attrice

L’attrice premio Oscar Susan Sarandon arrestata a Washington per aver manifestato contro Trump

Pubblicato il 02 Lug 2018 alle 7:26am

L’attrice premio Oscar Susan Sarandon è stata arrestata e poi rilasciata per aver manifestato ad un corteo non autorizzato a Washington contro il presidente degli stati Uniti d’America, Donald Trump e la sua politica nei confronti degli immigrati.

La protagonista di «Thelma & Louise», da sempre attivista politica, ha manifestato l’altro ieri a Washington insieme ad altre 575 donne aderenti ai movimenti Women’s March e Center for Popular Democracy. A dare la notizia è stata lei stessa su Twitter : «Sono stata arrestata. Resto forte. Continuo a lottare», ha scritto.

India: offerti 10 milioni di rupie a chi brucerà l’attrice del film Padmavatì

Pubblicato il 22 Nov 2017 alle 8:21am

E’ stata minacciata di morte per aver interpretato il film storico Padmavatì del regista indiano Sanjay Leela Bhansali. È successo in India. A pochi giorni dal debutto nelle sale cinematografiche (previsto per l’1 dicembre), un gruppo marginale di difesa della cosiddetta “casta dei cavalieri” ha offerto una ricompensa di ben dieci milioni di rupie (oltre 130.000 euro) per chi si presterà a «brucare viva la protagonista, Deepika Padukone», che interpreta il ruolo di una regina ribelle che non si concede al suo sultano.

Tratto da un poema epico del 1500, il film racconta la storia di una regina indù (Rani Padmini, nota anche come Padmavati) che, per non cadere nelle mani del sultano di Delhi, Alauddin Khalji, al termine di un lungo assedio del Chittor Fort nel 1303 preferì gettarsi nel fuoco insieme a tutte le altre donne.

Minacce di morte anche al regista Bhansali. Domenica, dopo che l’organismo di censura preventiva indiano (Cbfc) aveva deciso di sospendere l’esordio di Padmavatì nelle sale, il gruppo Akhil Bhartiya Kshatriya Mahasabha (Abkm) aveva organizzato una manifestazione a Bareilly, in Uttar Pradesh, bruciando in un parco un centinaio di gigantografie della Padukone e di Bhansali.

Addio alla “signorina snob” del cinema, Gisella Solfio

Pubblicato il 28 Gen 2017 alle 1:43pm

Addio a Gisella Solfio, una delle più noti caratteriste e attrici, del dopoguerra. Popolare in teatro, cinema e nelle fiction televisive morta a Roma all’età di 85 anni (era nata il 19 febbraio 1931).

Elegante, ironica, dotata di un grande senso dell’umorismo, ricordata per tutte quelle “signorine snob” che ha saputo regalare al suo amato pubblico.

Nata a Milano, esordì a teatro all’età di 16 anni, nella rivista Il Tevere blu. L’avventura cinematografica prese il via nel 1951, nel film Accidenti alle tasse! di Mario Mattoli. Nella sua lunga e brillante carriera, ha lavorato tra gli altri con Renato Rascel, Alighiero Noschese, Mario Mattioli, Vittorio De Sica, Gino Cervi, Marcello Mastroianni, Dino Risi, Pupi Avati e il grande Totò, che fu uno dei suoi mentori.

Tra i suoi film più celebri ricordiamo Viva la rivista di Enzo Trapani, La signora senza camelie di Antonioni, Lo smemorato di Collegno di Sergio Corbucci, Voltati Eugenio di Luigi Comencini. Negli ultimi anni aveva recitato in commedie di successo come Simpatici e antipatici di Christian De Sica, Torno a vivere da solo di Jerry Calà, Il cuore grande della ragazze di Pupi Avati e Il principe abusivo di Alessandro Siani.

Gisella Solfio si è divisa tra teatro, (celebre la sua partecipazione alla commedia di Garinei e Giovannini Enrico ’61), cinema e televisione.

A marzo i suoi affezionati spettatori la potranno ancora vedere ne Il crimine non va in pensione con la regia di Fabio Fulco, e nella seconda serie di Tutto può succedere.

