Agnieszka Radwanska

Pennetta batte Li Na e vola in finale, affronterà la polacca Agnieszka Radwanska

Pubblicato il 15 Mar 2014 alle 11:15am

La brindisina 32enne Flavia Pennetta all’Indian Wells si è qualificata per la finale del torneo di Indian Wells battendo la coetanea cinese Li Na, numero 2 del tennis mondiale, per 7-6 (5) 6-3. (altro…)

Roland Garros, Errani vince la lotta con la Radwanska: è semifinale!

Pubblicato il 04 Giu 2013 alle 4:21pm

Prosegue il sogno di Sara Errani al Roland Garros. La tennista italiana, infatti, batte ai quarti di finale la polacca Agnieszka Radwanska e strappa il pass per la semifinale dello slam parigino.

Non era così scontato il successo della nostra portacolori, numero 5 del mondo, chiamata ad affrontare la numero 4, talentuosa, provvista di un raffinato tocco da maestra che nei precedenti conduceva 6-1 su Sarita. L’ultima volta che le due si sono incontrate sulla terra rossa è stato a Madrid lo scorso anno e Aga rifilò alla Errani una sonora lezione di tennis, concedendole appena un gioco.

Altri tempi! Gradino dopo gradino Sara ha saputo costruirsi con impegno, talento e solidità un posto nella top ten grazie e ha dimostrato di trovarsi a proprio agio su questa superficie raggiungendo la finale a Parigi nel 2012 e arrendendosi solamente a Maria Sharapova.

Intende replicarsi la numero 1 azzurra e il successo per 6-4, 7-6(6) contro la tennista polacca lo dimostra. Il match è combattuto ed è tutto all’insegna dei break. Tre nel primo set, addirittura otto nel secondo parziale che si decide al tie break, dov’è la tennista bolognese ad avere la meglio, imponendosi per 8-6.

Il Philippe Chatrier è in festa, Sara è di nuovo tra le magnifiche quattro che si contenderanno l’accesso all’ultimo atto e l’ambita coppa. Chapeau.

Errani, prima vittoria al Masters di Istanbul

Pubblicato il 25 Ott 2012 alle 11:21pm

Dopo l’infelice esordio al Masters di Istanbul contro Maria Sharapova, la nostra Sara Errani si è ripresa alla grande battendo in tre set la numero 9 del mondo, Samantha Stosur, entrata in corsa dopo il ritiro della campionessa uscente Petra Kvitova per un’infezione virale.

Come già accaduto a Parigi, Sarita si è ripetuta a Istanbul, imponendosi per 6-3, 2-6, 6-0. Neanche un game concesso alla muscolosa australiana dai biondi capelli che è sempre un avversario ostico ma non impossibile. Le variazioni della Errani, infatti, l’hanno messa non poco in difficoltà e concesso alla nostra portacolori di rientrare prepotentemente in gioco nel torneo delle regine. Per il passaggio in semifinale sarà fondamentale il match contro Agnieszka Radwanska, numero 4 del mondo, tocco fino, tennis di classe e precedenti tutti a suo favore. Su sei incontri, Sarita è riuscita a vincere solamente una volta, a Budapest nel 2006 e l’ultima sconfitta risale proprio a questo 2012, a Madrid, dove Aga ha rifilato all’azzurra un netto 6-0 6-1 che non ammette repliche.

Impresa difficile ma la Errani non è tipa da perdersi d’animo. Nel giorno dell’anniversario della scomparsa di Federico Luzzi, portato via dal terribile male della leucemia, la nostra azzurra ha colto un successo prezioso e gliel’ha dedicato. Contro la Radwanska ci sarà anche Fede a tifare per Sarita e noi con lui. In bocca al lupo Sara!

