attentato terroristico

Russia, bomba in metro a San Pietroburgo: 10 morti e 50 feriti

Pubblicato il 03 Apr 2017 alle 4:19pm

Una o due esplosioni hanno colpito la metropolitana di San Pietroburgo, in Russia. Vi sarebbero almeno dieci morti e 50 feriti all’interno del vagone di un treno. (altro…)

Istanbul, attentato terroristico all’aeroporto: almeno 36 morti e 147 feriti

Pubblicato il 29 Giu 2016 alle 9:53am

Nel cuore di Istanbul un nuovo attentatato terroristico. L’ultimo bilancio è di 36 morti e 147 feriti.

Almeno 3 terroristi in azione, armati di kalashnikov che hanno aperto il fuoco intorno alle ore 22 locali ai controlli di sicurezza nella zona degli arrivi dell’aeroporto Ataturk, provocando la mattanza.

Poco dopo si sono fatti saltare in aria durante uno scontro a fuoco con la polizia. Ma il commando, secondo fonti di polizia, sarebbe stato composto da almeno 7 persone, di cui altre 3 sarebbero in fuga e 1 in arresto.

Tutte le indicazioni iniziali suggeriscono che dietro l’attentato ci sia l’Isis.

Pakistan, assalto armato all’università: oltre 30 morti, 4 terroristi uccisi

Pubblicato il 20 Gen 2016 alle 11:07am

E’ di almeno 30 morti il primo bilancio dell’assalto armato rivendicato dai talebani in una università nella provincia di Khyber Pakthunkwa, del nord ovest del Pakistan. (altro…)

Egitto, attentato con molotov in night club, almeno 18 morti

Pubblicato il 04 Dic 2015 alle 10:20am

Sono almeno 18 le vittime dell’attentato terroristico messo in atto con un esplosivo dentro un night club al Cairo, in Egitto.

Un’esplosione che sarebbe stata provocata dal lancio di una o più bombe molotov.

Fonti della sicurezza parlano di «un attacco con molotov lanciato da uomini mascherati contro un night club al Cairo nel quartiere di el Agouza».

L’attacco è avvenuto tra le 6 e le 7 del mattino. La procura di Agouza sta esaminando il locale all’interno del quale è scoppiato l’incendio.

Sparatoria in California, in centro per disabili, 14 morti e 17 feriti. Possibile attentato terroristico

Pubblicato il 03 Dic 2015 alle 10:07am

Sono stati uccisi i due coniugi, i killer, responsabili della strage in California al centro per disabili di San Bernardino, di cui ancora non è noto il movente ma che secondo l’Fbi potrebbe trattarsi di “terrorismo interno” o islamico.

L’attacco sarebbe avvenuto in seguito a pianificazione da parte di una coppia di origine araba. I due armati hanno fatto fuoco in una sala del centro disabili massacrando 14 persone e ferendone 17, durante una festa natalizia.

I killer avrebbero sparato per circa 30 secondi, per poi fermarsi per ricaricare e colpire ancora. Poi la fuga a bordo di un Suv nero, raggiunti poi nella cittadina di Redlands, nella contea di San Bernardino, dove il mezzo è stato avvistato.

Lì è iniziato un inseguimento le cui immagini sono state trasmesse in diretta tv ed è avvenuto uno scontro a fuoco tra la polizia e gli assassini che si sono sbarazzati di diversi tubi esplosivi lanciandoli dal finestrino. L’auto dei killer è stata crivellata di colpi mentre gli agenti accerchiavano la zona.

Nello scontro a fuoco è rimasto ferito anche un poliziotto.

I due killer Syed Rizwan Farook, cittadino americano 28enne, dipendente della contea presso l’ispettorato della Sanità, e Tashfeen Malik, di 27 anni avevano posizionato anche un pacco sospetto e dell’esplosivo nella casa di cura.

Il padre di Farook si è detto scioccato del possibile coinvolgimento del figlio. “Non mi è stato detto nulla ancora”, ha detto al New York Daily News. “Era molto religioso. Andava al lavoro, tornava, pregava. E’ un musulmano”, ha aggiunto. E intanto emerge che Farook in primavera era andato in Arabia Saudita per circa un mese ed era tornato negli Stati Uniti già sposato.

La polizia federale non esclude nessuna pista, neanche quella del terrorismo.

Barack Obama, appreso quanto successo è tornato a parlare con forza della violenza causata dalle armi invocando ancora una volta al congresso “misure bipartisan” per garantire la sicurezza dei cittadini americani.

