attività fisici

Fibrimialgia e esercizi fisici consigliati

Pubblicato il 31 Mag 2019 alle 6:10am

La fibromialgia è una sindrome che comporta dolore e rigidità muscolare cronica in tutto il corpo, e che spesso è anche causa di cefalee e di disturbi del sonno e dell’umore. Anche se vi sembrerà strano di poter svolgere qualche esercizio fisico, in realtà, non lo è. In quanto, l’allenamento e l’attività fisica possono decisamente aiutare chi soffre di questa debilitante malattia.

Ecco dunque gli esercizi consigliati che possono portare ad una serie di benefici, tra cui:

– Prevenzione del dolore cronico grazie al rafforzamento dell’apparato muscolare – Preservazione dei tessuti muscolari – Prevenzione o riduzione dei sintomi depressivi – Riduzione della difficoltà a concentrarsi – Miglioramento dei disturbi del sonno – Riduzione della disabilità indotta dalla malattia – Riduzione dell’astenia

Gli esercizi considerati più efficaci al fine di ottenere i benefici sopra elencati possono essere sintetizzati qua sotto, anche se la scelta più mirata può essere fatta da un reumatologo o fisiatra, e può variare da paziente a paziente.

Aerobica – Un esercizio aerobico, come la corsa, la camminata o il nuoto, secondo uno studio condotto nel 2017 possono portare una serie di benefici alle persone fibromialgiche, facendo calare la soglia del dolore muscolare Tai Chi – Il Tai Chi, antica arte marziale cinese, una pratica che si svolge compiendo movimenti lenti e di stretching. Oltre a migliorare la consapevolezza del proprio corpo, come mostrato in uno studio del 2018, si è rivelata molto più efficace dell’aerobica nel trattamento dei sintomi della fibromialgia. I soggetti presi in esame hanno riscontrato effetti benefici associati alla partecipazione regolare ed assidua a classi di questa disciplina. Allenamento di resistenza e stretching – un tipo di allenamento che può rafforzare i tessuti muscolari e migliorare la salute, il dolore e la forza muscolare, come dimostra uno studio del 2015 effettuato su donne affette da fibromialgia. Gli esercizi una volta acquisiti possono essere fatti anche a casa, con attrezzi e pesi leggerissimi. Yoga – in grado di rilassare mente e corpo, costituisce un approccio lento e graduale all’attività fisica. Uno studio del 2017 ha dimostrato come lo yoga è in grado di diminuire le disabilità causate dalla fibromialgia e la relativa depressione. Inoltre, può aiutare anche come prepazione ad altre attività disiche più impegnative ed intense.

Consigli per chi decide di fare attività fisica 1. Consultate il vostro medico di fiducia proponendogli la vostra scelta di attività fisica. 2. Seguite scrupolosamente le indicazioni del medico circa intensità e durata dell’allenamento prescelto. 3. Utilizzate un cardiofrequenzimetro per tenere sottocontrollo lo sforzo e non sovraccaricare troppo il vostro organismo. 4. Per allenarvi e prepararvi provate a camminare prima a passo veloce svolgendo qualche esercizio di respirazione ad intervalli regolari. 5. Iniziate con sessioni di 40 minuti due volte a settimana e aumentate l’intensità solo quando ve la sentirete o quando ve lo consiglierà il vostro medico di fiducia. 6. Se vedete che 40 minuti sono troppi, provate a svolgere almeno qualche minuto di esercizio fisico al giorno. 7. Rivolgetevi ad un fisioterapista per imparare ad eseguire con precisione gli esercizi (svolgerli in maniera errata potrebbe peggiorare la vostra situazione). 8. Monitorate sempre il livello del dolore dopo aver concluso l’allenamento per valutare i progressi o i peggioramenti dei vostri sintomi e decidere di conseguenza se continuare oppure no. 9. Fate precedere sempre all’allenamento una fase di riscaldamento e concludete la sessione con una fase di rilassamento muscolare. 10. Ricordate infine che l‘attività fisica non può costituire una cura per la fibromialgia, che va curata con le giuste terapie e i farmaci prescritti dal vostro medico che vi segue.