calcio

Rebecca Staffelli, figlia del noto inviato di Striscia, conduttrice a 19 anni

Pubblicato il 20 Giu 2018 alle 5:00am

Rebecca Staffelli, figlia giovanissima (ha solo 19 anni) del più famoso inviato di Striscia la notizia Valerio Staffelli, ha debuttato giovedì scorso, 14 giugno, come conduttrice su La5 in un nuovo programma dedicato ai Mondiali di calcio Russia 2018. Lo show si chiama Colpo di tacchi ed è un mix di gossip, curiosità legate al mondo del calcio.

Dopo aver fatto la valletta e opinionista nel salotto televisivo di Pomeriggio 5 di Barbara D’Urso, la giovane figlia di Staffelli ora ha una trasmissione tutta sua da condurre.

Ospite della prima puntata è stato Roberto Alessi, direttore di Novella 2000.

È morto Aldo Biscardi, il celebre conduttore e giornalista de «Il processo del Lunedì»

Pubblicato il 08 Ott 2017 alle 10:42am

È morto questa mattina, all’età di 87 anni, a Roma, Aldo Biscardi, noto per aver ideato e condotto il programma televisivo «Il processo del Lunedì». A darne notizia la famiglia all’Ansa.

Nato a Larino (Campobasso), Biscardi era ricoverato da qualche settimana al Policlinico Gemelli, assistito dai familiari. Da tempo il giornalista tv aveva lasciato il video, dove aveva debuttato nel 1979, alla Rai. È del 1980 l’ideazione del programma «Il processo del lunedì», primo talk show sul mondo del pallone di cui divenne anche conduttore nel 1983, moltiplicandone il successo.

Laureato in giurisprudenza all’Università Federico II di Napoli con Giovanni Leone, Biscardi fu collaboratore del Mattino dal 1952. Nel 1956 si trasferì a Roma, al quotidiano Paese Sera, dove divenne caporedattore succedendo ad Antonio Ghirelli nella direzione delle pagine sportive. Da caporedattore, entrò in Rai nel 1979 raggiungendo la carica di vicedirettore del TG3. Nel 1980 lanciò, su Rai 3, Il Processo del Lunedì: prima curandone l’ideazione e la realizzazione, poi, nel 1983, la conduzione in prima persona.

Dopo un violento attacco di Berlusconi, intervenuto in diretta in collegamento telefonico per protestare animatamente del modo di presentare notizie che lo riguardavano, nel 1993 Biscardi ha lasciato la Rai per Tele+, di cui fu direttore responsabile fino al 1996. Qui Biscardi propose la stessa formula della sua nota trasmissione, ma cambiandone il nome: “Il processo di Biscardi”; il vecchio nome, infatti, è rimasto alla Rai.

Nel 1996 Biscardi ha trasferito Il processo su Telemontecarlo, che nel 2001 si è trasformata in LA7. Nel 2005, con la nascita del digitale terrestre di LA7, Biscardi diventa direttore della testata giornalistica sportiva di LA7 e direttore del canale sportivo La7 Sport, nato il 27 agosto 2005 e poi chiuso il 1 aprile 2007.

Nel 2015 Biscardi lascia la sua creatura – che vanta il record di longevità, certificata dal Guinness dei primati, che ne aveva riconosciuto già nel 2013 33 edizioni consecutive con lo stesso conduttore – ai figli, che hanno ereditato il marchio.

La dieta ideale da fare dopo i 40 anni e in menopausa

Pubblicato il 20 Mar 2017 alle 5:48am

Una ricerca scientifica condotta dalla Ohio State University ha puntato i riflettori sulla dieta ideale da fare dopo i 40 anni, anche per affrontare al meglio l’arrivo della menopausa. (altro…)

Infortunio al crociato per Milik, per il bomber del Napoli 4 mesi di stop

Pubblicato il 09 Ott 2016 alle 2:31pm

Grave infortunio ad Arkadiusz Milik nel corso di Polonia-Daniamarca giocata ieri sera. L’attaccante del Napoli ha riportato la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro: dovrà ora essere operato e restare fermo per circa 4 mesi. (altro…)

“Bianconeri. Juventus Story” di Marco e Mauro La Villa (prefazioni di Gianluigi Buffon e Lapo Elkann) in libreria dal 6 ottobre e al cinema dal 10 al 12 ottobre

Pubblicato il 07 Ott 2016 alle 7:00am

Dal 6 ottobre, in tutte le librerie, è disponibile il libro edito Rizzoli “BIANCONERI. JUVENTUS STORY”, di Marco e Mauro La Villa (prefazioni di Gianluigi Buffon e Lapo Elkann), la storia della “Vecchia Signora“, al prezzo di euro 39,90. (altro…)

40 anni Francesco Totti, festa di beneficenza al castello di Tor Crescenza

Pubblicato il 28 Set 2016 alle 11:42am

Una maxi-festa con amici e parenti per Francesco Totti, in occasione del suo 40esimo compleanno.

Totti si è presentato ieri alle 8 a Trigoria per l’allenamento mattutino ed è stato raggiunto presto dal suo papà Enzo, che ha portato pizza, fritti e una porchetta intera per una piccola festa a sorpresa con i dipendenti.

