caso Diciotti

Caso Diciotti, gli iscritti 5 Stelle dicono “No” al processo contro il ministro Salvini

Pubblicato il 18 Feb 2019 alle 11:30pm

Il Movimento 5 stelle ha deciso di salvare il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini dal processo per il caso della nave Diciotti. E con lui anche il governo. Dopo le difficoltà avute nel corso della giornata per impedimenti tecnici sulla piattaforma Russeau, i militanti del 5 stelle sono riusciti a votare. 52mila di cui 30.948 ossia il 59,05% si sono espressi per il “no”, mentre i contrari per il “sì” 21.469 (40,95). (altro…)

Ministro Salvini: “Niente immunità, voglio essere processato”

Pubblicato il 27 Ago 2018 alle 1:33pm

“Se il Tribunale dirà che devo essere processato andrò davanti ai magistrati a spiegare che non sono un sequestratore. Voglio proprio vedere come va a finire…”. A dirlo è il ministro dell’interno e vice premier Matteo Salvini, in un intervista rilasciata a ‘Libero’, a proposito del giudizio davanti al tribunale dei ministri che lo attende per l’inchiesta sulla vicenda nave Diciotti.

E alla domanda se in Senato cercherà voti ‘amici’ per sfangarla, il ministro ha risposto,”Assolutamente no!”.

E in merito all’annunciato incontro con Orban, il ministro dell’Interno, spiega: “L’obiettivo non è trovare accordi per la redistribuzione, piuttosto è quello di accordarci per il controllo delle frontiere esterne. Per creare in Libia e in Nord Africa porti sicuri dove far attraccare le navi e creare centri di identificazione sulle coste africane per capire chi deve essere aiutato e chi no”. Sottolineando ancora che “Orban è un capo di Stato. Se la Merkel mi chiedesse un incontro non avrei problemi a confrontarmi con lei. Per il resto i 5 Stelle che criticano sono una minoranza e il Pd ormai esiste solo in funzione di Salvini e della Lega. Non hanno più una proposta credibile”.

Luigi Di Maio: “Governo unito, Salvini non si deve dimettere”

Pubblicato il 26 Ago 2018 alle 10:38am

Il vicepremier e ministro del Lavoro e delle Infrastrutture Luigi Maio, a margine di quanto accaduto ieri sera sul caso Diciotti e l’iscrizione del vice premier e ministro dell’Interno Matteo Salvini nel registro degli indagati, ecco quanto dichiara con una diretta web sulla sua pagina facebook ufficiale da casa dei suoi genitori a Pomigliano d’Arco, dove farà anche visita in giornata alla famiglia di una delle vittime del viadotto di Genova.

https://www.facebook.com/LuigiDiMaio/videos/524903314624986/

Di Maio nella diretta web parla di come il governo abbia sbloccato e affrontato, con un buon risultato, il caso Diciotti.

Sottolinea come i migranti saranno accolti dalla Cei, dall’Albania e dall’Irlanda, e di come siano stati assistiti in questi giorni anche con un supporto psicologico nella loro permanenza a bordo della nave della guardia costiera.

“Secondo il codice etico – dice Luigi Di Maio – che è contenuto nel nostro contratto di governo, il ministro dell’Interno deve continuare a fare il ministro, è indagato perché è un atto dovuto, ma pieno rispetto per la magistratura”. “E’ nostro dovere dunque attuare il programma elettorale, è gli italiani ci esortano ad andare avanti”.

Il vice premier e ministro del lavoro parla anche della volta che disse che il ministro degli interni Angelino Alfano doveva dimettersi, rispondendo così a tutte le polemiche che stanno circolando in queste ore in rete su chi insiste che egli debba chiedere le dimissioni del vice premier e ministro dell’interno Matteo Salvini.