Mali, in corso attacco jihadista all’hotel Radisson: 170 ostaggi

Pubblicato il 20 Nov 2015 alle 11:15am

E’ in corso un attacco terroristico nella capitale del Mali, all’hotel Radisson Blue di Bamako. Si parla di almeno 170 ostaggi (140 turisti e 30 persone dello staff) mentre al momento non è confermata la notizia di possibili vittime.

L’ambasciata Usa ha diramato l’allerta chiedendo ai cittadini americani, compreso lo staff, di mettersi al sicuro.

Il commando dei responsabili dell’attacco sarebbe arrivato nell’albergo a bordo di una macchina con targa del ‘corpo diplomatico’.

Gli assalitori avrebbero prima attaccato l’hotel con armi da fuoco e «granate», per poi, secondo quanto dichiarato da un impiegato dell’albergo, Tamba Diarra, rintracciato al telefono dall’AP, salire al settimo piano dell’albergo, da dove avrebbe iniziato a sparare.

L’hotel con 190 stanze è «pieno al 90%» ed è frequentato da molti turisti stranieri che lavorano in Mali. Tra gli ospiti anche militari della missione Onu in Mali (Minusma).

«Hanno rinchiuso circa 140 ospiti e circa 30 impiegati», ha detto a NBC News un portavoce del gruppo Radisson, Carlson Rezidor. «L’hotel è sbarrato e nessuno può entrare o uscire».

A ‘sigillare’ l’albergo sono stati gli assalitori stessi, e non «la polizia o altre forze di sicurezza». Si cerca ora di capire le nazionalità e i nomi degli ostaggi.

Aereo caduto nel Sinai, si rafforza l’ipotesi bomba. Voli sospesi all’aeroporto di Sharm

Pubblicato il 07 Nov 2015 alle 11:18am

Mentre continuano le indagini per far luce sul disastro aereo avvenuto nella penisola del Sinai, si fa sempre più strada l’ipotesi di un attentato terroristico.

Il presidente russo Vladimir Putin avrebbe ordinato lo stop ai voli russi in tutto l’Egitto, rassicurando l’amico Abdel Fattah Sisi sul fatto che presto i suoi connazionali faranno ritorno.

La mossa del Cremlino di fermare i suoi aerei rilancia infatti l’ipotesi che l’Airbus 321 sia precipitato in Sinai a causa di un’esplosione di una bomba piazzata a bordo.

Migliaia di turisti attendono a Sharm il rimpatrio ed è emergenza nei resort di Sharm el Sheikh, dove migliaia di turisti attendono il proprio rimpatrio. Tra loro anche molti italiani: “Il piano di recupero – previsto in nottata – non è più attuabile”, si è scusata EasyJet, che aveva programmato un volo per Malpensa.

Alitalia ha intanto annunciato il rafforzamento dei controlli all’aeroporto del Cairo. Stessa misura decisa anche dagli Stati Uniti d’America per tutti i voli della regione in arrivo nel Paese.

Scoperto piano dell’Isis per uccidere la regina Elisabetta, in occasione delle celebrazioni di sabato

Pubblicato il 09 Ago 2015 alle 10:49am

L’Isis sta preparando un piano per uccidere la regina Elisabetta II d’Inghilterra. (altro…)

Tunisia: attacco terroristico in spiaggia, colpiti due alberghi, 27 morti

Pubblicato il 26 Giu 2015 alle 3:29pm

Su Twitter e Instagram alcuni turisti hanno postato alcune foto che mostrano gli istanti successivi agli spari esplosi sulla spiaggia di due alberghi, l’Imperial Marhaba e l’Hotel Soviva.

Mohamed Ali Laroui, portavoce del Ministero degli Interni tunisino, parla di “almeno 27 morti”, molti stranieri, e 6 feriti tra cui i residenti dei due alberghi. Uno dei due killer sarebbe rimasto ucciso dalle forze dell’ordine.

La Farnesina verifica l’eventuale presenza di turisti italiani.

Gli attentatori avrebbero fatto irruzione arrivando via mare. Una volta aperto il fuoco molti turisti sarebbero riusciti a mettersi in salvo, mentre altri avrebbero trovato la morte.

Nell’attentato sarebbero morti anche dei turisti inglesi e tedeschi. Lo ha comunicato il portavoce del ministero dell’Interno di Tunisi, Mohamed Ali Aroui, come riporta la locale Radio Mosaique.

Attentato Tunisi, è giallo sul numero di vittime straniere, anche italiane

Pubblicato il 19 Mar 2015 alle 11:02am

Nell’attentato terroristico che si è consumato ieri a Tunisi, nel Museo del Bardo, rivendicato dall’Isis, hanno perso la vita oltre 24 persone, di cui 17 straniere, molte altre sono rimaste ferite in modo grave.

(altro…)