benefici

Bagno di salute con il sale grosso

Pubblicato il 14 Giu 2020 alle 6:32am

Il sale oltre al tradizionale uso in cucina, può essere impiegato anche per curare la pelle, trattamenti estetici.

Senza andare a parlare di sali speciali come quello del Mar Morto, le cui proprietà sono note a tutti, il semplicissimo sale grosso è salutare contro lo stress. Basterà infatti mettere un paio di pugni di sale grosso nel bagno caldo per:

– scaricare stress e ansia – ricevere sollievo alla cervicale – combattere i reumatismi – alleviare la lombalgia il mal di schiena – guarire contratture, distorsioni e contusioni

Il sale utilizzato in cucina, può aiutare a combattere:

– mal di gola facendo di gargarismi col sale sciolto in acqua tiepida – sostituire i collutori, utilizzandolo per sciacquare le gengive ed eliminare i batteri – annientare le tanto antipatiche afte della bocca e disinfettare il cavo orale dalle ferite gengivali – regolare il transito intestinale e combattere la stitichezza – smuovere il catarro dalle vie respiratorie attraverso delle inalazioni saline – migliorare il livello di respirazione e aiutare i polmoni grazie al suo iodio.

Fondi del caffè per combattere obesità, diabete e ictus

Pubblicato il 05 Giu 2020 alle 6:30am

I fondi del caffè se aggiunti al cibo servono ad aiutare a combattere l’obesità e il rischio di diabete, di ictus e di malattie di cuore. Una nuova ricerca di scienziati biomedici dell’University of Southern Queensland, in Australia, dice che i fondi del caffè per il loro potenziale rappresentano un alimento funzionale e un cibo che possa prevenire o invertire l’insorgenza di malattie.

La ricerca, pubblicata sulla rivista di scienza biomedica Usa FASEB e guidata dal professor Lindsay Brown della Scuola di Salute e Benessere dell’università stessa, si basa su sperimentazioni su topi maschi, alimentati con una dieta ad alti contenuti di carboidrati e di grassi per quattro mesi, supplementata negli ultimi due mesi con un 5% di fondi di caffè.

«I topi hanno ingerito grandi quantità di fruttosio, di latte condensato e di grassi saturi e di conseguenza sono diventati obesi, hanno contratto alterata tolleranza al glucosio e danni cardiovascolari ed epatici – tutte condizioni che si verificano anche sugli umani», scrive Brown. «Quando abbiamo somministrato i fondi di caffè, dopo otto settimane abbiamo visto tornare la pressione sanguigna al normale e il miglioramento della steatosi epatica. Abbiamo anche esaminato i batteri intestinali correlandoli alla riduzione in obesità e al miglioramento nella tolleranza al glucosio e nella pressione sanguigna sistolica».

Brown riferisce di aver iniziato a testare la dieta su sé stesso. Raccomanda di asciugare i fondi di caffè in forno a 60 gradi per un’ora o due e di aggiungerli all’impasto del pane o di dolci. «Non si noteranno cambiamenti immediati, ma è probabile col tempo una riduzione dell’obesità e un miglioramento dell’ipertensione sanguigna», scrive.

L’acqua di cannella, perché fa tanto bene alla salute

Pubblicato il 13 Mag 2020 alle 6:24am

L’acqua di cannella fa tanto bene alla salute, in quanto è ricca di un principio attivo, chiamato MHCP. Un composto solubile di acqua e polifenolo, che si comporta come l’insulina attivandone i recettori e agendo in sinergia con l’ormone che, nelle cellule, metabolizza il glucosio. Bere acqua di cannella per due settimane, riduce il livello di zucchero nel sangue del 20%. (altro…)

Avocado mania: il “beauty best friend”

Pubblicato il 26 Apr 2020 alle 7:14am

Questo frutto tropicale, che fino a qualche anno fa era quasi sconosciuto, è diventato il protagonista assoluto delle nuove diete! Sperimentato soprattutto in questo periodo di quarantena, viene adorato dalle “celeb”, paparazzato ovunque nei panni di una ricetta gustosa o di una maschera benessere, viene poi postato sui migliori “social”. Su Instagram, ad esempio, l’hashtag #avocado arriva quasi 11mila post. (altro…)

