arredo

Come personalizzare casa, con poco

Pubblicato il 04 Giu 2020 alle 6:00am

Arredare casa è una delle cose più belle della propria vita che si possano fare; tuttavia, a volte è più facile a dirsi che a farsi e spesso, può risultare molto stressante.

Ma non bisogna farsi prendere dal panico bensì, basta seguire una linea guida sulle principali considerazioni da fare prima di acquistare mobili esaminare bene spazi, luce e il loro utilizzo.

Consultare cataloghi, cercare in rete per avere un’idea, può fare la giusta differenza, anche per idee, quando non si ha un budget considerevole e si vuole anche spendere poco, ma puntando, comunque su originalità, e novità.

A volte anche i complementi di arredo, tessuti, luci possono fare al dovuta differenza, per cambiare la casa, farla apparire diversa, alla moda, impreziosire spazi, personalizzarli.

Ad esempio un piccolo tavolo angolare o un mobile da ingresso o anche un semplice ma efficace tappeto. Uno specchio, una pianta, o anche un insieme di quadri o punti luce.

Ogni stanza deve essere in grado di riflettere la nostra personalità ma soprattutto di fare sentire noi e anche i nostri futuri ospiti, a proprio agio. Consideriamo quindi ogni angolo, il modo in cui è formata una stanza (alcune presentano molti angoli non facili da sfruttare), i punti forti dei nostri ambienti e i metri quadri a disposizione.

L’acquisto della mobilia e dettagli Adesso arriva la parte più interessante e divertente: l’acquisto della mobilia e degli accessori che trasformeranno la nostra casa.

In commercio, possiamo trovare una vasta scelta di negozi al dettaglio ed economici dove possiamo acquistare mobili di qualità, senza spendere un grande capitale ma che sono in grado di soddisfare il nostro stile ed esigenze (un esempio sono le grandi catene come IKEA o Mondo Convenienza, Leroy Merlin, Bricoman).

A seconda dei gusti personali, non bisogna dimenticarsi che alcuni mobili sono indispensabili: un esempio sono i divani con un tavolino per iniziare ad ammobiliare il soggiorno, una libreria (e qui si ha una vasta scelta tra quelle aperte e moderne, oppure chiuse e anche più classiche), uno specchio da mettere nell’ingresso oppure dei moderni appendiabiti a parete.

Inoltre, in una casa non possono mancare i tappeti! Un dettaglio apparentemente banale, ma in grado di dare colore e carattere all’ambiente. Come i cuscini e le tende.

Oppure coperte e lenzuola. Un angolo verde, sul balcone, in giardino o nel soggiorno.

Una poltrona per il relax e la lettura.

Una lampada particolare.

Photo crediti Pianeta Design.it

Salone del Mobile di Milano, rinviato a giugno dal 16 e il 21

Pubblicato il 27 Feb 2020 alle 6:59am

Il Salone del Mobile di Milano, uno dei più importanti appuntamenti a livello mondiale per l’arredamento e il design, è stato rinviato a giugno per via della diffusione del coronavirus (SARS-CoV-2).

Originariamente avrebbe dovuto tenersi dal 21 al 26 aprile, invece si terrà tra il 16 e il 21 di giugno. La notizia è stata data martedì dal sindaco di Milano Giuseppe Sala, dopo un incontro avuto con gli organizzatori locali del Salone del Mobile.

Terranium, come realizzarlo nelle mura domestiche

Pubblicato il 09 Set 2019 alle 7:33am

Il verde in casa ha un grande ritorno. E’ la realizzazione di un mini giardino interno da realizzare e mantenere da soli in ambiente domestico, può essere un passatempo molto rilassante per grandi e piccini. Un bel colpo d’occhio verde che si può personalizzare a proprio piacimento. Scegliendo le piante ornamentali più adatte, contenitori, vasi ed oggetti di design.