Tutti radunati nella sala dei trofei, auguri e regalo per il capitano della Roma (una maglia con 40 aggettivi che lo descrivono).

Francesco ha aperto la porta e l’ha richiusa ridendo: «Siete troppi, me ne vado!». Poi un pranzo semplice con la squadra, un brindisi con la coca-cola e niente torta.

Totti dopo le 15, ha tenuto una commossa intervista a Roma Tv, e andando via ha scherzato dicendo: «M’avete fatto fa la doppia seduta».

In serata poi una grande festa al castello di Tor Crescenza, location scelta già per il ricevimento di matrimonio nel 2005.

Agli invitati alla festa, Totti ha chiesto di devolvere eventuali regali ad un fondo di beneficenza da lui indicato sull’invito.

Totti, Ilary, figli, parenti e amici stretti come il fido Vito Scala sono arrivati al castello intorno alle 20, lui in smoking (dress code richiesto per il ricevimento) e lei in abito lungo bianco. Per gli altri ospiti vip l’appuntamento era per le 22.

Dopo la cena a base di pesce, via alle danze con Frankie Hi-Nrg Mc e Coccoluto in console. Tra i circa 300 invitati, Fiorello, Carlo Verdone, Claudio Baglioni, il presidente del Coni Malagò, Luca Cordero di Montezemolo, i giallorossi con fidanzate e mogli al seguito, ex compagni come Cassetti e allenatori-amici, Teo Mammuccari, tutti costretti a lasciare i telefoni all’entrata: niente selfie nel blindatissimo castello.

Sul suo profilo facebook Francesco ha postato ieri i videomessaggi di amici calciatori e vip, e le foto della festa di compleanno.

Foto dal profilo Facebook di Francesco Totti

Will Smith confessa la sua passione per la Roma

Pubblicato il 08 Ago 2016 alle 9:08am

Il celebre attore americano Will Smith confessa la sua passione per la Roma. A darne notizia il club capitolino sul suo sito.

“La star di Hollywood – si legge sul sito della Roma – attualmente in Italia per promuovere il suo ultimo film Suicide Squad, ha svelato il suo amore per i colori giallorossi confessando un piccolo retroscena sulla segretezza di questa sua passione calcistica”.

Poi il sito riporta un piccolo siparietto dell’attore intervistato su Sky Sport: “Forza Roma! Se tifo Roma? Assolutamente! Era un segreto, ma lo hai appena svelato!” e poi ha aggiunto “Faremo un annuncio… se è un segreto è un segreto! Se c’è qualcosa? Non lo so ancora, non ne posso parlare, però sì!”.

Silvio Berlusconi, dopo 30 anni di grandi successi, vende il Milan a società cinese

Pubblicato il 05 Ago 2016 alle 1:39pm

Sono trascorsi 11124 giorni da quel 20 febbraio 1986 quando Silvio Berlusconi diventò il nuovo presidente del Milan. Oggi, 5 agosto 2016, si chiude un’era con il leader di Forza Italia: il patron rossonero ha dato l’ok alla cessione del club ad una società cinese.

30 anni di grandi successi, 28 trofei fino alla decisione di lasciare per rilanciare il Milan a livello europeo.

Firmato già l’accordo preliminare (il closing è previsto per fine anno) che prevede che Fininvest ceda il 99,93% per cento del capitale azionario per una cifra pari a 740 milioni, compresi debiti per circa 220 milioni.

Silvio Berlusconi passa la squadra del Milan nelle mani della Sino-Europe Investment Management Changxing, società veicolo di cui fanno parte, tra gli altri, Haixia Capital, il fondo di stato cinese per lo Sviluppo e gli Investimenti nonchè Yonghong Li, manager che ha condotto la trattiva in questi mesi.

Mancherebbero dunque pochissimi adempimenti per la vendita, ma, come sottolinea la firma è attesa tra poche ore. La cifra per la cessione del club rossonero si aggirerebbe sui 700milioni di euro.

Omicidio Ciro Esposito, 26 anni a Daniele De Santis

Pubblicato il 25 Mag 2016 alle 5:31am

E’ stato condannato a ventisei anni di reclusione Daniele De Santis per la morte di Ciro Esposito e il ferimento di altri due tifosi del Napoli. A deciderlo la terza Corte d’Assise di Roma dopo tre ore di camera di consiglio, ieri. (altro…)

Calcio scommesse, Conte assolto: l’accusa aveva chiesto 6 mesi di reclusione

Pubblicato il 16 Mag 2016 alle 2:29pm

E’ stato assolto Antonio Conte dall’accusa di frode sportiva per la presunta combine di AlbinoLeffe-Siena del 2011.

Ad attenderlo l’avventura di Euro 2016 (in arrivo nelle prossime ore i primi convocati per lo stage) con la Nazionale italiana e il prossimo futuro sulla panchina del Chelsea.

Il procuratore Roberto di Martino aveva chiesto per lui una condanna a 6 mesi, mentre secondo il giudice Pierpaolo Beluzzi, Conte non ha commesso alcun reato.

Non ha, pertanto, dato il benestare all’accordo per la vittoria dell’AlbinoLeffe come sosteneva il pm.

Assolto anche il vice di Antonio Conte, Angelo Alessio.