Alessandro Maria

La grande solidarietà per il piccolo Alessandro Maria manda in tilt i telefoni dell’Admo: seimila iscrizioni per donare il midollo

Pubblicato il 28 Ott 2018 alle 10:09am

La rete di solidarietà partita da Milano con ore di fila davanti al gazebo dell’Admo, per donare il midollo osseo e provare a salvare il piccolo Alessandro Maria entro il 30 novembre, si allarga in tutta Italia, raggiungendo Napoli e mandando in tilt i centralini dell’associazione in tutto il Paese. Secondo Rita Malavolta, presidente dell’Associazione italiana donatori midollo osseo, sono oltre seimila le iscrizioni al registro fatte online da quando è stato lanciato l’appello per salvare il piccolo Alessandro Maria, affetto da una rara malattia genetica. E sempre nello stesso arco di tempo sul sito è stato registrato un flusso di 14mila persone al giorno. Dopo Milano, davanti al gazebo in piazza Sraffa, in cinquecento si sono resi disponibili a donare il midollo osseo fornendo i loro dati per poi essere ricontattati. Il numero dei donatori si è quasi quintuplicato rispetto all’anno passato. Ora la campagna di sensibilizzazione arrivata anche a Napoli in piazza Trieste e Trento, passa anche oggi per Caserta arrivando anche in Emilia Romagna, dove sono previsti nove eventi nel prossimo mese. Tante le regioni che si stanno organizzando in maniera autonoma.

Alessandro Maria, genitori cercano un donatore compatibile per lui, entro il 30 novembre

Pubblicato il 24 Ott 2018 alle 3:13pm

Alessandro Maria è un bambino di soli un anno e mezzo, figlio di italiani che vivono a Londra, affetto da linfoistiocitosi emofagocitica, comunemente conosciuta in medicina come HLH, malattia genetica rarissima che colpisce solo lo 0.002% dei bambini, e che non lascia speranze di vita senza trapianto di midollo osseo con un donatore compatibile in tempi molto brevi. (altro…)