Se volete sperimentarlo personalmente, fatevi consigliare da vivai o seguite i tutorial che trovate in rete, magari facendovi aiutare da marito e figli.

Strumenti e materiali per terranium:

Un contenitore di vetro

– Pozzolana (roccia vulcanica) per il drenaggio – Piccola ghiaia – Sabbia decorativa – Una miscela di terra e 1/5 di sabbia – Elemento decorativo per terrari (pietre, ciottoli, muschio, licheni, pigne….). – Piante scelta (solo piante da interno)

1. Un terrario chiuso richiede poche annaffiature (circa tre volte all’anno). D’altra parte, un contenitore aperto richiederà invece frequenti innaffiature.

2. Per il drenaggio, aggiungete uno strato sottile di circa 3 cm di pozzolana sul fondo del vaso. Si consiglia inoltre di integrare una piccola ghiaia chiara tra lo strato di pozzolana e il substrato per creare un effetto di contrasto.

3. Posizionamento del substrato. Mettete una miscela di terra e sabbia (1/5 di sabbia). Posizionate il substrato a circa 7 cm in modo che l’altezza del substrato sia almeno equivalente alla dimensione delle zolle.

4. Scegliete delle piante come Fittonia, Echeveria e Chlorophytum. Prima di piantare le piante, ricordatevi di inumidire bene le zolle.

5. Personalizzate il terrario come preferite, anche a tema: – la spiaggia: con l’aggiunta di conchiglie, sabbia, ecc. – la foresta: con l’aggiunta di muschio, licheni, pigne, tronchi. – Natale: con l’aggiunta di muschio, ghiaia bianca sul terreno a rappresentare la neve. È importante coprire il terreno e non lasciare il terreno nudo.

Come creare un terranium casalingo, ecco cosa serve

Il terrarium richiede pochissima manutenzione. Se quest’ultimo viene chiuso con un tappo di sughero, il ciclo dell’acqua avviene naturalmente. Sarà sufficiente innaffiarlo tre volte all’anno con una piccola quantità d’acqua. Finché il substrato è bagnato, non è necessario innaffiare. Preferire un luogo luminoso per conservare il terrario. Evitare di esporlo al sole. La temperatura ideale per il suo corretto funzionamento è compresa tra 15°c e 27°c, quando la temperatura ambientale salirà, sarà sufficiente aprire il coperchio per ventilare. E’ anche possibile decidere di aprirlo almeno 2 ore alla settimana, o quando la condensa diventa troppo alta.

Expocasa 2019: il salone dell’arredo dal 2 al 10 marzo a Torino

Pubblicato il 24 Gen 2019 alle 6:14am

Torna anche quest’anno a Torino, da sabato 2 a domenica 10 marzo Expocasa, il più importante appuntamento del nord ovest d’Italia per tutto ciò che riguarda l’arredamento e le idee per la casa.

Un evento che si snoda attraverso i 20 mila mq del suggestivo Oval Lingotto Torino, dove il pubblico potrà avere una panoramica completa sulle ultime novità nel settore arredamento e sulle tendenze, per dare nuova vita agli spazi domestici ed esterni. Dalle novità della zona cucina, passando attraverso l’area living e gli spazi del benessere, sino ad arrivare alla zona notte in cui ampio spazio sarà dato alle camerette per bambini e ragazzi con soluzioni sempre più innovative e in linea con le abitudini di oggi: il percorso di Expocasa, sarà infatti suddiviso per aree tematiche, facilmente raggiungibili ed identificabili nel percorso dell’esposizione.

Oltre un centinaio gli espositori italiani e stranieri che hanno già confermato la loro presenza a Expocasa, tra questi non mancano alcune tra le più interessanti start up italiane che proporranno in fiera soluzioni per la casa del futuro, con particolare attenzione all’ambiente e al risparmio energetico.

Per l’edizione 2019 confermato il ricco calendario di appuntamenti che animerà il Salone rendendolo ancora più coinvolgente per il pubblico.