Esordio amaro per Sara Errani a Istanbul

Pubblicato il 23 Ott 2012 alle 11:36pm

Esordio amaro per Sara Errani ai WTA Championships in scena a Istanbul. La nostra azzurra è entrata a buon diritto in tabellone in virtù di una stagione fenomenale che l’ha vista conquistare i quarti agli Australian Open, la finale al Roland Garros e la semifinale agli US Open, oltre a vincere i tornei di Acapulco, Barcellona, Budapest e Palermo. Non si può dire che la dea bendata l’abbia aiutata nel sorteggio: inserita nel Gruppo Bianco deve vedersela con Maria Sharapova, Petra Kvitova e Agnieszka Radwanska.

Ed è proprio con Masha che la nostra Sarita ha esordito, un debutto che non è andato come sperato. La bella siberiana , infatti, ha la meglio sulla tennista azzurra con un 6-3, 6-2 che non ammette repliche. Dopo un inizio all’insegna del break e del controbreak in cui la Errani riesce a tenere botta, la russa prende il sopravvento e per Sara c’è davvero ben poco da fare. La numero 2 del mondo si aggiudica il primo match del round robin, con l’identico punteggio rifilato alla numero 1 italiana in finale al Roland Garros. Per Sarita, che è impegnata anche in doppio con Roberta Vinci, il cammino si fa più difficile: al prossimo turno dovrà affrontare la Kvitova, detentrice del titolo, desiderosa di successo dopo la sconfitta subita per mano della Radwanska che si impone per 6-3, 6-2.

Infine, nell’unico match del Gruppo Rosso giocato nella giornata, Serena Williams batte facilmente la tedesca Angelique Kerber, rifilandole un netto 6-4, 6-1.

US Open: Italia ai quarti con Errani-Vinci

Pubblicato il 03 Set 2012 alle 11:56pm

Comunque vada, in semifinale agli US Open ci sarà una tennista italiana. Sarà il campo a decretare se toccherà a Roberta Vinci o a Sara Errani giocarsi nel penultimo atto dello slam newyorchese le chance di una finale che sarebbe davvero storica. Non esageriamo con la fantasia, teniamola a bada, almeno per ora, e godiamoci lo strepitoso momento che le nostre portacolori stanno vivendo. Stiamo parlando appunto di Errani e Vinci che grazie alle vittorie rispettivamente su Angelique Kerber e Agnieszka Radwanska hanno conquistato l’accesso ai quarti di finale degli US Open.

Sarita ha battuto la tedesca Kerber per 7-6(5), 6-3 al termine di un match che avrebbe potuto concludersi molto prima se la nostra azzurra fosse riuscita a sfruttare meglio le chance a disposizione. Contro una giocatrice sicuramente più potente ma non irresistibile, combattiva e difficile da piegare com’è la numero 6 del mondo, la Errani ha messo in mostra grinta, forza mentale e un gioco fatto di numerose variazioni con cui ha perforato il muro della regolarista Kerber. Troppo nervosa  la tedesca, specialmente nel secondo set quando si è vista scivolare il match tra le dita. Sotto 3-0 la Kerber è riuscita a rimontare i tre game di svantaggio, ma a quel punto si è dimostrata ancora più brava Sarita, spegnendo le velleità dell’avversaria e conquistando i primi quarti di finale in carriera nella Grande Mela.

Ancora meglio ha fatto la sua collega, compagna di doppio ma sopratutto amica Roberta Vinci. La tarantina ha battuto, infatti, la numero 2 del mondo Agnieszka Radwanska con il rotondo punteggio di 6-1, 6-4. Approfittando della forma non perfetta della polacca, la Vinci non si è fatta problemi a premere sull’acceleratore, mostrando il suo meraviglioso bagaglio tecnico. Nella sfida tra ricamatrici in un universo di battitrici, ha avuto la meglio la nostra portabandiera che ha concesso appena cinque game all’avversaria ed è volata per la prima volta ai quarti degli US Open, dove appunto affronterà Sarita in un derby tutto italiano.

Con questi successi entrambe le giocatrici raggiungeranno il loro best ranking: alla fine del torneo Sarita salirà sicuramente in ottava posizione, mentre Robertina entrerà nella top15. E non si fermeranno qui. Impegnate anche in doppio possono regalare ulteriori gioie al tennis italiano. Dunque, vinca la migliore!