo di limone che può essere utilizzato sotto forma di impacco per facilitarne la guarigione. L’acidità del succo di limone potrà velocizzare il processo di formazione delle crosticine e la scomparsa dell’herpes. Esso dovrà essere applicato delicatamente imbevendo il lembo di un fazzolettino di cotone.

Oli essenziali. Molto efficaci quelli estratti da geranio ed eucalipto, o Melaleuca quinquinervia (Tea Tree Oil), Ravensara aromatica e Eucalyptus raviata.

Noi ve ne proponiamo altri, fai da te.

Occorrente

Sale – Alcool – Ghiaccio – Bustine di tè

Ghiaccio. Utilizzato per raffreddare e curare le ferite infiammate e calmare il loro fastidio. Se applicato durante la fase iniziale, il ghiaccio può rallentare il metabolismo della zona infetta e ritardare la crescita delle vesciche. Strofinate dunque il ghiaccio sulla ferita per almeno 5-10 minuti, ripetete il trattamento ogni ora. Le applicazioni di ghiaccio ridurranno di molto le vesciche, impedendo così anche la propagazione del virus.

Sale. Il sale da cucina è un altro rimedio molto efficace contro l’herpes labiale. Umidificate un dito della mano e mettete una piccola quantità di sale sull’herpes. Lasciate agire per circa 2-3 minuti. E’ una soluzione un po’ dolorosa, ma anche una delle più efficaci e veloci. Applicando il sale, infatti, le vesciche scompariranno in 1 o 2 giorni.

Bustine di tè. Applicate una bustina di tè già esausta ma ancora calda sull’herpes per qualche minuto. L’acido tannico contenuto nel tè agisce contro il virus e impedisce che si diffonda ulteriormente. L’herpes comincerà a regredire dopo cinque giorni di applicazione.

Alcool e impacchi. Bagnate un dischetto di cotone o un batuffolo di cotone con qualche goccia di alcool e toccate leggermente la ferita. Evitate di tamponare intorno alla zona infetta per evitare la diffusione dei germi. Tamponate con un dischetto pulito per asciugare. Applicate un impacco caldo sulla zona colpita per 10-15 minuti per due volte al giorno per favorire un aumento della circolazione sanguigna, facendola così guarire la ferita più velocemente. Se ne siete provvisti, applicate una crema anti-herpes sempre con un piccolo batuffolo di cotone o cotton fioc.

Per prevenire l’herpes labiale, si consiglia di non esporsi al sole senza protezione se si assumono antibiotici, si applicano creme fotosensibilizzanti o si fanno lampade solari.

Una volta avuto l’herpes, poiché possono presentarsi delle recidive, è bene, adoperare sempre un fondotinta con fattore protettivo o stick per le labbra che lo contiene.

Infiammazioni articolari, come curarle con le infiltrazioni

Pubblicato il 16 Dic 2016 alle 8:51am

Alcune infiammazioni che possono colpire le articolazioni, ovvero la parte del corpo che congiunge due ossa tra loro, come spalla e braccio, mano e polso, ginocchia, bacino, femore e così, via, possono essere curate con infiltrazioni di vario tipo. (altro…)

Acido ialuronico, un valido alleato per le articolazioni

Pubblicato il 09 Giu 2015 alle 7:04am

Quando parliamo di acido ialuronico, lo associamo spesso alle più avanzate terapie antirughe e alle nuove frontiere della dermoestetica. (altro…)

Pelle ringiovanita grazie alla nuova scoperta: la “pressione” cellulare

Pubblicato il 19 Dic 2012 alle 7:52am

La vera età di una persona viene svelata dalla tonicità della pelle. In futuro, pare, però, che anche questo ostacolo possa essere superato. Sì perché secondo uno studio condotto dai ricercatori della University of Michigan Medical School, su 21 soggetti over 70, che hanno sottoposto a iniezioni a base di acido ialuronico, già usato per riempire le rughe, si è scoperto che in quattro mesi i fibroblasti, che producono collagene e fibre elastiche, hanno iniziato a produrre il collagene e l’intero strato di pelle è cresciuto di spessore, formando così dei nuovi capillari sanguigni per nutrire le cellule.

Ebbene alla base di tale meccanismo, che pare abbia risvegliato le cellule della pelle, ci sarebbe delle forze meccaniche e pressioni interne alla matrice, indotte dalla sostanza iniettata.

In parole povere, spiegano gli autori di questo studio, è grazie alla compressione meccanica che viene innescata da nuovi segnali, che si riavviano le cellule agiscono come se fossero giovani.

Tale studio, è stato pubblicato sul Journal of Investigative Dermatolology.

Ringiovanimento delle mani? E’ possibile anche con l’acido ialuronico

Pubblicato il 03 Ago 2012 alle 7:09am

Oggi è possibile ringiovanire le mani, il primo segnale di invecchiamento, forse anche più del viso. Le nostre mani mostrano la nostra vera età. (altro…)

In estate stop alla chirurgia estetica

Pubblicato il 02 Giu 2011 alle 8:22am

Manca davvero pochissimo all’estate e prima di affrontare l’appuntamento con la spiaggia molti italiani fissano un appuntamento dal chirurgo estetico. (altro…)