E’ trasformabile, a specchio, industrial, il nuovo design per gli arredi

Pubblicato il 06 Nov 2018 alle 6:35am

Gli specchi diventano veri e propri oggetti di design, tondi rettangolari, ovali da montare in orizzontale o in verticale. Qualunque forma abbiano. Le serigrafie sono colorate e l’effetto tridimensionale rompe la planarità della parete, regalando un effetto di grande profondità visiva grazie ai volumi prospettici. Il 3D rompe la regolarità della parete, offrendo punti di vista e riflessi inaspettati della stanza. Lo stesso bagno diventa una stanza da vivere ed ecco che il design la fa da padrone, proponendo non i soliti specchi, ma soluzioni che con una luce incorporata che regalano una nuova prospettiva. (altro…)

Arredo: come sarà la casa del 2019?

Pubblicato il 19 Ott 2018 alle 8:38am

L’arancione, il blu, il verde e il rosso scuro sono i colori del prossimo anno per quanto riguarda l’arredo della casa.

Questo vale per pareti e per mobili.

Da Vitra nel 2019 il colore sarà infatti la nuance mango, ottenuta dopo anni di esperimenti sull’arancione perfetto.

Schoenbuch propone l’azzardato abbinamento rosa-arancione.

Il legno è grezzo, naturale e non lavorato. Perfetto se inserito a contrasto con materiali in colori accesi, per mitigare l’effetto finale. Il legno è uno degli ultimi elementi che rimangono della grande tendenza “scandi style”, che sta lentamente scemando in favore di interni più ricchi e avvolgenti. Un esempio è il bagno di Inda in una rilassante texture in legno grezzo, lavandino compreso.

Tant’è che lo troviamo anche come rivestimento da parete, come nel caso della collaborazione nata Listone Giordano e Inkiostro bianco.

E quanto ai tessuti?

I pattern affollano carte da parati, tappeti, sedie e imbottiti. Missoni presenta la Horoscope Collection, ispirata da queste tavole disegnate negli anni ’80 da Piero Zuffi, mentre Patricia Urquiola è la designer che porta i pattern da Kartell in una collezione esclusiva, dal nome evocativo.

La sofficità è poi un altro trend arredo casa 2019 che mi piace davvero tanto. I divani sono imbottiti, sono estremamente comodi e sono affiancati da tappeti a pelo lungo che fanno venire voglia di dormirci sopra.

E che dire dei metalli dorati?

I complementi che più risentono di questa tendenza sono specchi, decori, lampade e rubinetteria.

E ancora, molto di moda anche le trasparenze. Il vetro grande e indiscusso protagonista. Sia vetro stampato (tantissimo), per ottenere texture semitrasparenti e supermoderne, sia serigrafato, temperato, plissettato. L’importante è che non sia “solo” vetro trasparente.

Arredo giardino e terrazzo, per vivere al meglio questo spazio: le idee di Leroy Merlin

Pubblicato il 26 Giu 2018 alle 10:34am

Preferisci lo stile minimal o le linee più ricche e decorate? Sei per il calore delle fibre naturali o la praticità della plastica o la ancora la solidità del metallo? Se devi arredare un terrazzo o un giardino, Leroy Merlin soddisfa ogni tua esigenza.

Propone, infatti, una vasta gamma di coffee set, con diverse tipologie di combinazioni, accomunate tutte da un’attenta ricerca dei materiali (pensati per resistere alle intemperie e rimanere inalterati anche se esposti ai raggi Uv) e del design.

Salotti comodi e belli che rendono anche l’esterno della casa, vivibile al 100% come se fosse un altro ambiente domestico. Uno spazio confortevole da poter arredare con gusto e con stile, tavoli, sedie dove poter mangiare, panche, sdraio, altalene ecc. Per una cena d’estate all’aperto, in dolce compagnia, con amici o parenti.

