bresaola

Salumi, quali sono i più leggeri e magri?

Pubblicato il 18 Lug 2019 alle 6:23am

Se volete mangiare bene e leggero, volete gustarvi ogni tanto qualche salume, ecco allora quali dovete scegliere per non sbagliare. Basta informarsi su composizione e apporto calorico. Ve ne elenchiamo 7.

1) Prosciutto crudo Privo di carboidrati e ricco di proteine, il suo apporto energetico è di poco superiore alle 230 calorie/100 grammi. È controindicato per chi ha il colesterolo alto, ottimo per chi segue una dieta dimagrante. Nella versione magra, risulta estremamente digeribile e adatto per chi soffre di gastrite.

2) Bresaola La bresaola, povera di grassi e ricca di proteine, apporto calorico di 151 calorie/100 grammi. Apporto lipidico basso, ottima per le diete dimagranti. Le sue proteine sono ad alto valore biologico, utili per il recupero di energie e l’ottimizzazione della muscolatura. Contiene zinco e fosforo, ed è super ossidante grazie all’alto contenuto di vitamina E.

3) Prosciutto San Daniele Ricco di proteine nobili, fosforo, zinco e potassio, 270 calorie/100 grammi. Grazie alla sua alta digeribilità, se ne consiglia il consumo se si pratica sport. Adatto anche all’alimentazione di bambini e anziani.

4) Cotechino Protagonista assoluto delle tavole dell’ultimo dell’anno, contiene 250 calorie/100 grammi. Preparato per sfruttare le carni meno pregiate del maiale, ha un impasto formato quasi esclusivamente da cotica di maiale e ha le sue origini nel territorio modenese. Cotto è molto gustoso. Può essere consumato con lenticchie, fagioli, pure di patate o altro tipo di verdure.

5) Prosciutto cotto Ottima fonte di proteine, apporta 130 calorie/100 grammi, sconsigliato per chi soffre di intolleranze al lattosio, in quanto contiene anche latte in polvere. E’ ricco di ferro e zinco.

6) Mortadella Conferisce 288 calorie/100 grammi, spesso è raccomandata nelle diete dimagranti onnivore. Da menzionare, la presenza di vitamina B1 e B2.

7) Pancetta di tacchino Ideale per un pranzo veloce, accompagnata da un panino o mangiata anche da sola. Apporta 250 calorie/100 grammi, è uno dei salumi con più gusto e con meno calorie. E’ ricca di proteine ma di basso contenuto di grassi.

Più bresaola più buon umore

Pubblicato il 22 Mar 2019 alle 8:27am

A tavola, gli alimenti giusti come la bresaola, ricca di triptofano e vitamina B12, possono stimolare la produzione della serotonina, ormone della felicità. A dirlo è il Consorzio di Tutela Bresaola della Valtellina Igo, e il medico specialista in Scienza dell’Alimentazione e Medicina dello sport Michelangelo Giampietro, alla Scuola dello Sport Coni Roma, in cui fornisce i consigli utili per l’alimentazione del “buonumore” nel giorno della Giornata Internazionale della Felicità indetta dall’Assemblea delle Nazioni Unite per celebrare la felicità come diritto per tutti.

“Esiste una stretta relazione tra cibo e umore, e determinati alimenti hanno un forte potere riequilibrante – commenta Michelangelo Giampietro -. I cibi giusti sono quelli ricchi di specifici micronutrienti (cioè presenti in piccole quantità) come le vitamine del gruppo B (soprattutto B12, considerata la vitamina dell’energia), la vitamina C, gli acidi grassi omega-3 e il triptofano (un aminoacido essenziale presente nella maggior parte delle proteine che assumiamo con gli alimenti) che possono migliorare, concentrazione e memoria. Il triptofano ha un effetto positivo sullo stress, perché, in presenza di vitamine del gruppo B, di carboidrati e di ferro, aumenta la produzione della serotonina”. La Bresaola della Valtellina IGP è ben fornita di proteine, triptofano, vitamine del gruppo B e sali minerali, ed è anche povera di grassi (mediamente 2 g per 100 g di prodotto). Nella “dieta del buonumore” perché non includere, quindi, il salume tipico valtellinese? “La Bresaola della Valtellina IGP, rispetto a molte altre carni trasformate e lavorate, contiene un livello significativo di triptofano (336.2 mg/100 g di prodotto, di cui 15 mg liberi), l’amminoacido che insieme ai carboidrati favorisce la produzione di serotonina. Per ottenerne quantità elevate e aumentare così la produzione di serotonina, è consigliabile realizzare combinazioni gustose tra alimenti che contengono questo amminoacido essenziale, come ad esempio pane con la Bresaola della Valtellina IGP e scaglie di parmigiano, oppure riso con gamberi, pasta e ceci, yogurt/latte con cereali, ecc” conclude il nutrizionista.