Farro, un alleato della salute contro colesterolo e anemia

Pubblicato il 12 Apr 2020 alle 6:09am

Mangiare farro, soprattutto se crudo, aiuta l’organismo a rimanere in forma e in salute fisica straordinaria. Malgrado le apparenze, mangiare farro crudo non fa male alla salute, perché una volta raggiunto lo stomaco, i succhi gastrici sono perfettamente in grado di degradarlo e digerirlo. Secondo il metodo Kousmine, messo a punto dalla ricercatrice svizzera di origine russa, Catherine Kousmine, un cucchiaio di farro crudo ogni giorno è un vero toccasana per la nostra salute.

Ma quali sono i benefici del farro? L’alimento in questione, aiuta a tenere sotto controllo la glicemia, la sua consumazione risulta molto efficace in caso di diabete e di insulino-resistenza. Tutto questo grazie alla presenza delle fibre che evitano il presentarsi di picchi glicemici.

Il farro, inoltre, è in grado di rafforzare il sistema cardiocircolatori. Proteggere i globuli rossi, per la sua ricchezza naturale di minerali, quali ferro e fosforo in primis. Contrastare l’anemia. Il farro sembra inoltre, abbassare i livelli di colesterolo cattivo nel sangue.

Pistacchi, per regolare intestino e colesterolo

Pubblicato il 02 Mar 2020 alle 7:44am

Una dieta sana ed equilibrata e l’attività fisica, sono la chiave essenziale per restare giovani più a lungo, dentro e fuori. Per questo è consigliabile inserire i pistacchi nella propria alimentazione quotidiana. A causa di una combinazione vincente, di minerali, vitamine e antiossidanti, da utilizzare tutti i giorni come snack anti-aging, nella pausa in ufficio o dopo l’allenamento in palestra.

Un’ultima ricerca scientifica è stata commissionata da American Pistachio Growers dimostra che consumare quotidianamente pistacchi può influenzare positivamente l’invecchiamento cellulare e la longevità aiutando a diminuire il danno al DNA e aumentando l’espressione dei geni correlati ai telomeri, piccole porzioni di DNA che ne proteggono l’estremità dal deterioramento o dalla fusione con cromosomi confinanti.

La dottoressa Sara Cordara, Specialista in Scienza dell’Alimentazione e Nutrizionista, sostiene che il pistacchio faccia bene alla nostra salute perché apporta un’incredibile quantità di nutrienti. In primis, quello americano, è ricco di Omega 3 e Omega 6, grassi buoni che aiutano a mantenere un normale livello di colesterolo nel sangue e a sviluppare il sistema nervoso del feto (per chi è in dolce attesa) in modo corretto grazie anche alla presenza di acido folico. Inoltre, la presenza di fibre aiuta anche a migliorare le funzionalità intestinali e prevenire la stitichezza. Il pistacchio contiene inoltre rame, minerale prezioso e indispensabile per l’assorbimento di ferro, quindi ottimo rimedio naturale contro l’anemia. Stimola il buonumore, combatte lo stress e la presenza di vitamina B6 favorendo la produzione della mielina, aiutando fibre nervose a scambiarsi informazioni in modo corretto ed essenziale. Grazie al contenuto di calcio aiuta ossa e denti a crescere forti e in salute. La presenza della luteina e della zeaxantina, due antiossidanti contenuti in grande quantità nel pistacchio, è in grado di arginare il rischio di contrarre malattie agli occhi, come la degenerazione maculare, patologia tipica della terza età.

Ma quanti pistacchi al giorno dobbiamo mangiare? L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) consiglia di mangiare non oltre 30/35 gr di pistacchi al giorno, che corrispondono a circa 49 pistacchi, da consumare preferibilmente come spuntino a metà mattina o nel pomeriggio. Chi soffre di cardiopatia o insufficienza renale dovrebbe evitare il consumo di pistacchi salati.

La dieta anti-aging coi pistacchi

Ecco un esempio di schema dietetico anti-aging da riprodurre quotidianamente.

