bicarbonato di sodio

Bicarbonato di sodio: ottimo rimedio naturale di bellezza e salute

Pubblicato il 22 Feb 2019 alle 6:27am

Il bicarbonato di sodio (Baking soda) è un prodotto naturale molto utile e versatile per le pulizie domestiche, ma utilizzato anche per realizzare dei trattamenti di bellezza fai da te per la cura e la bellezza di viso e corpo. Il bicarbonato infatti è anche un rimedio naturale per la nostra salute: un antiacido naturale che aiuta a ristabilire il pH della pelle, a sbiancare i denti, a combatte le infezioni provocate da funghi, come la Candida albicans, le micosi e non solo. (altro…)

Come pulire le fughe dei pavimenti in modo naturale, con rimedi fai da te

Pubblicato il 29 Gen 2017 alle 10:43am

Esistono efficaci rimedi naturali per pulire le fughe del pavimento di casa e dell’ufficio. Ve ne proponiamo qualcuno.

Il bicarbonato di sodio, ad esempio, è un ingrediente ecologico e naturale, indispensabile in molti usi domestici, in quanto, essendo estremamente versatile, risulta essere davvero un prezioso alleato per l’igiene e la cura della casa, di piastrelle, pavimenti, elettrodomestici, e chi più ne ha ne metta.

Preparando una crema con 50gr di bicarbonato ed un cucchiaino di sapone liquido o di detersivo per i piatti, con aggiunta di acqua tiepida si otterrà un composto omogeneo. Basterà applicarlo sulle fughe, lasciarlo agire per diverse ore (meglio se di notte, quando tutti in casa sono a letto, onde evitare di calpestarlo) ed infine toglierlo con l’aiuto di una spazzola per le pulizie o di un vecchio spazzolino da denti avendo cura di risciacquare il pavimento.

Altro rimedio, molto efficace per la pulizia di fughe di pavimento, è l’acqua ossigenata. Grazie al suo elevato potere sbiancante essa è efficace già alle basse concentrazioni ed è per questo che, se il problema dell’annerimento degli interstizi non è particolarmente grave, si potrà tranquillamente usarla. Per farlo, bisognerà versarne qualche goccia sulle fughe, facendo attenzione a distribuire il liquido in maniera omogenea, lasciare agire tutta la notte e al mattino seguente strofinare e risciacquare.

Con un elettrodomestico che generi vapore a 100 gradi, in alternativa ai due rimedi precedenti, potete utilizzare i becchi avuti in dotazione (tipo quello piccolo sagomato che riesce ad entrare nei punti più difficili), e pulire tutte le fughe seguendo perfettamente il loro disegno. Una volta terminata questa operazione potete procedere al lavaggio del pavimento o delle piastrelle utilizzando il vostro detergente abituale e panno morbido.

Se le fughe sono leggermente sporche potete anche spruzzare dell’ammoniaca, sulla superficie da pulire, prima di passare con il vapore, in modo da avere un’azione più efficace di pulizia e ripetete più volte l’operazione fino ad ottenere il grado di pulizia sperato.

Infine, potete sempre ricorrere a degli appositi prodotti rinnovatori, appositamente studiati per ridonare il bianco originale alle fughe. Questi prodotti sono generalmente disponibili in pasta oppure sotto forma di smalto e vanno impiegati rispettando accuratamente le indicazioni riportate.

L’applicazione, di solito, risulta agevolata dal fatto che questi rinnovatori sono disponibili sotto forma di penna, molto più semplice da utilizzare. Una volta applicato il prodotto, occorrerà eliminare gli eccessi con un panno.

Rimedi naturali per eliminare la placca dentale

Pubblicato il 13 Ago 2016 alle 10:52am

La placca dentale è una patina giallastra che si forma sulla superficie dei nostri denti. È formata da particelle di cibo, zucchero e saliva che si formano in bocca generando così batteri e germi, causa di carie, alito cattivo e paradontite.

Per questo motivo è molto importante dedicare alla prorpia igiene dentale un’accurata attenzione giornaliera. Per fare ciò, oltre ad utilizzare spazzolino, dentifricio, filo interdentale si può ricorrere anche a dei rimedi naturali, giornalieri o settimanali.

Ecco quali.

– Olio di cocco e bicarbonato di sodio

L‘olio di cocco è noto per le sue proprietà antibatteriche; aiuta ad eliminare i microrganismi che si annidano nella bocca. Basta aggiungere l’olio di cocco al bicarbonato di sodio, e otterremo una pasta dentifricia che rimuove la placca e i germi e al tempo stesso combatte anche l’alitosi.

Ingredienti:

2 cucchiai di olio di cocco solido (30 gr) 2 cucchiai di bicarbonato di sodio (20 gr)

Preparazione:

1. Mettete l’olio di cocco solido in una ciotolina e mescolatelo al bicarbonato di sodio fino ad ottenere una pasta. 2. Mettete una piccola quantità sullo spazzolino e lavate i denti come fate con un comune dentifricio. 3. Massaggiate per 3 minuti e risciacquate con acqua. 4. Questo tarttamento può essere fatto una volta al giorno, tutti i giorni.

– Sale e bicarbonato

Le proprietà antisettiche del sale aggiunte a quelle del bicarbonato di sodio danno vita ad un collutorio tutto naturale efficace per neutralizzare la crescita carica batterica e la formazione del tartaro.

Ingredienti:

1 cucchiaio di bicarbonato (10 gr) ½ cucchiaino di sale (3 gr) 1 bicchiere di acqua (200 ml)

Preparazione:

1. Riscaldate l’acqua e aggiungete il bicarbonato e il sale. 2. Mescolate con un cucchiaio fino a quando non siano sciolti. 3. Lasciate intiepidire. 4. Fate degli sciacqui per qualche minuto dopo aver spazzolato i denti. 5. Questo preparato può essere ogni giorno, una sola volta.

– Aloe vera

Il gel di aloe vera ha proprietà antibatteriche ed è capace di contrastare la formazione di acido necessario allo sviluppo dei microrganismi del cavo orale. Il succo di aloe vera o gel è capace di riequilibrare il pH della bocca e prevenire la formazione di placca e tartaro.

Ingredienti:

2 cucchiai di gel di aloe vera (30 gr) ½ bicchiere di acqua (125 ml)

Preparazione:

1. Mettete aloe vera e acqua nel frullatore. 2. Realizzate degli sciacqui due volte al giorno, dopo aver lavato i denti.

– Fragole e olio di cocco

Le fragole e l’olio di cocco insieme diminuiscono la placca dentale esercitando un’azione sbiancante.

Ingredienti:

3 fragole 1 cucchiaino di olio di cocco (5 gr)

Preparazione:

1. Schiacciate le fragole e mescolate la polpa con un cucchiaino di olio di cocco. 2. Mettete la pasta sullo spazzolino e spazzolate bene i denti. Risciacquate. 3. Questo preparato può essere utilizzato come un comune dentifricio.

– Olio essenziale di limone

L’olio essenziale di limone riesce ad eliminare i batteri dalla bocca che causano alito cattivo e tartaro, tenendo sotto controllo la formazione della placca batterica.

Ingredienti:

5 gocce di olio essenziale di limone ½ bicchiere di acqua (125 ml)

Preparazione:

1. Versare le 5 gocce di olio essenziale di limone nell’acqua. 2. Usatelo almeno una volta a settimana dopo aver lavato i denti per migliorare la salute dentale e gengivale.