E’ Jennifer Lawrence l’attrice più pagata al mondo, per il secondo anno consecutivo

Pubblicato il 25 Ago 2016 alle 8:20am

E’ Jennifer Lawrence l’attrice più pagata al mondo del 2016. A rivelarlo è Forbes.

La giovane attrice è in testa alla classifica per il secondo anno consecutivo.

Tra il luglio 2015 e il luglio 2016 con Joy è arrivata l’ennesima nomination all’Oscar.

JL nel 2015 era arrivata a un lordo di incassi di ben 52 milioni di dollari. Il valore più alto tra le attrici donne, ma sempre di parecchio sotto rispetto al più riccone tra gli attori: Dwayne “The Rock” Johnson che aveva infatti dichiarato 64,5 milioni di dollari.

Ecco la classifica di Forbes delle 10 attrici più pagate del 2016:

Jennifer Lawrence (46 milioni di dollari lordi)

Melissa McCarthy (33 milioni con il remake di Ghostbusters e una linea di abbigliamento tutta sua)

Scarlett Johansson (25 milioni: attenzione però perché l’avrebbero pagata la cifra record di 17, 5 milioni per Ghost in The Shell)

Jennifer Aniston (21 milioni garantiti più dai contratti pubblicitari che dal box office cinematografico),

Fan Bingbing (17 milioni per la star cinese, trascinata dai successi in patri, da X Men. Giorni del futuro passato e dai contratti con L’Oréal Paris e Chopard)

Charlize Theron (16, 5 milioni: per lei un ritorno in classifica, visto che era lontana dal top dal 2013)

Amy Adams (13, 5 milioni per l’attrice che al Festival di Venezia 2016 sarà la regina con ben due film in concorso per il Leone d’Oro)

Julia Roberts (12 milioni per “mamma” Julia)

Mila Kunis (11 milioni per la compagna di Ashton Kutcher)

Deepika Padukone (10 milioni per la star di Bollywood)

Cinema, morta l’attrice Silvana Pampanini. Aveva 90 anni

Pubblicato il 06 Gen 2016 alle 3:15pm

Si è spenta al Policlinico Gemelli di Roma l’attrice italiana Silvana Pampanini. Aveva 90 anni. Era ricoverata da tempo al Policlinico Gemelli dove era stata sottoposta d’urgenza ad un delicato intervento chirurgico addominale, lo scorso 25 ottobre.

Si legge in una nota dell’ospedale “Dopo aver lottato a lungo, sembrava aver ritrovato la grinta e il sorriso che sempre l’avevano contraddistinta”. Secondo quanto comunica, in accordo con la famiglia, il medico personale, professor Francesco Landi, responsabile dell’Unità operativa Complessa di Riabilitazione del CEMI dove l’attrice era ricoverata, “dopo una iniziale ripresa, in un quadro clinico sempre molto delicato, inevitabili complicanze ne hanno interrotto il recupero”.

I funerali si svolgeranno venerdì 8 gennaio alle ore 11 presso la Parrocchia Santa Croce, in via Guido Reni 2, a Roma.

Una carriera favolosa quella della Pampanini, nata a Roma il 25 settembre del 1925, romana ma di famiglia veneta, diva degli anni ’50 e ’60, stella del cinema popolare; l’ex aequo a Miss Italia nel 1946 la lanciò nel mondo dello spettacolo. Ha lavorato con grandi registi: da Monicelli a Risi, passando per Comencini.

Al suo fianco attori del calibro di Totò, Sordi, Mastroianni e Gassman. Sua l’interpretazione di una delle più celebri canzoni degli anni ’50: “Bellezze in bicicletta”, brano del film di Carlo Campogalliani.

L’ultimo suo lavoro da attrice è stato il film per la tv “Tre stelle” del 1999, per la regia di Pier Francesco Pingitore.

Il successo della Pampanini arrivò anche in Francia dove l’attrice è conosciuta con lo pseudonimo di Ninì Pampan: molti locali parigini, colpiti dalla sua popolarità, furono ribattezzati in suo onore; in Giappone l’imperatore Hiro Hito, per riuscire a vederla da vicino, era addirittura pronto a infrangere le regole del più rigido cerimoniale.