ORE 8:00 COLAZIONE 15 gr di pistacchi americani + the nero/verde e qualche biscotto integrale. ORE 10:30 SPUNTINO: yogurt intero bianco + 1 kiwi. ORE 13:00 PRANZO: 80g di riso integrale con piselli e salmone + bietole/spinaci e una manciata di semi. ORE 16:30 MERENDA: 1 arancia + 15g di pistacchi americani. ORE 20:00 CENA: 200g di ceci + broccoli scottati + 2 fette di pane di segale o integrale.

Papaya, per proteggere il cuore e contrastare il rischio di cancro

Pubblicato il 01 Mar 2020 alle 6:48am

La papaya, originaria dell’America Centrale e, in particolare, della zona del Messico meridionale, se integrata nella propria alimentazione può rivelarsi un’ottima alleata per la salute cardiocircolatoria e la prevenzione dei tumori.

Per quel che concerne il primo beneficio, risulta essere la presenza di licopene e vitamina C. A dirlo uno dtudio del 2002, condotto da un’equipe della Pennsylvania State University che monitorando il ruolo dell’assunzione dei composti fenolici per quanto riguarda la prevenzione delle patologie cardiovascolari, scoprirono proprio questo.

Questo carotenoide è un noto alleato nella lotta contro i radicali liberi. Grazie a questa peculiarità, è in grado di contrastare l’ossidazione del colesterolo e, di conseguenza, di favorire il miglioramento della salute cardiovascolare.

Ma c’è di più Il licopene presente nella papaya è ottimo alleato anche contro la formazione di tumori. Nel 2017 uno studio lo ha confermato, presso l’Istituto Nazionale di Sanità Pubblica di Varsavia, evidenziando che è in grado di riparare i danni a carico del DNA. La sua integrazione può tuttavia rappresentare una valida alternativa per tenere sotto controllo gli effetti ossidativi.

Rimanendo sempre nell’ambito della papaya come alleata nella prevenzione dei tumori, altro studio ancora, dell’Universidad Autónoma de Querétaro (Messico), che mettendo sotto esame, 14 frutti, e analizzandone l’effetto antiproliferativo riguardante le cellule del carcinoma mammario, la papaya ha fatto rilevare ottimi risultati.

Infine questo frutto, è una fonte preziosa di acqua e acido folico.

Cacao, cosa succede all’organismo se si mangia tutti i giorni

Pubblicato il 17 Feb 2020 alle 6:34am

Il cacao è un prodotto che presenta numerosi nutrienti. Antiossidanti e polifenoli, catechine. Acidi grassi insaturi. Tra i monoinsaturi l’acido grasso più rappresentato è l’acido oleico, dalle proprietà antinfiammatorie che si ritrova in grandi quantità nell’olio extra vergine di oliva.

E ancora, sali minerali. Magnesio, potassio, rame e ferro. Vitamine. In particolar modo la vitamina K e le vitamine del gruppo B.

Il cioccolato, fornisce molte energie e benefici per la salute. Nonostante ciò non si può dire che sia un prodotto dietetico, dato che fornisce circa 575 Kcal per 100 grammi di prodotto consumato.

Anche se di per sé potrebbe determinare un aumento di peso, non bisogna necessariamente eliminarlo dalla nostra alimentazione, sarà sufficiente consumare un quantitativo minimo per giovare dei suoi benefici. Sono sufficienti anche solo 20-30 grammi al giorno di cacao per migliorare la nostra salute.

Benefici del consumo di cacao

– Determina un abbassamento della pressione sanguigna. – Riduce il rischio di malattie cardiovascolari e migliora la circolazione. – Contrasta il diabete. Sembrerà strana questa affermazione, ma il cioccolato contiene molti polifenoli, in grado di migliorare la sensibilità dei tessuti all’insulina, oltre che stimolarne la produzione. Ovviamente nel caso dei soggetti diabetici si dovrà preferire il cioccolato fondente, ancor meglio fondente extra in modo tale che sia prodotto con cacao al 100% senza aggiunta di zuccheri. – Aumentare il senso di sazietà. – Ridurre i livelli di colesterolo cattivo, a favore del colesterolo buono. – Calmare la tosse. Nel cacao è presente la teobromina, in grado di agire sul nervo cranico e provocare attacchi di tosse. – Favorire il buonumore, per la produzione della serotonina. Ormone che favorisce il buonumore e previene depressione, senso d’ansia e tristezza. – Il cacao è in grado di rafforzare il sistema immunitario e previene le infezioni.

