aereo

Viaggi in aereo, 7 italiani su 10 hanno paura di volare

Pubblicato il 26 Giu 2018 alle 6:36am

La paura di volare colpisce sempre più persone per cause più o meno diverse: dal timore di perdere il controllo, all’angoscia di attentati terroristici. I mezzi di trasporto preferiti sono treno, auto e nave. A rivelarlo è recente sondaggio realizzato da Eurodap (Associazione europea disturbi da attacchi di panico), a cui hanno risposto 568 persone, uomini e donne di età compresa tra i 25 e i 65 anni. (altro…)

Cosa indossare quando si viaggia in aereo

Pubblicato il 07 Mar 2018 alle 6:22am

Vi siete mai chiesti cosa indossare e portare con voi durante un viaggio in aereo?. Ecco alcuni consigli utili da seguire per non trovarsi impreparati.

ABITI COMODI – Prima di partire, informatevi sempre sulla temperatura di partenza e di arrivo. Specie se la vostra meta è una destinazione esotica. E’ indispensabile infatti,vestirsi a strati, per avere il giusto calore al momento opportuno della partenza e per potersi liberare del superfluo al momento dell’arrivo. Se giaccone e cappotto sono inevitabili nel nostro Paese, mettiamo una maglia di lana e, sotto, una t-shirt leggera e una canottiera colorata da conservare fino all’arrivo. Ricordiamoci sempre che in aereo spesso l’aria condizionata è molto fredda e, specie se il volo è lungo, potrebbe servirci qualcosa di caldo. Magari anche un plaid per scaldarci all’occorrenza.

NIENTE CHE STRINGA – I vestiti stretti non vanno bene quando si viaggia. Meglio indossare capi comodi e morbidi, da poter indossare e levare con una certa facilità. Pantaloni troppo stretti sono un ostacolo per la circolazione: visto che il viaggio ci obbliga a restare sedute molto a lungo. Indossare calze a compressione graduata fa invece molto bene alle nostre gambe. In commercio se ne trovano di diverso tipo. Sì, dunque, ad una tuta da ginnastica di felpa, oppure un paio di pantaloni con l’elastico in vita.

E AI PIEDI? – Vale lo stesso discorso. Il poco spazio a disposizione, le ore di immobilità e il particolare clima della cabina favoriscono i gonfiori e la cattiva circolazione nelle gambe. I tacchi alti e le scarpe strette sono sconsigliati. Come pure le calzature senza tallone che tendono a sfuggire e a far inciampare. L’ideale sono le scarpe da ginnastica da poter infilare e sfilare rapidamente, nel caso fosse richiesto ai gates di controllo. Se fate un volo molto lungo, può essere utile portare con sé un paio di calze spesse di spugna, come quelle che si usano in palestra, per sostituire le scarpe e lasciare i piedi in libertà.

DA EVITARE – Rinunciate ad abiti che tendono a impigliarsi dappertutto, alle cinture con le fibbie di metallo (possono far suonare l’allarme ai gates e sarete costretti a togliervele), le catene di metallo e i gioielli di dimensione maxi. Controllate che gli abiti che indossate siano ignifughi (o per lo meno non infiammabili): gli aerei sono perfettamente sicuri, ma… non si sa mai! Quindi meglio evitare le fibre sintetiche e preferire maglie e pantaloni di cotone o di lana.

BAGAGLIO A MANO – Infine se il vostro viaggio prevede più tappe con tempi di coincidenza stretti, portate con voi un bagaglio in cabina, un cambio e qualche cosa che vi serve con una certa urgenza. Così se non vi restituiscono subito le cabine avete qualcosa con voi. Per la stessa ragione, portate con voi le eventuali cose di cui non potete fare a meno, ad esempio medicinali, spazzolino da denti, trucco, o kit per le lenti a contatto.

Bimba di 4 anni tiene in ostaggio un aereo di 200 passeggeri, per l’allaccio della cintura di sicurezza

Pubblicato il 03 Set 2016 alle 9:07am

Bimba di quattro anni ha bloccato oltre 200 passeggeri in volo per un suo capriccio,c reando non pochi disagi. Il motivo? Non ha voluto allacciarsi la cintura di sicurezza.

Viaggiava con i genitori su un Ryanair proveniente da Catania, e loro le davano ragione: “la bambina può anche evitare di allacciarsi”, hanno risposto alzando i toni. Tanto da far uscire dalla sua cabina anche il comandante, che però non è riuscito, nemmeno lui, a farle cambiare idea.