Intervista a Simona Borioni, attrice di cinema e tv, impegnata nella fiction di Canale 5 ‘Solo per amore’

Pubblicato il 30 Gen 2015 alle 11:42am

Tuttoperlei ha intervistato la bravissima attrice di cinema e tv Simona Borioni impegnata nella fiction di Canale5, in 10 puntate, ‘Solo per amore’, partita il 7 Gennaio scorso, in prima serata, per la regia di Raffaele Mertes.

A Simona abbiamo chiesto:

D. In che modo ti sei avvicinata alla recitazione? R. Mio nonno era un musicista, questa è la prima forma d’arte a cui mi sono avvicinata. Da lì, il passo successivo è stata la danza che, purtroppo, per questioni di salute, ho dovuto abbandonare. Sin dall’asilo mi sono ritrovata a fare la protagonista delle recite e così a scuola, nei villaggi, ed in parrocchia. Amare quest’altra forma d’arte è stata una conseguenza naturale.

D. Nel 2010 hai recitato in ‘Le ultime 56 ore’ di Claudio Fragasso, con Gianmarco Tognazzi e Luca Lionello, e in ‘La bella società’ di Gian Paolo Cugno. Cosa ha rappresentato per te essere nel cast con Raoul Bova? R. Nel film “La bella società” non ho avuto scene con Raoul, ma conoscendolo da anni, lo stimo e lo apprezzo per l’impegno con il quale ha raggiunto il meritato successo. Marco Bocci era il mio partner di quel film, all’epoca emerito sconosciuto, con il suo talento ha ottenuto la fama che gli spetta. Sono molto contenta per lui. Sicuramente, il personaggio al quale sono più legata è quello di “Isabella Manfredi”. Gianmarco Tognazzi e Luca Lionello si commentano da soli…due attori straordinari.

D. Nel 2011 hai recitato nel film ‘Una notte da paura’ diretto dal maestro del cinema Horror Claudio Fragasso, con Francesco Pannofino, Naike Rivelli e Leonardo Manera. Ci parli di Miranda, il personaggio da te interpretato? R. Miranda è una strega cialtrona, simpatica e divertente. Questo personaggio è stato faticoso per le complesse trasformazioni alle quali dovevo sottopormi, trucco e parrucco richiedevano ore, ma il risultato era strabiliante e questo mi divertiva molto.

D. Nel 2011, ti abbiamo vista anche nella divertente commedia cinematografica di Nicola Barnaba, ‘Una cella in due’ con Enzo Salvi, Maurizio Battista, Massimo Ceccherini. Cosa ricordi di questa esperienza e del ruolo interpretato? R. Lavorare con tre comici di quel calibro non può che lasciare un segno indelebile, di follia totale. Inutile dire che si rideva a crepapelle, sempre. Del mio personaggio ricordo i bacetti che davo ad Enzo, timido ed imbarazzato.

D. Simona, dal 2002 al 2003, hai recitato nella soap ‘Vivere’ e nella miniserie televisiva ‘A voce alta’ nel 2006 e dopo nei film per la tv ‘Il mistero del lago’ e ‘Dottor Clow’. Ci racconti, se hai incontrato qualche difficoltà nel passare dal cinema alla televisione, se c’è, qualche personaggio, da te interpretato che in qualche modo è più simile a te? R. I ruoli importanti li ho fatti per la televisione, a dispetto da quello che si pensa. Questa è stata una grande ed importante palestra. Paradossalmente, per me, è stato più semplice passare dalla televisione al cinema e non il contrario. I ritmi serrati delle scene, della preparazione del personaggio, e spesso la poca confidenza tra gli attori e i registi, per ciò che riguarda la TV, rendono più complessa la piena riuscita della “creazione”. Tra tutti, il personaggio nel quale mi rivedo di più, è certamente “Isabella Manfredi”, madre protettiva, donna estremamente coerente con i propri sentimenti e coraggiosa nell’affrontare il triste percorso di una malato terminale.

D. Nel 2007 hai recitato anche a fianco di Sabrina Ferilli e Claudio Bisio nella fiction ‘Due imbroglioni e… mezzo!’, e successivamente nella miniserie televisiva, andata in onda nel 2010. Ci racconti cosa hai provato a lavorare con due attori come loro? R. Sono stati due maestri, rubavo da loro, con tutti e cinque i sensi, tutto ciò che portavano sul set.

