casi di aborto

Aborti, in 30 anni dimezzati del 5%

Pubblicato il 03 Nov 2015 alle 6:00am

Scendono sotto i 100mila, nel 2014, le interruzioni volontarie di gravidanza. In crescente calo dal 1982, periodo in cui si è rilevato il valore più alto con 234.801 casi di aborto.

Dati questi che sono contenuti nella relazione del ministero della Salute sull’attuazione della legge 194, trasmessa al Parlamento, e che evidenziano un numero di Ivg notificate dalle Regioni di circa 97.535 unità, con un decremento del 5,1% rispetto al 2013 in cui si registravano 105.760 casi.

Sempre nel 2014, il tasso di abortività (per 1000 donne fra 15-49 anni) è stato del 7.2 per 1000, facendo rilevare un decremento del 5,9% rispetto al 2013 e un decremento del 58.1% rispetto al 1982.

Il valore italiano risulta essere tra i più bassi di tutti i paesi industrializzati messi a confronto.

Tra le ragazze italiane il tasso di abortività è pari al 4.1 per 1000 (nel 2012 era del 4.4), uno dei valori più bassi dell’occidente.

Resta costante, ma sotto la soglia internazionale, la percentuale di aborti ripetuti: il 26,8% tra le donne con precedente esperienza abortiva.