allattamento materno

Milano, inaugurata Banca del latte umano alla Clinica Mangiagalli

Pubblicato il 11 Apr 2016 alle 7:00am

E’ stata inaugurata pochi giorni fa, la Banca del latte umano donato della clinica Mangiagalli, Fondazione Policlinico, terza attiva nel capoluogo lombardo. (altro…)

Donne inglesi pagate per allattare i propri figli

Pubblicato il 14 Nov 2013 alle 10:17am

In Inghilterra le donne sono riluttanti ad allattare i loro bambini al seno e per invogliarle a farlo ecco che arriva un progetto da parte dell’Università di Sheffield, in collaborazione con il Governo, che metterà in atto un esperimento, ossia pagare le mamme che allatteranno. (altro…)

Il latte materno? Contiene oltre 700 batteri

Pubblicato il 09 Gen 2013 alle 9:00am

Alcuni ricercatori spagnoli sono stati in grado, per la prima volta, di tracciare la “mappa del microbioma batterico” contenuto nella secrezione mammaria.

Si tratta di un numero straordinario di specie batteriche, più alto di quello si pensava fosse presente nel latte materno, e in particolar modo nel colostro, ossia la prima secrezione che fuoriesce dalle ghiandole mammarie dopo il parto.

Tra i batteri riscontrati, vi sono anche i Weissella, i Leuconostoc, lo Staphylococcus, lo Streptococcus ed il Lactococcus, mentre nel latte materno prodotto tra il primo ed il sesto mese sono stati osservati anche microrganismi come i Veillonella, i Leptotrichia ed i Prevotella, molto comuni nella cavità orale umana.

Gli scienziati pensano che la differente composizione delle colonie batteriche nel latte sul lungo periodo possa dipendere dallo stress e dall’influenza ormonale, fattore che verrebbe comprovato dalle differenze riscontrate in donne normopeso e sovrappeso, e in coloro che hanno partorito naturalmente o con taglio cesareo.

L’importanza del latte materno

Pubblicato il 23 Set 2010 alle 7:19am

L’allattamento al seno può essere considertao, il mezzo naturale e insostituibile, donatoci dalla natura (o da dio), per assicurare ai propri figli quello di cui hanno bisogno per nutrirsi, per potersi difendere dai germi e batteri di cui sono circondati e per crescere nel modo appropriato per la nostra specie, a stretto contatto fisico con le loro madri.

Anche nel regno animale è così.

L’allattamento materno è alla base di uno sviluppo fisico, mentale, sociale ed emotivo normale del bambino.

Tutte le donne (almeno il 97%) sono in grado di allattare al seno il loro bambino (anche due e addirittura tre gemelli), per un periodo di almeno quattro – sei mesi, e di continuare per tutto il tempo che lo desiderano e il bambino lo richiede,  dandogli poi un’adeguata alimentazione solida in aggiunta (non in sostituzione) al latte materno.

Finché si allatta, il latte si riproduce per anni, adeguandosi sempre ai bisogni del bambino, che variano con il passare del tempo.

Ebbene, questi bisogni, però, non diventano meno importanti via via che il bambino cresce, ma cambiano solamente.

La lattazione, è dunque, un potentissimo mezzo di sopravvivenza. Il ricorso al latte artificiale è giustificato solo in situazioni molto rare e particolari che affronteremo più avanti.