Il cioccolato fa ingrassare? Nonostante esso apporti notevoli calorie, un consumo moderato di questo alimento non comprometterà un aumento del peso corporeo, specialmente quando inserito in un regime alimentare sano ed equilibrato che preveda anche dello sport. Si potrà consumare tranquillamente un piccolo quantitativo al giorno senza ingrassare.

Controindicazioni Il cacao non ha particolari controindicazioni a meno che non sia presente un’allergia, ma risulta essere poco frequente. Ad ogni modo per alcune persone non si consiglia di consumarlo con frequenza, specialmente se affetti da patologie particolari.

E’ sconsigliato il suo utilizzo ai bambini al di sotto dei tre anni, in questo caso si potrebbe manifestare un’allergia, e anche perché può determinare un effetto eccitante, dunque avranno difficoltà a dormire e riposare bene.

E’ sconsigliato a persone che soffrono d’ipertensione e nervosismo dato che il cacao ha un effetto eccitante, proprio come nel caso della caffeina.

In ultimo si sconsiglia il suo utilizzo eccessivo a coloro che soffrono di stitichezza ed emorroidi perché è dotato di proprietà astringenti.

Aglio, alleato della bellezza e della salute. Ecco perché

Pubblicato il 11 Feb 2020 alle 6:54am

Viene considerato uno dei rimedi naturali migliori in assoluto, sin dall’epoca dei romani e antichi egizi. L’aglio ha preziosissime proprietà benefiche su tutto il nostro organismo.

Ricco di vitamine, soprattutto la vitamina B (che riduce i livelli di omocisteina) e la vitamina C (molto importante per il nostro organismo in quanto antiossidante). La vitamina B soprattutto è particolarmente importante per i livelli alti di omocisteina nel sangue che possono causare malattie coronariche.

L’aglio ha inoltre, un potere antibiotico, il suo utilizzo infatti ci aiuta a rafforzare il nostro sistema immunitario, a guarire da infezioni di minore entità, a favorire la cicatrizzazione di piccole ferite e a guarire in modo più veloce dai malanni di stagione come raffreddore ed influenza. Inoltre chi soffre di sinusite può liberarsene grazie all’aglio sotto forma di sciroppo o inalato tramite fumate. Ma non solo. L’aglio aiuta anche a liberarci dalle tossine, dai parassiti e da tutto quello che il nostro fegato fa fatica ad espellere in modo naturale.

Le vitamine in esso contenute stimolano le funzioni epatiche e il fegato si alleggerisce riducendo così anche i sintomi come gonfiore del viso e fauci secche ed amare.

Assumere uno spicchio d’aglio al giorno aiuta non soltanto a mantenere minori i livelli di colesterolo cattivo nel sangue di ben il 9 percento ma anche a controllare la pressione e ad assimilare meglio il ferro, ottimo quindi per tutti coloro che soffrono di anemia.

Assumere uno spicchio di aglio al giorno a digiuno regala una pelle dall’aspetto sano, luminoso e radioso. L’aglio infatti ringiovanisce le cellule della pelle, le rigenera, combatte l’insorgenza di acne e brufoli e protegge la cute da minacce esterne. Un vero e proprio toccasana sia per la salute che per la bellezza della nostra pelle.

Pomelo, per fare il pieno di vitamina C

Pubblicato il 19 Gen 2020 alle 8:12am

Si chiama Citrus Maxima ed è originario della Malaysia o pomelo, frutto ricco di vitamina C. In circa un etto di pomelo sono presenti 60 mg di acido ascorbico. Degno di nota è anche l’apporto di vitamina A. (altro…)