Il Consorzio di Tutela Bresaola della Valtellina ha 14 aziende associate, tutte in Provincia di Sondrio, e producono il 70% dell’intera produzione nazionale di bresaola.

Dieta della bresaola, come perdere una taglia in due settimane

Pubblicato il 10 Dic 2018 alle 9:00am

La bresaola è la protagonista assoluta di una dieta che permette di perdere in poche settimane una taglia, senza fare grosse rinunce.

Merito di questo salume crudo, non affumicato, realizzato con salatura, il fatto di avere all’interno pochissimi ed essenziali grassi ma in compenso molte proteine. Ecco, perché, costa anche più degli altri salumi. Il suo gusto molto delicato, ma al tempo stesso sapido, lo rendono un alleato perfetto per chili in eccesso.

100 grammi di prodotto contengono in media 150 calorie, una caratteristica che rende questo alimento molto light.

Gustosissimo con il limone, un filo d’olio d’oliva, rucola e parmigiano reggiano.

Ottimo anche con le zucchine o gli asparagi, per una ricetta super veloce e dietetica. Provate infatti la bresaola anche con gli spinaci e i pomodori. Ideale anche per uno spuntino veloce pomeridiano con una galletta di riso e Philadelphia.

A colazione, potete iniziare la vostra giornata con una tazza di tè verde, yogurt greco e cereali integrali. A pranzo gustare pasta integrale con pomodoro e basilico, mentre a cena assaporare bresaola e rughetta, condita con una spruzzata di limone. Come snack infine frutta secca oppure un frutto di stagione.

Questo regime alimentare è perfetto anche per gli sportivi che vogliono rimanere leggeri. Ricordatevi, però, che la bresaola può risultare abbastanza salata, quindi cercate di non esagerare con le pressioni, bevendo almeno due litri di acqua al giorno. Prima di effettuare la dieta chiedete sempre consiglio al vostro medico di fiducia, poiché è sconsigliata per coloro che soffrono di pressione arteriosa alta.

Rotoli di bresaola con ricotta, una ricetta light e gustosa

Pubblicato il 10 Set 2013 alle 7:34am

Ecco a voi una ricetta molto semplice, che richiede pochi ingredienti ed è light: i Rotoli di bresaola con ricotta, gustosi e leggeri, da mangiare come antipasto, o come secondo a pranzo o a cena.

Ingredienti

– 12 fette di bresola – 150 gr di ricotta – 1 cipollina – prezzemolo – 1/2 cucchiaio di paprika dolce – olio – aglio – sale

Preparazione

1. Tritate finemente la cipolla ed il prezzemolo. 2. Mescolate la ricotta. 3. Unite alla ricotta, la cipolla, il prezzemolo, la paprica. 4. Aggiungeteci un pizzico di sale e mescolate il tutto. 5. A questo punto, riponete le fette di bresola ben distese su di un piatto e stendeteci all’interno il composto. 6. Chiudete ogni fetta a rotolo. 7. Disponete i cannoli su di un piatto di portata accompagnando con fette di pane abbrustolito ed insaporito con uno spicchio di aglio ed un filo di olio. 8. Servite con pomodorini all’insalata, rucola, lattuga o grigliata di verdure.