Ecco alcune soluzioni per voi

Arredare una casa piccola si può: i 6 errori da non commettere

Pubblicato il 31 Mag 2018 alle 11:25am

Se volete arredare una casa molto piccola ci sono degli errori da non commettere.

Ad esempio gli interni di taglia XS vanno ben calibrati, riducendo al minimo l’arredamento ed evitando la sovrapposizione di stili differenti così come quella di troppi accessori.

Scelta colori scuri Un escamotage molto semplice ed efficace è quello di dare ampio respiro all’interior design anche quando lo spazio non abbonda è quello di scegliere tinte chiare per pareti, pavimentazioni e rivestimenti in generale. Questo per dare più luce e spazio agli interni.

Pareti nude Usate specchi sulle pareti. Posizionatene almeno uno, riesce a dilatare lo spazio.

Fate attenzione alle zone d’ombra Anche l’illuminazione gioca un ruolo fondamentale nell’arredamento di spazi piccoli. Una stanza dalle dimensioni ridotte con scarsa luce risulterà ben differente da una camera che ha la stessa metratura quadrata ma una sapiente distribuzione di punti luce. La luce naturale è di vitale importanza per rendere un ambiente più arioso tuttavia anche i punti luce artificiali possono fare una netta differenza. Anziché limitarvi a un’unica lampada che scende dal soffitto, optate per molteplici fonti luminose. Abat-jour, faretti, per creare luci da poter orientare all’occorrenza.

Non rinunciate alle piante Adornate i vostri spazi dentro e fuori casa con delle piante. Daranno ossigeno e luminosità, tranquillità e raffinatezza.

Stratificare oggetti Puntate su di un arredamento ridotto al minimal. Preferite uno stile minimal, ne beneficerà anche la vostra psiche.

Le novità dal Salone del Mobile e Fuorisalone 2018

Pubblicato il 26 Apr 2018 alle 9:48am

Al Salone Internazionale del Mobile di quest’anno è andato in scena insieme al Salone Internazionale del Complemento d’Arredo, suddivisi nelle tipologie stilistiche Classico: la Tradizione nel Futuro, che attinge ai valori di tradizione, artigianalità e maestria nell’arte di realizzare mobili e oggetti in stile classico; Design, prodotti dall’espressione di funzionalità, innovazione e grande senso estetico; xLux, settore dedicato al lusso senza tempo riletto in chiave contemporanea. (altro…)

Salone del Mobile, la 57esima edizione dal 17 al 22 Aprile Fiera di Rho-Pero

Pubblicato il 22 Feb 2018 alle 6:13am

Al Salone del Mobile, edizione 57, ogni aspetto dell’habitat sarà esaminato in 6 giorni di focus a Milano, dal 17 al 22 aprile, in 205.000 metri quadri di padiglioni della Fiera di Rho-Pero. Da anni l’evento non è più solo un’esposizione di arredamenti. Ma una piattaforma, un percorso emozionale, con le novità del settore, le nuove materie, tendenze, creatività tra tecnologia e artigianato.

La prossima edizione, infatti, presentata alcuni giorni fa presso l’università Bocconi di Milano, è stata preceduta dai dati confortanti avuti per il settore. Secondo il Centro Studi Federlegno Arredo, il pre consuntivo 2017 registra infatti un aumento del +2% nella spesa interna per mobili e complementi di arredo e un 1% in più nella produzione. Numeri positivi ai quali ha contribuito, come ha sottolineato il presidente di Federlegno Arredo Eventi, Emanuele Orsini, anche il bonus mobili e il bonus ristrutturazioni.

In crescita anche l’esportazione (+1,7%). I primi ‘clienti’ italiani sono i francesi (+5,%). Attesa anche la filiera del settore, aziende, designer, e ‘una dichiarazione di intenti che getta le basi di un nuovo modo di pensare, fare sistema e progetto’.