Una volta a terra le porte del velivolo non sono state aperte e tutti i passeggeri hanno dovuto attendere l’arrivo della polizia di frontiera, avvisata dal comandante tramite la torre di controllo. La famigliola ha dovuto seguire le forze dell’ordine tra le proteste degli sfortunati compagni di volo.

A darne notizia è L’Eco di Bergamo.

Aereo EgyptAir, trovati resti umani e rottami: lʼombra del terrorismo sul disastro

Pubblicato il 20 Mag 2016 alle 3:30pm

Marina e aviazione egiziana hanno individuato “pezzi di rottami dell’aereo Airbus 320 e oggetti di passeggeri a 290 km a nord di Alessandria”. La notizia è stata confermata dal portavoce delle forze armate, brigadiere Mohamed Samir, sulla propria pagina Facebook.

“Le forze armate – si legge nel post – proseguono la ricerca dei resti dei rottami dell’aereo”.

La compagnia aerea Egyptair ha precisato che il ritrovamento è avvenuto “nelle prime ore di oggi”.

Secondo quanto dichiarato dal ministro della Difesa greco, Panos Kammenos, il volo sarebbe precipitato in seguito a “due brusche virate: “L’aereo ha virato di 90 gradi a sinistra per poi girarsi a destra, scendendo rapidamente dai 38mila piedi (più di 11mila metri) ai 15mila piedi (oltre 4mila metri). Le sue tracce sono state perse intorno ai 10mila piedi (3mila metri)”.

Mezzi navali e aerei continuano a ispezionare una vasta area a sud dell’isola di Creta. Trovati anche resti umani. Tre inquirenti francesi dell’ufficio indagini e analisi dell’aviazione civile e un esperto tecnico dell’Airbus sono arrivati in mattinata al Cairo “per partecipare alle inchieste sullo schianto dell’aereo egiziano nel Mediterraneo”.

Fonti aeroportuali al Cairo, aggiungono che “tre altri inquirenti britannici” in rappresentanza di Airbus sono giunti nella capitale egiziana “per la stessa ragione”.

Russia e Usa sono stati i primi a parlare di una bomba a bordo, ma restano ancora aperte anche altre ipotesi, come l’azione di un kamikaze o un guasto. Fondamentale il ritrovamento delle scatole nere.

Aumentati al 1 gennaio biglietti Trenitalia e aerei

Pubblicato il 03 Gen 2016 alle 11:50am

Il 2016 si apre con un rincaro sul fronte dei trasporti.

Ad annunciarlo è il Codacons, che spiega anche che “Agli incrementi dei pedaggi autostradali, si vanno ad aggiungere a partire dall’1 gennaio sensibili rincari per i treni. Non solo. Costa di più anche il trasporto in aereo, a causa dell’aumento dell’addizionale sui biglietti aerei”.

“Per le autostrade si registrano, invece, aumenti medi dello 0,86% ma – avverte il presidente Carlo Rienzi – per molte tratte i rincari sono solo sospesi e potrebbero essere sbloccati a breve. A ciò si aggiungono pesanti aumenti tariffari anche per i treni: per l’alta velocità, che sono scattati già a partire dal 1 gennaio 2016. Rincari medi dei biglietti di +2,7% che raggiungono quota +3,5% su alcune tratte molto utilizzate dai viaggiatori come la Roma-Milano. Come se non bastasse, è aumentata anche di 2,5 euro anche l’addizionale comunale sui biglietti aerei, che porta l’odioso balzello a 9 euro a passeggero, 10 se si parte da Ciampino o Fiumicino”.

Ma non finisce certo qui. Accanto ad autostrade, aerei e treni il Codacons prevede per il 2016 “aumenti per tutto il comparto dei trasporti (traghetti, mezzi pubblici, taxi, navi). Una vera e propria stangata per gli italiani al punto che le famiglie nel corso del 2016 spenderanno complessivamente oltre 1,4 miliardi di euro in più solo per la voce trasporti”.

Scoperto cadavere nel carrello volo Rimini-Mosca

Pubblicato il 06 Giu 2013 alle 11:44am

Il corpo di un uomo di colore, è stato trovato dopo l’atterraggio all’aeroporto moscovita di Vnukovo di un airbus A330 partito da Rimini. Il cadavere è stato scoperto in seguito ad un’ispezione del velivolo, della compagnia russa “I Fly“. I tecnici si erano insospettiti nel vedere macchie di sangue sul carrello. (altro…)