antitumorale

Cavolo rosso: ricco di fibre, antitumorale e antiossidante

Pubblicato il 10 Nov 2019 alle 6:16am

Il cavolo rosso è un vero e proprio elisir di salute.

E’ caratterizzato da un buon contenuto di fibre alimentari. La sua assunzione è funzionale anche al miglioramento della digestione. Aiuta l’organismo a produrre la bile e, di conseguenza, a prevenire criticità fastidiose come l’indigestione.

Quando si parla di questo ortaggio, è necessario fare riferimento anche alla sua efficacia antiossidante. Questa verdura appartenente alla famiglia delle Brassicaceae è infatti contraddistinta dalla presenza di sostanze come la vitamina A, la vitamina C e la vitamina E. La prima in particolare è associata alla prevenzione del cancro ai polmoni.

Tra le proprietà benefiche di questo super food: la presenza di minerali molto importanti per la salute. Tra questi spicca il calcio, essenziale per il benessere delle ossa, che come sottolineano gli esperti dell’Harvard Medical School, il cavolo rosso è un’ottima fonte di potassio. Il minerale è basilare per il buon funzionamento del muscolo cardiaco. Cento grammi di cavolo rosso garantiscono l’apporto di quasi 250 mg di potassio, ossia il 6% della dose giornaliera raccomandata per un soggetto adulto.

Tornando un attimo al notevole contenuto di vitamina A, è un precursore del betacarotene, che ricopre un ruolo fondamentale ai fini dell’efficienza visiva e della prevenzione della degenerazione maculare.

Come già detto, il cavolo rosso è ricco di fibre. Grazie a questi principi nutritivi è possibile apprezzare una stabilizzazione dei livelli di colesterolo cattivo LDL, con conseguenze positive sulla salute del cuore (l’ipercolesterolemia è uno dei fattori di rischio più importanti quando si parla di problemi cardiovascolari).

Ipocalorico e versatile può essere consumato sia cotto sia crudo e viene spesso utilizzato per preparare succhi super salutari – è controindicato, però, in caso di ipotiroidismo.

Olio di palma, non solo ricco di acidi grassi saturi ma anche capace di distruggere il melanoma

Pubblicato il 28 Set 2016 alle 8:45am

L’olio di palma, da molti demonizzato a causa delle sue alte concentrazioni di grassi saturi (potenzialmente dannosi per colesterolo, sistema cardiovascolare, obesità), sembra aver trovato un suo riscontro positivo in ambito sanitario e medicina antitumorale.

A rivelarlo un recente studio condotto dall’Università Statale di Milano in collaborazione con l`Università dell’Aquila e pubblicato sulla rivista scintifica Scientific Reports.

Secondo gli studiosi, infatti, i cosiddetti tocotrienoli, derivati della vitamina E contenuti anche in altri alimenti, hanno un’efficace azione antitumorale nei confronti del terribile tumore della pelle, il melanoma.

Studi in vitro hanno rilevato che il delta-tocotrienolo (d-TT) spinge le cellule di melanoma verso la morte programmata (apoptosi) attraverso un meccanismo intracellulare noto come “stress del reticolo endoplasmatico”.

Nei test in vivo, gli scienziati si sono accorti anche che il composto antitumorale riesce a rallentare in modo significativo la crescita del tumore e la progressione della malattia, e a non indurre alcun effetto nocivo sull’uomo.

Aspirina, un ottimo farmaco antitumorale

Pubblicato il 24 Set 2015 alle 6:53am

In America una piccola dose quotidiana di aspirina, è impiegata come un ottimo antitumorale. Ne sono conviti diversi ricercatori, che sostengono che assunta con regolarità, sarebbe in grado di ridurre notevolmente, l’incidenza e la mortalità di diversi tipi di cancro.Primo tra tutti quello al colon retto. (altro…)