D. Nel 2009 ti abbiamo vista in Rex. Nel 2010 in ‘SMS – Squadra molto speciale’, nel 2011 in ‘Un amore e una vendetta’, nel 2013, in ‘Le tre rose di Eva 2’, ‘Un caso di coscienza 5’ e ‘I segreti di Borgo Larici’, regia di Alessandro Capone. Ci parli di queste esperienze? R. In “Rex” è davvero sorprendente vedere quello che gli addestratori riuscivano ad ottenere dal cane. In “SMS”, “Dorina Dorè” è rimasta nel mio cuore, la prostituta più simpatica di sempre e poi ho interpretato, finalmente, un ruolo comico. Di “Un amore e una vendetta”, posso scrivere sul mio curriculum di aver fatto sesso con Alessandro Preziosi. Della fiction “Le tre rose di Eva”, terzo film con Raffaele Mertes, regista kamikaze; posso dire che una volta che lavori con uno come lui, puoi fare nella vita qualsiasi cosa. Di “Un caso di coscienza”, invece, posso dire che rappresenta una delle mie rare apparizioni RAI, peccato. “I segreti di borgo Larici”, infine, è stato un set sofferto, mi avvalgo, però, della facoltà di non dare spiegazioni.

D. Simona, come è iniziato per te il 2015? Quali sono i tuoi propositi per quest’anno? R. Domanda di riserva? Per quanto riguarda i miei propositi, al momento non ne ho, tanto non potrei mantenerli!

D. Ci parli della fiction di Canale 5 ‘Solo per amore’, in cui ti stiamo vedendo in questo periodo? Del tuo personaggio e dei colleghi con cui lavori? R. Nella fiction ‘Solo per amore’ interpreto il ruolo del PM “Angela Maggi”, risoluta e concreta nella professione, inquieta e fragile nell’amore. Su questo set ho conosciuto colleghi umanamente e professionalmente straordinari. Con Kaspar avevo lavorato in “Rex”, un attore di grande talento, un partner generoso e protettivo (anche se poi mi tradisce!).

D. Un’ultima domanda. C’è qualcosa che ancora non hai fatto nella vita, sia in ambito professionale che privato, che vorresti fare? R. In ambito professionale sogno di interpretare un ruolo da protagonista in un film d’autore, nel privato, invece, vorrei girare il mondo, zaino in spalla ed in compagnia di me stessa.

Addio all’attrice e comica americana Joan Rivers

Pubblicato il 05 Set 2014 alle 12:41pm

L’attrice e comica americana Joan Rivers, è morta all’età di 81 anni. (altro…)

Venezuela: ex miss e attrice di telenovelas uccisa lei e il marito durante una rapina, ferita la figlia

Pubblicato il 09 Gen 2014 alle 7:54am

Il Venezuela è scosso per la morte del’ex miss e attrice di telenovelas, Monica Spear Mootz, assassinata con il marito di origine irlandese, Thomas Henry Berry, nel corso di una rapina. (altro…)

Il mondo del cinema e del teatro piange Regina Bianchi

Pubblicato il 07 Apr 2013 alle 10:10am

Regina Bianchi è morta all’età di 92 anni, nella sua abitazione a Roma. A darne la notizia è stata la famiglia. Regina D’Antigny (questo il suo vero nome), è stata una bravissima interprete, tra le più apprezzate attrici del teatro napoletano con Eduardo de Filippo. Era nata il primo gennaio del 1921 a Lecce. Tra le sue più importanti interpretazioni ricordiamo Filumena Marturano, Napoli milionaria e Questi fantasmi. (altro…)

Julia Roberts: la sua è una bellezza naturale, non vuole sembrare una 25enne

Pubblicato il 19 Set 2012 alle 8:48am

Julia Roberts con la sua semplicità e spontaneità, il suo bellissimo sorriso che ha stregato migliaia di fan, fa vanto della sua bellezza tutta naturale, e parlando di se alla rivista Elle, dice: “Non sono una donna di 40 anni (ne ha 44) che finge di averne 25. Non ho mai cercato di apparire diversa da come sono“. (altro…)